Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Studio: La maggior parte dei pazienti incinti che hanno verificato il positivo a coronavirus erano asintomatici

La maggior parte delle donne incinte che hanno verificato il positivo a COVID-19 sull'arrivo alla sala parto era asintomatica, secondo un documento dai ricercatori di monte Sinai pubblicati giovedì 10 dicembre in PLOS uno. I pazienti incinti che hanno verificato il positivo a coronavirus erano egualmente più probabili di coloro che ha verificato la quantità negativa per identificare come latino-americano e per riferire il loro linguaggio primario come Spagnolo.

In uno studio rappresentativo retrospettivo delle selezioni universali per SARS-Cov-2, il virus che causa COVID-19, applicato nell'unità della consegna e di lavoro dell'ospedale di Elmhurst in Queens, New York, durante marzo e aprile, i ricercatori ha trovato che più di un terzo di quasi 130 donne incinte ha verificato il positivo a coronavirus.

Ciò è una proporzione elevata molto di quanto riferita ad altri ospedali in New York durante l'impulso pandemico e probabilmente relativa alle ingiustizie sociali sperimentate dalla popolazione circostante. L'ospedale di Elmhurst è un ospedale pubblico che servisce un diverso, popolazione paziente in gran parte immigrata ed a basso reddito che è stata influenzata severamente dalla pandemia COVID-19 in primavera. La maggior parte, o 72 per cento, dei pazienti incinti che hanno verificato il positivo era asintomatici, significando essi non non video alcuni sintomi connessi con COVID-19. Questi risultati aggiungono alla prova che c'era diffusione asintomatica iniziale e sfrenata della malattia in un momento in cui la maggior parte della comunità e la prova dell'ospedale sono state limitate alle persone sintomatiche.

Questo studio è istruttivo per altri unità ed ospedali della consegna e di lavoro attraverso il mondo poichè continuiamo a raffinare la preparazione pandemica. Nelle epidemie future, può essere prudente da osservare molto più presto i numeri della consegna e di lavoro di selezione sopra, poichè le donne incinte continuano a cercare la cura essenziale malgrado il sociale che distanzia le misure ed anche a rappresentare la giovane e popolazione in buona salute generale della comunità.„

Sheela Maru, MD, MPH, assistente universitario di salubrità globale ed ostetricia, ginecologia e scienza riproduttiva, scuola di medicina di Icahn al monte Sinai

Il Dott. Maru ha detto che la selezione universale nell'unità della consegna e di lavoro ha assicurato la sicurezza dei pazienti e del personale durante l'impulso acuto nelle infezioni COVID-19 con l'identificazione appropriata e l'isolamento delle donne incinte con i risultati dei test positivi. Le donne roomed dal loro stato ed erano consiglio successivo al parto fornito ed i protocolli di seguito adeguati al loro sociale specifico ha bisogno di.

Oltre al loro stato per COVID-19, lo studio ha esaminato i dati demografici dei pazienti compresi l'età, origine etnica, linguaggio primario, codice postale, stato civile e stato dell'assicurazione sanitaria e dati clinici compreso il modo di consegna, di durata del soggiorno e di comorbidities quali ipertensione, preeclampsia, l'obesità di prepregnancy, l'asma, il diabete, la depressione e l'ansia cronici.

Lo studio è stato sviluppato con partecipazione all'unità COVID-19 per la ricerca all'associazione di Elmhurst (CURE-19), un'iniziativa dall'istituto del Arnhold del monte Sinai per salubrità globale e salubrità di NYC + gli ospedali/Elmhurst per ricercare la pandemia e le cause di origine globali delle disparità di salubrità in New York.

Source:
Journal reference:

Maru, S., et al. (2020) Universal screening for SARS-CoV-2 infection among pregnant women at Elmhurst Hospital Center, Queens, New York. PLOS ONE. doi.org/10.1371/journal.pone.0238409.