Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La pandemia COVID-19 sottolinea le diseguaglianze razziali negli Stati Uniti: uno studio finalizzato del Michigan

Un gruppo dei ricercatori - dall'Yale University, dalla Wayne State University, dalla facoltà di medicina dell'università del Michigan, dal ministero del Michigan dei servizi sanitari e sociali e dalla scuola di medicina dell'università del Maryland - ha esplorato come la pandemia di malattia 2019 di coronavirus (COVID-19) ha pregiudicato sproporzionatamente gli Americani neri. Hanno esaminato le implicazioni della corsa sulla mortalità COVID-19 nello stato del Michigan per sottolineare l'emissione nazionale.

Sebbene la mortalità COVID-19 abbia pregiudicato sproporzionatamente gli Americani neri attraverso U.S.A., nel Michigan “le disparità sono ancora più rigide,„ notano i ricercatori. Mentre gli Americani neri rappresentano 14,1% della popolazione dello stato, il 5 novembre 2020, 35,0% delle mortalità in tutto lo stato COVID-19 si sono presentati in questo gruppo.

“Essere alla base di questo carico disparato,„ osserva i ricercatori, “sono le ingiustizie sistematiche nelle circostanze e nella salubrità socioeconomiche tramite la corsa, che urtano l'esposizione e la sopravvivenza di infezione.„

Studio: Disparità razziali nella mortalità COVID-19 attraverso il Michigan, Stati Uniti. Credito di immagine: Piccola nobiltà/Shutterstock di Robin J
Studio: Disparità razziali nella mortalità COVID-19 attraverso il Michigan, Stati Uniti. Credito di immagine: Piccola nobiltà/Shutterstock di Robin J

I risultati dello studio sono stati rilasciati sul " server " della pubblicazione preliminare del medRxiv*.

COVID-19 e diseguaglianza

I tendini di diseguaglianza sono sempre più evidenti in tempo della crisi - specialmente durante le crisi di salute pubblica. Come i ricercatori stessi osservano: “Attraverso la storia, le epidemie hanno pregiudicato inequitably le popolazioni vulnerabili nelle nostre società e la pandemia COVID-19 non fa eccezione.„

Altrettanto hanno notato, l'impatto globale di COVID-19 sulla salute pubblica globale e l'economia ha sottolineato le ingiustizie preesistenti dappertutto. Non solo ha le diseguaglianze rigide accentuate pandemia fra il nord globale ed il sud globale, ma egualmente ha sottolineato e diseguaglianze perfino esacerbate e preesistenti all'interno delle nazioni sviluppate.

Qui, un carico sproporzionato ha sbarcato ancora una volta sopra le intersezioni profonde ed antichissime che funzionano seguendo le righe razziali e socioeconomiche - specialmente in U.S.A.

Questa ricerca fa parte di un coro degli studi più iniziali che hanno montato i dati molto empirici sulla nozione che le persone nere hanno sopportato l'urto della precipitazione radioattiva economica e correlata con la salute dalla pandemia COVID-19.

Una serie di studi pubblicati all'inizio di quest'anno hanno dettagliato come i posti gradiscono New York - che è stato l'epicentro globale di COVID-19 per molto di 2020 - sega che i Newyorkesi del nero erano due volte probabili essere ospedalizzati che le loro controparti bianche. Con i Newyorkesi ispani, erano egualmente molto più probabili avvertire la morbosità e la mortalità di COVID-19-related.

U.S.A. come centro di tempesta

Dal marzo 2020, U.S.A. è stato l'epicentro globale della pandemia. In tutta la nazione, quasi 14 milione casi sono stati confermati e sopra 274,000 persone hanno perso le loro vite. Nel Michigan, oltre 370.000 casi e 9.400 morti sono stati riferiti.

Nervoso circa gli effetti economici di composto degli interventi non farmaceutici più rigorosi (NPIs), l'amministrazione di Trump è stata titubante imporre i regolamenti rigorosi - quali l'maschera-uso o i lockdowns - che potrebbero attenuare la crisi in corso.

Lo studio

I ricercatori hanno valutato le mortalità COVID-19 nel Michigan facendo uso dei certificati di morte determinati determinato e dei dati di sorveglianza dal ministero del Michigan dei servizi sanitari e sociali dal 16 marzo al 26 ottobre 2020.

È stato trovato che fra le 6.065 morti di COVID-19-related, le persone nere erano 3,6 volte più probabili da morire da COVID-19 che le loro controparti bianche. Inoltre, le persone nere al di sotto di 65 anni senza comorbidities hanno avute un tasso di mortalità 12,6 volte superiore alle loro controparti bianche.

Registrando per ottenere l'età, il sesso ed i comorbidities, i ricercatori egualmente hanno trovato che le persone del nero in tutti gli strati erano all'elevato rischio della mortalità COVID-19 che i loro pari bianchi.

Tassi di mortalità COVID-19 per popolazione 100.000 fra i residenti in bianco e nero del Michigan ed i residenti del Michigan complessivi da area della tabulazione di codice postale. Il tasso di mortalità per popolazione 100.000 varia da 0 (giallo) a 100+ (porpora). Il più alto tasso di mortalità per popolazione 100.000 è 5263. Le regioni grigio scuro indicano le aree della tabulazione di codice postale dove nessuna morte COVID-19 per una corsa particolare ha accaduto e le regioni grigio chiaro indicano le aree della tabulazione di codice postale dove nessuna morte riferita COVID-19 ha avuto luogo. Questi tassi di mortalità sono basati su 6027 morti COVID-19 fra i residenti del Michigan sparsi attraverso lo stato fra il 16 marzo ed il 26 ottobre 2020, di cui 5809 persone sono bianco o il nero. Il totale include le persone di tutte le corse. La mappa di inserzione rappresenta l
Tassi di mortalità COVID-19 per popolazione 100.000 fra i residenti in bianco e nero del Michigan ed i residenti del Michigan complessivi da area della tabulazione di codice postale. Il tasso di mortalità per popolazione 100.000 varia da 0 (giallo) a 100+ (porpora). Il più alto tasso di mortalità per popolazione 100.000 è 5263. Le regioni grigio scuro indicano le aree della tabulazione di codice postale dove nessuna morte COVID-19 per una corsa particolare ha accaduto e le regioni grigio chiaro indicano le aree della tabulazione di codice postale dove nessuna morte riferita COVID-19 ha avuto luogo. Questi tassi di mortalità sono basati su 6027 morti COVID-19 fra i residenti del Michigan sparsi attraverso lo stato fra il 16 marzo ed il 26 ottobre 2020, di cui 5809 persone sono bianco o il nero. Il totale include le persone di tutte le corse. La mappa di inserzione rappresenta l'area metropolitana ed il silice di Detroit.

Perché è questo?

I ricercatori illustrano che le ingiustizie nella mortalità sono determinate non dal carico di comorbidity o dalla vecchiaia ma dalle diseguaglianze strutturali in corso. Il gruppo ha evidenziato due aree chiave, tra l'altro, che rappresentano come le sproporzioni nella mortalità COVID-19 si riferiscono alle disparità razziali sistematiche.

Il primo è un più alto rischio professionale per molti Americani neri. “Mentre 47 - 49% delle persone bianche riferiscono potere lavorare dalla casa, solo 34 - 39% delle persone nere hanno lo stesso privilegio. Ancora, gli Americani neri sono occupati sproporzionatamente nel terziario essenziale del contatto a basso reddito e di ordine superiore all'interno di cui il congedo per malattia è scoraggiato spesso ed uncompensated.„

Il secondo è ingiustizie di lunga durata di sanità. I pazienti neri COVID-19 sono stati trovati per non ricevere subito il primo soccorso quanto le loro controparti bianche, un fattore che è conosciuto per influenzare la sopravvivenza. I ricercatori legano questo a tre fattori no ecclusivi che possono contribuire a questa differenza: barriere finanziarie che trattengono alla ricerca di cura, penuria della prova e tendenziosità razziale fra i fornitori di cure mediche.

Il gruppo suggerisce che queste ingiustizie avanzino il punto culminante come le disparità di fondo attraverso le corse sono composte in tempo delle crisi.

Conclusione

I ricercatori ritengono che le riforme egalitarie di sanità e del sociale possano lavorare per riparare questi squilibri.

Gli effetti di COVID19 indicato qui evidenziano un'esigenza dell'allocazione correttiva delle risorse dagli enti federali e locali che attenuerebbero il tributo delle crisi di salute pubblica sulle popolazioni vulnerabili. La sanità universale, gli stipendi viventi per tutti i lavoratori ed il congedo per malattia pagato saranno primi punti importanti nell'indirizzo delle ingiustizie razziali negli Stati Uniti.„

Molti guarderanno come l'amministrazione di Biden supplica questi polemico e questione spinosa mentre il presidente eletto ammette l'ufficio.

Avviso *Important

il medRxiv pubblica i rapporti scientifici preliminari che pari-non sono esaminati e, pertanto, non dovrebbero essere considerati conclusivi, guida la pratica clinica/comportamento correlato con la salute, o trattato come informazioni stabilite.

Sources:
Journal references:
Dan Hutchins

Written by

Dan Hutchins

Dan graduated from Oxford Brookes University with a BA in History and Politics and the University of Cambridge with an MPhil in Political Thought and Intellectual History. He has a professional background in scholarly and non-fiction publishing, working in editorial both on the history list at Bloomsbury Publishing Plc and within the major reference division at the Royal Pharmaceutical Society.  He has wide interdisciplinary interests, particularly where the humanities and the natural sciences intersect, but is above all exercised by the human capacity to construct and tell stories out of a complex world – and this is exactly what brings him to AzoNetwork. In his spare time, Dan is an avid reader of both fiction and non-fiction, a keen walker and a hobbyist screenwriter.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Hutchins, Dan. (2021, January 05). La pandemia COVID-19 sottolinea le diseguaglianze razziali negli Stati Uniti: uno studio finalizzato del Michigan. News-Medical. Retrieved on September 20, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20201206/COVID-19-pandemic-underscores-racial-inequalities-in-US-a-Michigan-case-study.aspx.

  • MLA

    Hutchins, Dan. "La pandemia COVID-19 sottolinea le diseguaglianze razziali negli Stati Uniti: uno studio finalizzato del Michigan". News-Medical. 20 September 2021. <https://www.news-medical.net/news/20201206/COVID-19-pandemic-underscores-racial-inequalities-in-US-a-Michigan-case-study.aspx>.

  • Chicago

    Hutchins, Dan. "La pandemia COVID-19 sottolinea le diseguaglianze razziali negli Stati Uniti: uno studio finalizzato del Michigan". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20201206/COVID-19-pandemic-underscores-racial-inequalities-in-US-a-Michigan-case-study.aspx. (accessed September 20, 2021).

  • Harvard

    Hutchins, Dan. 2021. La pandemia COVID-19 sottolinea le diseguaglianze razziali negli Stati Uniti: uno studio finalizzato del Michigan. News-Medical, viewed 20 September 2021, https://www.news-medical.net/news/20201206/COVID-19-pandemic-underscores-racial-inequalities-in-US-a-Michigan-case-study.aspx.