Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il HIV “droga di meraviglia„ non può essere efficace quanto sperato in Africa Subsahariana, studio suggerisce

Dolutegravir, il trattamento prima linea corrente per il HIV, non può essere efficace quanto sperato in Africa Subsahariana, suggerisce la nuova ricerca pubblicata sulla Giornata mondiale contro l'AIDS. Lo studio trova che questa cosiddetta “droga di meraviglia„ può essere meno efficace in pazienti resistenti alle più vecchie droghe.

Poichè il HIV si copia e le repliche, può sviluppare gli errori, o “le mutazioni„, nel suo codice genetico (il suo RNA). Mentre una droga può inizialmente potere sopprimere o persino uccidere il virus, determinate mutazioni possono permettere che il virus sviluppi la resistenza ai sui effetti. Se uno sforzo mutato comincia a spargersi all'interno di una popolazione, può significare che le una volta efficaci droghe non possono più curare la gente.

Il trattamento del HIV consiste solitamente di un cocktail delle droghe che comprende un tipo di droga conosciuto come un inibitore inverso-transcriptase del non nucleoside (NNRTI). Tuttavia, negli ultimi anni, il HIV ha cominciato a sviluppare la resistenza a NNRTIs. Fra 10% e 15% dei pazienti in molta dell'Africa Subsahariana sono infettati da uno sforzo del HIV resistente a queste droghe. Se un paziente è infettato con uno sforzo NNRTI-resistente, sono ai due al rischio aumentato triplo del venire a mancare di regime della droga.

Nel 2019, l'organizzazione mondiale della sanità ha cominciato a raccomandare il dolutegravir come il trattamento prima linea preferito per il HIV nella maggior parte delle popolazioni. Dolutegravir è stato definito “una droga di meraviglia„ perché era sicuro, potente e redditizio e scienziati non aveva veduto farmacoresistenza contro di nei test clinici. Tuttavia, ci sono pochi dati sul successo di dolutegravir contro gli sforzi di circolazione del HIV in Africa Subsahariana.

In uno studio pubblicato oggi nelle comunicazioni della natura, un gruppo internazionale dei ricercatori dal Sudafrica, il Regno Unito e U.S.A. hanno esaminato il codice genetico del HIV per determinare se le mutazioni di farmacoresistenza in 874 volontari che vivono con il HIV pregiudicassero il loro successo del trattamento. Le persone sono state iscritte ad un test clinico per la gente che inizia il trattamento del HIV per confrontare due regimi della droga: efavirenz, un NNRTI e una terapia prima linea priore nella regione e dolutegravir.

Lo scopo di questo studio era di determinare se la farmacoresistenza a efavirenz prima dell'iniziare il trattamento ha pregiudicato il successo del trattamento (soppressione del virus nel sangue) nel corso dei primi due anni di terapia con entrambi due regimi.

Come previsto, la presenza di farmacoresistenza ha diminuito sostanzialmente le probabilità di successo del trattamento nella gente che cattura il efavirenz, sopprimenti con successo il virus oltre 96 settimane in 65% dei partecipanti confrontati a 85% delle persone non resistenti. Tuttavia, inatteso, lo stesso reticolo era vero per le persone che catturano ai i trattamenti basati dolutegravir: 66% di quelli con le mutazioni della resistenza del efavirenz è rimanere soppresso oltre 96 weeeks confrontati a 84% di quelli senza le mutazioni. Queste relazioni hanno sostenuto dopo avere rappresentato altri fattori, quale aderenza del trattamento.

Completamente abbiamo invitare il efavirenz per essere meno efficace fra gli sforzi di HIV dei pazienti resistenti a NNRTIs. Che cosa ci ha catturati completamente dalla sorpresa era quel dolutegravir - una classe differente di droga che è generalmente efficace di fronte a farmacoresistenza - egualmente sarebbe meno efficace nella gente con questi sforzi resistenti.

Ora stiamo lavorando per prendere in giro fuori se questo fosse dovuto il virus o i partecipanti - per esempio, se la gente con la resistenza è meno probabile catturare regolarmente le loro pillole. Qualsiasi modo, se questo reticolo sostiene, potrebbe avere impatti ampi sulle nostre previsioni di controllo a lungo termine del trattamento per milioni di persone che catturano il dolutegravir nella regione.„

Dott. Mark Siedner, docente, policlinico dell'istituto di ricerca di salubrità dell'Africa, di Kwazulu Natal, del Sudafrica e di Massachusetts a Boston, Massachusetts

Il professor Ravi Gupta dal dipartimento di medicina all'università di Cambridge ha detto: “Questo una preoccupazione enorme. Dolutegravir molto è stato veduto come “una droga di meraviglia„, ma il nostro studio suggerisce che non potrebbe essere come efficace in un numero significativo dei pazienti che sono resistenti ad un'altra classe importante di droghe di antiretroviral.„

I ricercatori dicono che non è chiaro perché le mutazioni efavirenz-resistenti dovrebbero pregiudicare la predisposizione di dolutegravir, sebbene un'ipotesi sia che gli inibitori di integrase quale dolutegravir spingono il virus per ripiegare e subire una mutazione più velocemente, a loro volta la resistenza di sviluppo alla nuova droga in una corsa agli'armamenti evolutiva. Alternativamente, potrebbe essere dovuto aderenza difficile ai regimi terapeutici, anche se l'analisi ha rappresentato l'aderenza con due metodi indipendenti. Ulteriore ricerca è necessaria scoprire perché.

Il professor Gupta ha aggiunto: “Che cosa questo mostra è che dobbiamo urgentemente dare la priorità al punto delle prove di cura per identificare la gente con il HIV di farmacoresistenza, specialmente contro efavirenz ed a più molto attentamente ed esattamente riflettiamo l'aderenza del trattamento. Lo sviluppo di tali prove è in una fase avanzata, ma là in una mancanza di investimento dai finanziatori e nei donatori filantropici. Abbiamo bisogno urgentemente delle agenzie e delle persone di fare un passo in avanti e contribuire a supportare questi programmi.

“Inoltre, dobbiamo consentire l'accesso diffuso al video virale del caricamento in moda da poterci trovare noi coloro che sta lottando, ottiene loro su più i regimi appropriati e limita l'emergenza della resistenza quando i pazienti stanno venendo a mancare la terapia.„

Source:
Journal reference:

Siedner, M.J., et al. (2020) Reduced efficacy of HIV-1 integrase inhibitors in patients with drug resistance mutations in reverse transcriptase. Nature Communications. doi.org/10.1038/s41467-020-19801-x.