Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio caratterizza le catene ed i reticoli in anticipo della trasmissione COVID-19 in Francia

Usando i dati dalle indagini epidemiologiche e il contatto-rintracciamento degli sforzi durante la fase iniziale dell'epidemia di malattia di coronavirus (COVID-19) in Francia, i ricercatori potevano valutare i tassi di attacco secondari ed i fattori clinici connessi con il rischio di contatto che si trasforma in un caso. I loro risultati sono attualmente disponibili in un documento della pubblicazione preliminare del medRxiv*.

Il coronavirus 2 (SARS-CoV-2), un agente causativo di sindrome respiratorio acuto severo della pandemia COVID-19, si è sparso rapido attraverso il mondo da quando è emerso a Wuhan, Cina. Il motivo principale è la sua diffusione rapida da personale tramite itinerario respiratorio.

Durante la fase in anticipo dell'epidemia, la Francia ha fatto uno sforzo sostanziale per contenere l'importazione del virus nel suo territorio. Nel gennaio 2020, un sistema di sorveglianza fermo era già esteso a tutto il paese applicato che ha permesso all'individuazione tempestiva dei casi e dei contatti ma anche ha rallentato la diffusione del virus ed ha fermato gli eventi secondari della trasmissione.

Tale tracciato del contatto rappresenta uno strumento indispensabile per gestire le epidemie ed ha provato efficiente nel passato. Tuttavia, il suo uso può anche migliorare la conoscenza sulla storia naturale degli agenti patogeni emergenti (quale SARS-CoV-2) e della loro dinamica della trasmissione.

Di conseguenza, un gruppo francese di ricercatori, piombo dal Dott. Paireau Juliette dall'istituto Pasteur a Parigi, ha mirato a valutare i tassi di attacco clinici secondari ed a segnare i fattori di rischio con esattezza che svolgono un ruolo nelle casse diventanti dei contatti, ma anche a stimare le catene di trasmissione ed i parametri chiave della diffusione virale.

Catene di trasmissione. (A) Catene osservate della trasmissione. Soltanto i casi/contatti confermati in questione in una catena con almeno uno hanno confermato il caso sono rappresentati. (B) distribuzione del sesso. (C) distribuzione dell
Catene di trasmissione. (A) Catene osservate della trasmissione. Soltanto i casi/contatti confermati in questione in una catena con almeno uno hanno confermato il caso sono rappresentati. (B) distribuzione del sesso. (C) distribuzione dell'età.

Usare il sistema di sorveglianza rigoroso

In questo studio, i ricercatori hanno analizzato i dati dettagliati riuniti durante le indagini retrospettive ed il contatto di scoppio che rintracciano nella fase in anticipo dell'epidemia in Francia - più specificamente, dal 24 gennaio 2020 fino al 30 marzo 2020, due settimane dopo il lockdown.

I dati sono stati usati per valutare dettagliatamente i tassi di attacco clinici secondari e per caratterizzare il rischio di contatto che si trasforma in un caso fra 6.082 contatti di 735 casi di indice analitico. Ancora, le catene di trasmissione sono state descritte, con la valutazione successiva dei parametri chiave della diffusione fra 328 infector/infectee accoppia.

I protocolli e le definizioni di caso si sono evoluti durante il periodo di studio per regolare alla situazione epidemica cambiante mentre la conoscenza nuova su SARS-CoV-2 e sulla sua trasmissione è emerso. Dopo la raccolta, tutti i dati sono stati digitati in un'applicazione basata sul Web sicura.

Rivelazione dell'importanza dei superspreaders

Questo studio ha trovato un tasso di attacco clinico secondario globale di 4,1%, che sono aumentato significativamente con l'età del caso di indice analitico e del contatto. I contatti della famiglia erano all'elevato rischio molto dei casi diventanti, mentre i contatti nell'ospedale erano ad più a basso rischio rispetto ai colleghe o agli amici.

Inoltre, la distribuzione dei casi secondari molto sovra-è stata dispersa, con 80% di sorgere secondario di casi dovuto soltanto 10% dei casi. L'intervallo seriale medio era dei 5,1 giorni nelle paia dirintracciamento, coerenti con i preventivi pubblicati dei 4 - 6 giorni ottenuti in simili contesti di isolamento di caso.

Per concludere, il numero medio dei casi secondari connessi con ogni caso di indice analitico era 0.3-0.9. Questi valori sono più bassi dei preventivi per il numero della riproduzione di SARS-CoV-2 in assenza di tutti gli interventi o immunità della popolazione, che è solitamente fra 2,5 e 3.

Lezioni apprezzate per gli epidemiologi

Questo studio definitivamente contribuisce a raffinare la nostra conoscenza della trasmissione SARS-CoV-2, particolarmente tenendo conto del significato degli eventi superspreading con tutte le implicazioni accompagnanti per gli sforzi di controllo.

“Nella nostra popolazione di studio, abbiamo trovato che il rischio di trasformarsi in un caso era due volte più di più alto per i più vecchi di 45 anni dei contatti confrontati a 15-29 anni„, autori di studio di punto culminante in questo documento del medRxiv.

“Interessante, i reticoli specifici all'età del contatto osservati nel nostro studio prima che le casse fossero isolate erano molto coerenti con quelli ottenuti in censimento della popolazione su grande scala eseguito in Francia nel 2012„, essi aggiungono.

Malgrado gli sforzi colossali stati necessari per realizzare il contatto che rintraccia durante gli eventi di scoppio, la raccolta e l'analisi adeguate di questo tipo di dati è chiave per comprensione migliore della trasmissione di malattia e l'adattamento delle strategie di controllo altamente efficienti.

Avviso *Important

il medRxiv pubblica i rapporti scientifici preliminari che pari-non sono esaminati e, pertanto, non dovrebbero essere considerati conclusivi, guida la pratica clinica/comportamento correlato con la salute, o trattato come informazioni stabilite.

Journal reference:
Dr. Tomislav Meštrović

Written by

Dr. Tomislav Meštrović

Dr. Tomislav Meštrović is a medical doctor (MD) with a Ph.D. in biomedical and health sciences, specialist in the field of clinical microbiology, and an Assistant Professor at Croatia's youngest university - University North. In addition to his interest in clinical, research and lecturing activities, his immense passion for medical writing and scientific communication goes back to his student days. He enjoys contributing back to the community. In his spare time, Tomislav is a movie buff and an avid traveler.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Meštrović, Tomislav. (2020, November 22). Lo studio caratterizza le catene ed i reticoli in anticipo della trasmissione COVID-19 in Francia. News-Medical. Retrieved on September 17, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20201122/Study-characterizes-early-chains-and-patterns-of-COVID-19-transmission-in-France.aspx.

  • MLA

    Meštrović, Tomislav. "Lo studio caratterizza le catene ed i reticoli in anticipo della trasmissione COVID-19 in Francia". News-Medical. 17 September 2021. <https://www.news-medical.net/news/20201122/Study-characterizes-early-chains-and-patterns-of-COVID-19-transmission-in-France.aspx>.

  • Chicago

    Meštrović, Tomislav. "Lo studio caratterizza le catene ed i reticoli in anticipo della trasmissione COVID-19 in Francia". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20201122/Study-characterizes-early-chains-and-patterns-of-COVID-19-transmission-in-France.aspx. (accessed September 17, 2021).

  • Harvard

    Meštrović, Tomislav. 2020. Lo studio caratterizza le catene ed i reticoli in anticipo della trasmissione COVID-19 in Francia. News-Medical, viewed 17 September 2021, https://www.news-medical.net/news/20201122/Study-characterizes-early-chains-and-patterns-of-COVID-19-transmission-in-France.aspx.