Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Le tisane del perilla e della salvia hanno potuto contribuire ad impedire o trattare COVID-19

I ricercatori in Germania hanno intrapreso gli studi che dimostrano gli effetti antivirali potenziali delle tisane di consumo corrente sul coronavirus 2 (SARS-CoV-2) - l'agente patogeno di sindrome respiratorio acuto severo che causa la malattia 2019 (COVID-19) di coronavirus.

Il gruppo - dall'università di Duisburg-Essen - trovato che le infusioni acquose di salvia e del perilla hanno suscitato l'attività antivirale potente contro il virus nelle linee cellulari umane differenti.

Dopo appena 30 minuti di cura delle celle sia nei regimi terapeutici che profilattici, l'attività antivirale significativa è stata osservata.

I ricercatori richiedono gli studi clinici futuri per studiare se le tisane basate sul perilla e sulla salvia potrebbero contribuire ad impedire o trattare l'infezione SARS-CoV-2 una volta combinate con i trattamenti standard.

“Sarà molto interessante identificare i composti responsabili dell'attività antivirale del perilla acquoso ed infusioni della salvia,„ dicono. “Dato l'urgenza, tale economico e le sostanze disponibili hanno potuto fornire largamente la guida durante la pandemia - particolarmente nelle regioni a basso reddito.„

Una versione della pubblicazione preliminare del documento è disponibile sul " server " del bioRxiv*, mentre l'articolo subisce la revisione tra pari.

Le infusioni acquose dell'impianto sono state usate per le migliaia di anni

Nella medicina tradizionale, le infusioni acquose dell'impianto sono state usate per le migliaia di anni attraverso le varie culture differenti per impedire o trattare le infezioni respiratorie.

I membri dell'impianto della famiglia di lamiaceae quali salvia (officinalis di Salvia) ed il perilla (frutescens del Perilla) sono specialmente erbe popolari utilizzate nel preparato dei tè.

Durante la pandemia corrente, molta gente ha usato i prodotti di erbe - solitamente sotto forma di tè - per provare a proteggersi.

“Di conseguenza, ci siamo domandati come le efficaci tisane realmente sono contro SARS-CoV-2,„ diciamo Trilling ed i colleghi.

Che cosa i ricercatori hanno fatto?

I ricercatori hanno verificato gli effetti delle infusioni acquose di salvia e del perilla sulle celle di Vero E6 che erano state infettate con SARS-CoV-2 per un'ora. Come controllo, i ricercatori hanno incluso il coriandolo negli esperimenti, poiché questa erba non è un membro della lamiaceae famiglia e non è ampiamente usata come sostanza medicinale.

Le infusioni sono state preparate bollendo le foglie degli impianti ed essendo latente loro ad una temperatura di 60°C per 2 ore.

Il gruppo dice che questo trattamento a breve termine con qualsiasi erba era abbastanza per inibire significativamente la replica di SARS-CoV-2.

Dopo, Trilling ed i colleghi hanno curato le celle infettate facendo uso di due dosi differenti del virus e le hanno prevedute facendo uso di microscopia dell'immunofluorescenza.

Il numero delle celle infettate è stato diminuito chiaramente dopo il trattamento, anche quando un'alta dose virale (0,5 unità diformazione [PFU] per cella) è stata usata.

Poiché le componenti dell'impianto sono state estratte bollendo le foglie in acqua, il gruppo ha concluso che l'attività antivirale è indotta dal composto (o composti) termostabile solubile in acqua.

Le bustine di tè standard possono contenere i livelli sufficienti di composti antivirali

I ricercatori dicono che la quantità di materiale di erbe che è stato usato per preparare le infusioni suggerisce che una diluzione 1/10 delle infusioni già abbini la concentrazione di tisane pronte dalle bustine di tè standard.

“Questo li indica che le tisane pronte dalle bustine di tè disponibili nel commercio o dalle foglie secche dell'erba potrebbero contenere una concentrazione sufficiente del composto (o composti) antivirale,„ scrive.

Per adattare l'esperimento per riflettere più realisticamente gli stati del consumo del tè, i ricercatori hanno ridotto il tempo del trattamento a 30 minuti.    

Una riduzione significativa della replicazione virale ancora è stata osservata dopo il trattamento con qualsiasi infusione di erbe.

Dopo, i ricercatori hanno confrontato gli effetti delle infusioni pronte dalle foglie fresche e secche.

Le foglie secche della salvia conservate la maggior parte dell'attività antivirale, dice il gruppo. D'altra parte, le foglie secche del perilla erano meno efficaci, sebbene l'inibizione significativa di replicazione virale ancora fosse osservata per le diluzioni di 1/10.

Effetti profilattici difficili

Per provare se le erbe potrebbero suscitare gli effetti profilattici, le celle di Vero E6 sono state curate con differenti diluizioni delle infusioni di erbe per un'ora prima che le componenti di erbe fossero eliminate e delle celle infettate con SARS-CoV-2.

“Eliminando le infusioni di erbe prima dell'infezione, abbiamo mirato soprattutto a valutare gli effetti antivirali basati sulle risposte cellulari e non sull'eliminazione virucidal diretta delle particelle contagiose del virus,„ i ricercatori spiegano.

I risultati di sei esperimenti differenti facendo uso di due isolati distinti SARS-CoV-2 hanno indicato che le infusioni hanno diminuito significativamente l'infettività, specialmente l'infusione del perilla.

“I tè della salvia e del Perilla potrebbero non solo essere adatti a trattamento delle infezioni SARS-CoV-2 ma anche per la prevenzione delle infezioni,„ scriva Trilling ed i colleghi.

Verificare le infusioni in un'altra linea cellulare

Considerando che le celle differissero in termini di modo di entrata SARS-CoV-2, le infusioni sono state provate in un'altra linea cellulare chiamata Caco-2.

Il gruppo ha osservato ancora l'inibizione potente di replica SARS-CoV-2 in celle che erano state curate con le infusioni del perilla e della salvia per un'ora. La visualizzazione delle celle da microscopia di fluorescenza ha rivelato una chiara riduzione del numero delle celle che erano state infettate con SARS-CoV-2.

Il gruppo dice che i risultati suggeriscono che le piante perilla e salvia di lamiaceae contengano le componenti termostabili solubili in acqua che inducono l'attività antivirale terapeutica e profilattica potente contro SARS-CoV-2 nelle linee cellulari differenti.

“Ovviamente, il consumo di tisane non può e non dovrebbe sostituire le NPI o droghe clinicamente approvate,„ dica i ricercatori.

“Tuttavia, dato la loro disponibilità economica ed universale, potrebbero contribuire per impedire o alleviare alcuno della durezza e della sofferenza della pandemia COVID-19,„ concludono.

Avviso *Important

il bioRxiv pubblica i rapporti scientifici preliminari che pari-non sono esaminati e, pertanto, non dovrebbero essere considerati conclusivi, guida la pratica clinica/comportamento correlato con la salute, o trattato come informazioni stabilite.

Journal reference:
Sally Robertson

Written by

Sally Robertson

Sally has a Bachelor's Degree in Biomedical Sciences (B.Sc.). She is a specialist in reviewing and summarising the latest findings across all areas of medicine covered in major, high-impact, world-leading international medical journals, international press conferences and bulletins from governmental agencies and regulatory bodies. At News-Medical, Sally generates daily news features, life science articles and interview coverage.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Robertson, Sally. (2020, November 22). Le tisane del perilla e della salvia hanno potuto contribuire ad impedire o trattare COVID-19. News-Medical. Retrieved on January 26, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20201122/Sage-and-perilla-herbal-teas-could-help-to-prevent-or-treat-COVID-19.aspx.

  • MLA

    Robertson, Sally. "Le tisane del perilla e della salvia hanno potuto contribuire ad impedire o trattare COVID-19". News-Medical. 26 January 2021. <https://www.news-medical.net/news/20201122/Sage-and-perilla-herbal-teas-could-help-to-prevent-or-treat-COVID-19.aspx>.

  • Chicago

    Robertson, Sally. "Le tisane del perilla e della salvia hanno potuto contribuire ad impedire o trattare COVID-19". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20201122/Sage-and-perilla-herbal-teas-could-help-to-prevent-or-treat-COVID-19.aspx. (accessed January 26, 2021).

  • Harvard

    Robertson, Sally. 2020. Le tisane del perilla e della salvia hanno potuto contribuire ad impedire o trattare COVID-19. News-Medical, viewed 26 January 2021, https://www.news-medical.net/news/20201122/Sage-and-perilla-herbal-teas-could-help-to-prevent-or-treat-COVID-19.aspx.