Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio mostra come STAT5 ottimizza la funzione delle celle di T di CD4+ per determinare l'immunità antitumorale

L'immunoterapia del Cancro facendo uso delle celle immuni “del progettista„ ha rivoluzionato negli ultimi anni il trattamento del cancro. In questo tipo di terapia, le celle di T, un tipo di globulo bianco, sono raccolte dal sangue di un paziente e sono sottoposte all'ingegneria genetica per produrre le celle di T che portano una molecola sintetica definita ricevitore chimerico dell'antigene (CAR) che è destinato per permettere alle celle di T di riconoscere e distruggere le cellule tumorali.

Poi queste celle di T geneticamente modificate dell'AUTOMOBILE sono ampliate alle grandi quantità e sono infuse di nuovo al paziente.

Ad immunoterapie basate a cella dell'AUTOMOBILE T hanno veduto i risultati notevoli in alcuni pazienti con determinati tipi di cancri, ma più lavoro è necessario migliorare la persistenza e la funzione delle celle di T dell'AUTOMOBILE in moda da potere trarre giovamento più pazienti da questo tipo di terapia.

Un gruppo di scienziati al centro del Cancro della Georgia dell'università di Augusta recentemente ha riferito che le celle di T dell'AUTOMOBILE possono restare il tumore più lungo e mediato attivo che uccide più efficacemente quando STAT5, una molecola chiave di segnalazione, è tenuto in un intervento concreto all'interno delle celle di T dell'AUTOMOBILE.

“Il nostro studio mostra che quello esprimere un intervento concreto di STAT5 in celle di T può contrassegnato migliorare il risultato terapeutico della terapia a cellula T dell'AUTOMOBILE nei modelli di linfoma delle cellule del mouse,„ ha detto il Dott. Gang Zhou, un professore nel dipartimento di medicina all'istituto universitario medico della Georgia e un docente del programma dell'immunologia, di infiammazione e di tolleranza del Cancro al centro del Cancro della Georgia.

“Un punto culminante particolare del nostro studio è che rivela come STAT5 ottimizza la funzione delle celle di T di CD4+, un sottoinsieme a cellula T che svolge un ruolo critico nell'orchestrare le efficaci risposte immunitarie antitumorali.„

Zhou ed il suo gruppo hanno pubblicato i loro risultati in un rapporto nominato attivazione persistente STAT5 riprogrammano il paesaggio epigenetico in celle di T di CD4+ per determinare il polyfunctionality e l'immunità antitumorale nel giornale dell'immunologia di scienza alla fine d'ottobre.

Lo studio continua il lavoro precedente di Zhou sulla risposta a cellula T a interlukin-7 (IL-7), un fattore di crescita a cellula T che può avviare l'attivazione di STAT5 in celle di T. Zhou ed altri hanno indicato che l'attivazione della via di segnalazione IL-7/STAT5 è utile ad immunoterapia del cancro.

“Quando un paziente riceve le celle di T dell'AUTOMOBILE, una serie di ostacoli possono deragliare la terapia,„ Zhou ha detto.

“Le celle di T dell'AUTOMOBILE possono essere bloccate dall'entrare nei siti del tumore, o possono essere di breve durata o diventare disfunzionali dopo l'incontro delle cellule tumorali. La nostra ricerca mostra quella aggiungendo una molecola attivata STAT5, queste celle di T possono trovare il loro modo al tumore e possono restare attive dopo che uccidono le cellule tumorali. Questa molecola STAT5 può anche aiutare le celle di T dell'AUTOMOBILE a sopravvivere a più lungamente nell'organismo per impedire le cellule tumorali che ritornano.„

Mentre il lavoro di Zhou corrente è limitato al suo laboratorio dentro l'edilizia della ricerca del M. Bert Storey della Georgia del centro del Cancro, spera che qualche giorno l'applicazione possa fare il suo modo alla clinica di servizi di paziente esterno attraverso il connettore di collaborazione sospeso sopra il boulevard del camminatore di Laney.

Tuttavia, c'è ancora la più ricerca da fare in laboratorio la regolazione prima che l'approccio di attivazione STAT5 possa applicarsi agli esseri umani. Ciò comprende lo sviluppo di un modulo umano della molecola attiva STAT5 simile a che cosa sta utilizzando nei modelli del mouse. Inoltre, la sicurezza ed i profili della tossicità di questa applicazione devono essere valutati più vigoroso.

Siamo promettenti che alcuni progressi tecnologici recenti nell'assistenza tecnica a cellula T, quale il sistema viscoelastico del gene di suicidio, possono essere usati insieme alla strategia di STAT5-engineering per assicurare l'efficace ed applicazione sicura delle immunoterapie di cellula T dell'AUTOMOBILE.„

Dott. Gang Zhou, professore nel dipartimento di medicina all'istituto universitario medico del programma di Georgia, del docente, di immunologia del Cancro, di infiammazione e di tolleranza, centro del Cancro di Georgia

Source:
Journal reference:

Ding, Z-C., et al. (2020) Persistent STAT5 activation reprograms the epigenetic landscape in CD4+ T cells to drive polyfunctionality and antitumor immunity. Science Immunology.                               doi.org/ 10.1126/sciimmunol.aba5962.