Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il nuovo rapporto sottolinea la necessità di applicare le cure domiciliari in tutta la progettazione pandemica

Decine di migliaia di residenti di Massachusetts dipendono da cure domiciliari supportare la loro salubrità mentre invecchiano o fanno fronte alle sfide fisiche.

Quella cura richiede spesso il contatto personale vicino, aumentante il rischio di contratto del COVID-19 fra sia i clienti di cure domiciliari che gli aiutanti che forniscono la loro cura.

I risultati da un'indagine hanno pubblicato oggi dal progetto sicuro di cure domiciliari a UMass Lowell ed il centro di Betsy Lehman per la sottolineatura paziente della sicurezza la necessità ora di agire per sostenere la sicurezza dei servizi di cure domiciliari e per proteggere sia i lavoratori che i clienti.

Le cure domiciliari sono un'alternativa importante agli ospedali ed alle case di cura, particolarmente per la prevenzione di infezione durante la pandemia COVID-19. Ma tenere i clienti e la cassaforte dei lavoratori a casa porta le sfide differenti che in ospedali. I risultati di questo rapporto sottolineano le necessità di comprendere le cure domiciliari in tutta la pianificazione pandemica di sanità e di adattare i materiali educativi, l'orientamento di pratica ed altre risorse per la consegna di cura nelle case.„

Margaret Quinn, ScD, il co-author di rapporto ed il progetto sicuro di cure domiciliari piombo, professore emerito del ministero della salute pubblica, università di Massachusetts Lowell

Secondo i gestori alle agenzie di cure domiciliari che hanno partecipato all'indagine di giugno, l'esposizione potenziale a COVID-19 è una preoccupazione significativa fra gli aiutanti ed i clienti di cure domiciliari. Una maggioranza delle agenzie esaminate riferite avere sia i lavoratori che clienti verifica il positivo a COVID-19 o esibisce i sintomi del virus.

I risultati di indagine egualmente includono:

  • Il personale di approvvigionamento con dispositivi di protezione individuale (PPE) è sia una massima priorità che una sfida per le agenzie;
  • L'orientamento e le polizze da proteggere da COVID-19 sono difficili da interpretare ed applicarsi all'ambiente di cure domiciliari;
  • La comunicazione contradditoria circa l'esposizione COVID-19 compromette gli sforzi della sicurezza e di prevenzione.

I risultati dell'indagine, con l'aspettativa che COVID-19 continuerà a fare circolare finché un vaccino non sia disponibile facilmente, indica che gli sforzi per staccare la diffusione dal gambo di COVID-19 nella necessità dello stato di rappresentare il ruolo di cure domiciliari nella sanità, nell'inabilità e nell'anziano si preoccupano i sistemi fornendo una struttura per l'orientamento di pratica ed assicurando le risorse per impedire la diffusione dell'infezione fra i lavoratori ed i clienti.

Gli autori del rapporto indicano che le cure domiciliari saranno migliorate permettendo la stessa considerazione alle agenzie ed ai lavoratori che sono dati ad altri organizzazioni e lavoratori di salubrità di linea di battaglia. Quello comprende la fornitura:

  • Informazioni perseguibili su stato di infezione COVID-19 dei clienti;
  • Access a e finanziamento per le offerte di disinfezione e del PPE;
  • Addestramento robusto sull'uso adeguato del PPE compreso l'efficace prova di misura di N95s;
  • Access al collaudo tempestivo e libero COVID-19 sopra l'esposizione professionale o alla messa a punto dei sintomi;
  • Risorse informative sulle polizze COVID-19 relative alla regolazione di cure domiciliari.