Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I dati di governo sottovalutano l'impatto del sociale che distanzia nel gestire la diffusione COVID-19

La misura dell'impatto attenuarsi del sociale che distanzia sulla diffusione di COVID-19 è critica per la valutazione dell'efficacia delle restrizioni sociali e l'informazione delle decisioni politiche di criterio di integrità future.

Mentre la maggior parte dei studi hanno utilizzato le date casalinghe di governo nei loro modelli, la nuova ricerca trova che le persone realmente hanno cambiato il loro comportamento in reazione alla presenza di COVID-19 nel loro stato una mediana i 12 giorni prima di un lockdown di governo.

Ciò sottovaluta il sociale che di impatto distanziare ha nel gestire la diffusione del virus. La ricerca, sembrante nel giornale americano di medicina preventiva, pubblicato da Elsevier, esamina le variabili sociodemografiche pure e trova che il comportamento determinato attraverso i gruppi sicuri possa parzialmente rappresentare l'impatto sproporzionato di COVID-19 sulle comunità vulnerabili negli Stati Uniti.

A molti, distanziare del sociale e gli ordini casalinghi di governo sono collegati. Storicamente, tuttavia, il comportamento di salute pubblica ha variato drammaticamente dai mandati di governo, particolarmente seguendo le righe sociodemografiche. Usando il governo data come proxy per comportamento determinato, noi manca la variazione nell'approvazione del sociale che distanzia le pratiche - che, abbiamo scoperto, possono parzialmente rappresentare il più alto carico della malattia osservato nelle comunità vulnerabili. Non dovremmo essere troppo rapidi semplificare il comportamento della popolazione o della persona con le date di governo.„

Moustafa Abdalla, PhD, autore corrispondente di studio, facoltà di medicina di Harvard

I ricercatori hanno usato i dati del telefono cellulare da 1.124 contee attraverso 42 stati per quantificare il tempo fra quando le infezioni COVID-19 sono diventato prevalenti in uno stato (definito come 10 casi confermati) e quando le persone hanno cominciato a cambiare il loro comportamento, rispetto alla data di un ordine del casalingo di governo.

Un esame sistematico della letteratura è stato usato per valutare la sottovalutazione dell'impatto del sociale che distanzia sulle infezioni COVID-19 una volta misurato entro le date casalinghe di governo invece dei dati di mobilità. Un modello di apprendimento automatico delle variabili sociodemografiche è stato usato per spiegare la variazione delle nelle more livelle della contea nel distanziare sociale.

Attraverso tutti e 42 i stati con gli ordini casalinghi, le persone hanno cominciato a passare più tempo a casa prima dei lockdowns di governo e continuato per restare a casa dopo che i lockdowns sono stati sollevati. Le persone hanno cominciato a distanziare socialmente una mediana dei cinque giorni dopo che COVID-19 è diventato localmente prevalente. In generale, la gente ha cominciato a distanziare socialmente i 12 giorni prima degli ordini dello stato per agire in tal modo.

I ricercatori hanno notato che gli studi facendo uso soltanto dei dati di governo hanno trovato una diminuzione di 10,2 per cento relativa al sociale che distanzia nel numero dei casi quotidiani rispetto ad una riduzione di 18,6 per cento facendo uso dei dati di mobilità; i dati di governo hanno catturato soltanto 55 per cento dell'impatto vero del sociale che distanzia gli ordini.

La pandemia COVID-19 ha evidenziato ed esacerbato molte delle disparità di salubrità che esistono in America. I ricercatori hanno esaminato 43 variabili sociodemografiche ed hanno trovato che 23 sono stati associati significativamente con una mora nel comportamento distanziante sociale determinato.

Le contee con meno formazione, più grandi popolazioni di minoranza ed altoparlanti non Più inglesi erano il più forte associate con una mora nel distanziare sociale.

I ricercatori suppongono che il più alti carico e mortalità di caso osservati fra queste comunità vulnerabili possano essere spiegati parzialmente da questi risultati. Le ragioni che sono alla base della perplessità alla distanza sociale potrebbero essere collegate con una diffidenza di scienza, di saper leggere e scrivere medico più basso, o della mancanza di risorse educative di lingua non Inglese, ma ulteriore ricerca è necessaria.

I ricercatori osservano che la loro ricerca dimostra che le decisioni per imporre o le restrizioni sociali dell'ascensore possono essere basate parzialmente sui modelli precedenti del sociale che distanziano l'efficacia che non hanno rappresentato correttamente gli interventi del governo difficili di predating di mobilità del sociale o della capacità. “La ricerca futura sugli effetti di distanziare del sociale non dovrebbe contare solamente sui punti di tempo di polizza, ma invece dovrebbe considerare la consapevolezza e l'atto retrodatati,„ il Dott. commentato Abdalla.

Source:
Journal reference:

Abdalla, M., et al. (2020) Asynchrony Between Individual and Government Actions Accounts for Disproportionate Impact of COVID-19 on Vulnerable Communities. American Journal of Preventive Medicine. doi.org/10.1016/j.amepre.2020.10.012.