Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

da impianto autologo indotto da matrice del chondrocyte mostra il simile beneficio alle alternative di terapia

L'impianto autologo del chondrocyte (ACI) è stato utilizzato in adulti con i difetti profondi della cartilagine per oltre 30 anni e più ulteriormente è stato sviluppato e modificato stato col passare del tempo. Per la procedura più recente, da ACI indotto da matrice (M-ACI), effetti favorevoli è indicato stato suggerente che i vantaggi fossero almeno comparabili a quelli delle alternative di terapia. Non ci sono vantaggi evidenti per le altri due più vecchie procedure, del ACI coperto di collageno (ACI-C) ed ACI con un alettone periosteal (ACI-P)

Ciò è la conclusione della relazione finale che l'istituto tedesco per qualità e risparmio di temi nella sanità (IQWiG) ora ha presentato a nome del comitato misto federale (G-BA). Il vantaggio paziente-pertinente di tutte e tre le generazioni di ¬ di ACI - ACI-P, ACI-C o M-ACI - è stato studiato.

da ACI indotto da matrice offre i vantaggi tecnici

Il ACI è stato utilizzato per molti anni in Germania per trattare i difetti della cartilagine in adulti che pregiudicano più di 50 per cento della profondità della cartilagine o che avanzano nell'osso di fondo. Oggi, M-ACI è la tecnica più comunemente usata; secondo parecchie osservazioni sul rapporto preliminare, le due più vecchie procedure, ACI-C e ACI-P, più non hanno alcuna pertinenza pratica.

Nella procedura in due tempi, la cartilagine in primo luogo è eliminata, coltivata in un laboratorio e poi è impiantata nel difetto ad un secondo punto. In M-ACI, le celle coltivate della cartilagine direttamente sono fissate su una matrice dei portafili e reimplanted nell'area di difetto della cartilagine. Questo progresso tecnico sostituisce la fissazione più complessa ed il sigillamento a tenuta d'acqua di una sospensione delle cellule nel difetto della cartilagine che è richiesto con le più vecchie procedure - nel caso di ACI-P facendo uso del periostio o nel caso di ACI-C facendo uso di una membrana del collageno. In generale, M-ACI rende la chirurgia molto più facile.

Effetti favorevoli soltanto con M-ACI

Sulla base di una meta-analisi dei dati di studio da sette RCTs, può essere presupposto che la procedura di M-ACI abbia un vantaggio almeno comparabile a quello delle alternative di terapia come microfracturing o mosaicplasty: Gli effetti significativi a favore di M-ACI sono stati indicati statisticamente per la funzione del ginocchio e la qualità di vita correlata con la salute, ma non erano di una grandezza clinicamente pertinente. I risultati per altri risultati egualmente indicano quasi senza eccezione un vantaggio di M-ACI, di modo che il camice un vantaggio per M-ACI almeno comparabile alle alternative di terapia può essere risoluto.

Le due più vecchie procedure, ACI-P e ACI-C, forniscono coerente i risultati peggiori una volta esaminato determinato: Sulla base dei risultati parzialmente contradditori da due RCTs su ogni procedura, nè un vantaggio di ACI-C e ACI-P è evidenti, nè può un simile beneficio alle alternative di terapia essere risoluto.

Procedura di produzione di rapporto

IQWiG ha pubblicato i risultati preliminari sotto forma di rapporto preliminare nel giugno 2020 ed ha invitato le osservazioni. Dopo il completamento della procedura di commento, il personale addetto al programma ha riveduto il rapporto preliminare e lo ha inviato come relazione finale all'agenzia di contratto, il G-BA, a novembre. La relazione finale contiene i cambiamenti che sono derivato dalla procedura di commento. Le osservazioni per iscritto ricevute sono state pubblicate in un atto separato contemporaneamente alla relazione finale.