Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il modello transgenico del mouse ha potuto ricapitolare COVID-19 severo in esseri umani

I ricercatori negli Stati Uniti e nel Canada hanno descritto il potenziale affinchè un modello transgenico del mouse serviscano da efficace piattaforma per lo studio sull'infezione di coronavirus 2 di sindrome respiratorio acuto severo (SARS-CoV-2) e sul corso severo di malattia in esseri umani.

Come recentemente riferito in immunologia della natura del giornale, il modello divide molte funzionalità della malattia severa 2019 (COVID-19) di coronavirus nella gente e potrebbe essere utile per la valutazione delle droghe immunomodulatory e basate a antivirale.

“Sebbene i modelli animali siano stati valutati per l'infezione SARS-CoV-2, nessuno completamente hanno ricapitolato i fenotipi di affezione polmonare veduti in esseri umani che sono stati ospedalizzati,„ dicono il gruppo dalla scuola di medicina dell'università di Washington e dall'apparecchio respiratorio scientifico di SCIREQ a Montreal.

Ora, i ricercatori hanno indicato che l'inizio della malattia clinica severa si è presentato nei mouse transgenici pochi giorni dopo l'infezione virale alzata e sono stati associati con gli alti livelli di infiltrazione le celle immuni e dei mediatori infiammatori nel polmone.

“Questo corso è notevolmente coerente con la malattia umana in cui la replicazione virale in anticipo della rapida è seguita dalle risposte infiammatorie, che sono credute per contribuire a patologia, alla morbosità ed alla mortalità,„ scrive Emma Winkler (scuola di medicina dell'università di Washington) e colleghi.

Il corso di malattia SARS-CoV-2 è altamente variabile

Le manifestazioni cliniche dell'infezione SARS-CoV-2 sono altamente variabili, variando da delicato o persino da nessun sintomi ai risultati severi, compreso l'errore dell'multi-organo e la morte.

Per infettare le cellule ospiti, il virus usa una struttura di superficie chiamata la proteina della punta per legare e fondere con l'enzima di conversione dell'angiotensina umano 2 (hACE2) del ricevitore.

Questa associazione di hACE2 soprattutto dirige il virus verso i pneumocytes all'interno del polmone, in cui può causare la lesione, l'infiammazione e l'emergenza respiratoria interna.

“Lo sviluppo delle contromisure che diminuiscono la morbosità COVID-19 e la mortalità è una priorità per la comunità di ricerca globale ed i modelli animali sono essenziali per questo sforzo,„ ha detto Winkler ed i colleghi.

Tuttavia, nessun modello animale ancora è stato sviluppato che riprende la malattia severa che si presenta in esseri umani.

I criceti, furetti e perfino primati non umani, per esempio, sviluppano soltanto la malattia del delicato--moderato ed i modelli convenzionali del mouse non supportano l'associazione SARS-CoV-2.

“Così, i modelli animali supplementari sono necessari permettere alla comprensione della biologia dell'infezione severa SARS-CoV-2 nel polmone e la valutazione dell'efficacia delle contromisure antivirali ed immunomodulatory,„ scrive i ricercatori.

Il modello dei mouse di K18-hACE2-transgenic

Una piattaforma che è stata indicata per causare l'infezione letale di SAR in animali è il modello del mouse di K18-hACE2-transgenic, in cui la riuscita espressione hACE2 è determinata dal promotore delle cellule epiteliali cytokeratin-18 (K18).

Il modello inizialmente è stato sviluppato per studiare la patogenesi di SARS-CoV-1 che segue lo scoppio 2002 - 2003 di SAR.

Ora, Winkler ed il gruppo hanno esaminato i mouse di hACE2-transgenic come modello potenziale dell'infezione SARS-CoV-2 e della malattia severa successiva COVID-19.

Che cosa lo studio ha trovato?

A seguito dell'inoculazione intranasale SARS-CoV-2, i mouse si sono avvi perdere il peso gli appena 4 giorni post-infezione ed avevano soccombuto alla malattia severa di giorno 7.

Gli alti livelli di RNA virale e del virus contagioso sono stati individuati nei polmoni fin dai 2, 4 e 7 giorni che seguono l'inoculazione.

La funzione polmonare è diminuito gli appena quattro giorni dopo che i titoli virali hanno alzato e sono stati accompagnati da infiltrazione dei monociti, neutrofili ed hanno attivato le celle di T nel polmone come pure gli alti livelli delle citochine e dei chemokines pro-infiammatori.

Questa combinazione di infezione e di infiammazione piombo allo sviluppo di polmonite interstiziale severa caratterizzata dagli spazi alveolari crollati, dallo scambio gassoso compromesso e dall'irrigidimento del parenchima polmonare.

Un piccolo modello animale attraente per la comprensione del COVID-19 severo

Questo corso di malattia è “notevolmente coerente con la malattia umana,„ dica i ricercatori, che rende al mouse K18-hACE2 un piccolo modello animale attraente per la comprensione della patogenesi di COVID-19 severo.

“A causa della sue malattia severa ed infiltrazione intensa delle cellule immuni, il modello K18-hACE2 dell'infezione SARS-CoV-2 può facilitare la valutazione di immunomodulatory e le droghe antivirali contro COVID-19 e la nostra comprensione dei meccanismi immune-mediati della patogenesi,„ conclude il gruppo.

Journal reference:
Sally Robertson

Written by

Sally Robertson

Sally first developed an interest in medical communications when she took on the role of Journal Development Editor for BioMed Central (BMC), after having graduated with a degree in biomedical science from Greenwich University.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Robertson, Sally. (2020, November 26). Il modello transgenico del mouse ha potuto ricapitolare COVID-19 severo in esseri umani. News-Medical. Retrieved on January 23, 2022 from https://www.news-medical.net/news/20201126/Transgenic-mouse-model-could-recapitulate-severe-COVID-19-in-humans.aspx.

  • MLA

    Robertson, Sally. "Il modello transgenico del mouse ha potuto ricapitolare COVID-19 severo in esseri umani". News-Medical. 23 January 2022. <https://www.news-medical.net/news/20201126/Transgenic-mouse-model-could-recapitulate-severe-COVID-19-in-humans.aspx>.

  • Chicago

    Robertson, Sally. "Il modello transgenico del mouse ha potuto ricapitolare COVID-19 severo in esseri umani". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20201126/Transgenic-mouse-model-could-recapitulate-severe-COVID-19-in-humans.aspx. (accessed January 23, 2022).

  • Harvard

    Robertson, Sally. 2020. Il modello transgenico del mouse ha potuto ricapitolare COVID-19 severo in esseri umani. News-Medical, viewed 23 January 2022, https://www.news-medical.net/news/20201126/Transgenic-mouse-model-could-recapitulate-severe-COVID-19-in-humans.aspx.