Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'epitopo “megapools„ ha potuto contribuire a determinare i giochi a cellula T di immunità di ruolo in COVID-19

I ricercatori negli Stati Uniti ed in Australia hanno condotto un'analisi completa dei reticoli del riconoscimento di epitopo connessi con l'infezione di coronavirus 2 di sindrome respiratorio acuto severo (SARS-CoV-2) in esseri umani.

Il virus SARS-CoV-2 è responsabile della pandemia di malattia 2019 di coronavirus (COVID-19) che corrente ha scienziati correre per sviluppare gli efficaci vaccini e le terapie antivirali.

Il gruppo - dall'istituto di La Jolla per immunologia (LJI) in California, nell'università di California San Diego (UCSD) ed in Murdoch University, Perth - centinaia identificate di antigene umano del leucocita (HLA) classifica la I e gli epitopi Ii-limitati della classe SARS-CoV-2-derived di HLA. Lo studio ha rivelato i reticoli distinti del immunodominance SARS-CoV-2 che hanno differito fra le celle di T di CD4+, le celle di T di CD8+ e gli anticorpi.

Alessandro Sette e colleghi dice che alla loro conoscenza, nessuno studio fin qui ha descritto il repertorio degli epitopi a cellula T SARS-CoV-2 di CD8+ e di CD4+ con un livello comparabile di granularità o di larghezza.

Il gruppo ha combinato questi epitopi per creare il nuovo epitopo “megapools„ che può essere usato per misurare le risposte a cellula T virus-specifiche di CD8+ e di CD4+ e potrebbe facilitare la ricerca sul ruolo che l'immunità a cellula T svolge nell'infezione SARS-CoV-2 e in COVID-19.

Una versione della pubblicazione preliminare del documento è disponibile sul " server " del bioRxiv*, mentre l'articolo subisce la revisione tra pari.

Le risposte a cellula T sembrano modulare la severità COVID-19

Il corso di malattia che segue l'infezione SARS-CoV-2 è altamente variabile, variando da delicato o persino asintomatico, a polmonite virale severa, l'emergenza e l'multi-organo respiratori danneggiano.

Un organismo crescente di prova indica le risposte a cellula T di SARS-CoV-2-specific come modulatori chiave di questa severità di malattia. COVID-19 delicato è stato associato con l'anticorpo coordinato, la cellula T di CD4+ e le risposte a cellula T di CD8+, mentre i casi severi sono stati associati con una mancanza di coordinamento nelle risposte dell'anticorpo e cellulari.

Fin qui, la maggior parte dei studi che mirano a delineare il ruolo che il gioco a cellula T di risposte ha usato si riunisce dei peptidi predetti o di sovrapposizioni che misurano la sequenza degli antigeni differenti SARS-CoV-2. Tuttavia, gli epitopi a cellula T esatti e le regioni immunodominant dell'antigene in questione completamente non sono stati determinati.

“Definire un insieme completo delle specificità di epitopo è importante per parecchie ragioni,„ scrive i ricercatori.

Per esempio, la capacità di determinare se determinate regioni all'interno degli antigeni differenti SARS-CoV-2 sono immunodominant sarebbero chiave di assicurazione delle costruzioni vaccino non solo comprendono le regioni mirate a neutralizzando gli anticorpi, ma anche quelle capaci di consegna delle risposte a cellula T sufficienti.

Ancora, un'indagine completa degli epitopi di SARS-CoV-2-derived limitati da un insieme di HLAs differente che sono diversi attraverso la popolazione in genere contribuirebbe ad assicurare che risultati di studio fosse generalizzabile alle origini etniche differenti.

Che cosa i ricercatori hanno fatto?

Per identificare il reticolo del immunodominance attraverso i vari antigeni SARS-CoV-2 e per quantificare le risposte a cellula T di CD8+ e di CD4+ al virus, il gruppo ha studiato le risposte a cellula T epitopo-specifiche facendo uso dei campioni mononucleari delle cellule di sangue (PBMC) periferico prelevati da 99 donatori convalescenti adulti COVID-19.

Il proteome SARS-CoV-2 è stato sondato facendo uso di 1.925 peptidi di sovrapposizione differenti che hanno misurato l'intero genoma virale, per assicurare la copertura imparziale degli alleli differenti della classe II di HLA espressi attraverso il gruppo di studio.

Per la classe di HLA I, il gruppo ha selezionato i 5.600 raccoglitori preveduti supplementari per 28 alleli prominenti della classe I di HLA, rappresentanti 98,8% di copertura della classe I di HLA universalmente.

“Non siamo informati di alcun studio che descrive il repertorio degli epitopi a cellula T di CD8+ e di CD4+ riconosciuti nell'infezione SARS-CoV-2 con un livello comparabile di granularità o di larghezza,„ scriviamo il gruppo.

Che cosa hanno trovato?

I ricercatori hanno identificato diverse centinaia epitopi HLA-limitati di SARS-CoV-2-derived. Hanno osservato i chiari reticoli del immunodominance che hanno differito fra le celle di T di CD4+, le celle di T di CD8+ e gli anticorpi.

Un numero limitato degli antigeni rappresentato intorno a 80% della risposta e del camice totali, gli stessi antigeni era dominante per sia le risposte di CD8+ che di CD4+.

Tuttavia, la capacità obbligatoria di HLA era un determinante importante dell'immunizzazione per le celle di T di CD4+.

“Legare alle varianti allelic multiple di HLA è un meccanismo importante per ampliare l'immunizzazione potenziale degli epitopi del peptide e regioni specifiche all'interno di un antigene,„ dice Sette ed i colleghi.

Dopo, il gruppo ha aggettato le regioni dominanti a cellula T di CD4+ sulle strutture conosciute o prevedute della proteina SARS-CoV-2. Ciò ha rivelato che le regioni dominanti di epitopo sono differenti per le celle di T e di B.

“Questo è di importanza per sviluppo del vaccino, come l'inclusione delle sottoregione dell'antigene selezionate in base a dominanza per la reattività dell'anticorpo potrebbe provocare un immunogeno privo di attività a cellula T sufficiente di CD4+,„ scrive il gruppo.

A differenza delle regioni dominanti chiaramente distinte osservate per la cellula T di CD4+ e delle risposte dell'anticorpo, gli epitopi a cellula T di CD8+ si sono distribuiti costante in tutto i vari antigeni, suggerenti poco effetto posizionale nella distribuzione a cellula T di epitopo di CD8+.

“Nel caso delle risposte a cellula T di CD8+, i nostri dati evidenziano le differenze specifiche dell'HLA-allele nella frequenza e la grandezza delle risposte,„ scrive il gruppo. “Il nostro studio fornisce una carta stradale per l'inclusione delle regioni specifiche o degli epitopi discreti, per tenere conto la rappresentazione a cellula T di epitopo di CD8+ attraverso vario HLAs differente.„

Combinando gli epitopi nei megapools

In generale, questi esperimenti hanno identificato complessivamente 280 CD4+ e 454 epitopi a cellula T di CD8+, che i ricercatori si sono combinati nei nuovi megapools di epitopo per facilitare l'identificazione e la quantificazione delle celle di SARS-CoV-2-specific CD4+ e di T di CD8+.

Pianificazione mettere a disposizione questi raggruppamenti di epitopo in comunità scientifica at large e prevediamo che facilitino l'indagine successiva del ruolo di immunità a cellula T nell'infezione SARS-CoV-2 e in COVID-19,„ diciamo Sette ed i colleghi.

I ricercatori anticipano che i risultati di studio saranno utile significativo affinchè contribuire capiscano le risposte immunitarie all'infezione SARS-CoV-2 e per i sistemi diagnostici basati a t di sviluppo.

“Inoltre, i risultati fanno luce sui meccanismi del immunodominance di SARS-CoV-2, che hanno implicazioni per le interazioni di comprensione del host-virus come pure per progettazione vaccino,„ concludono.

Avviso *Important

il bioRxiv pubblica i rapporti scientifici preliminari che pari-non sono esaminati e, pertanto, non dovrebbero essere considerati conclusivi, guida la pratica clinica/comportamento correlato con la salute, o trattato come informazioni stabilite.

Journal reference:
Sally Robertson

Written by

Sally Robertson

Sally first developed an interest in medical communications when she took on the role of Journal Development Editor for BioMed Central (BMC), after having graduated with a degree in biomedical science from Greenwich University.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Robertson, Sally. (2020, December 14). L'epitopo “megapools„ ha potuto contribuire a determinare i giochi a cellula T di immunità di ruolo in COVID-19. News-Medical. Retrieved on April 21, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20201214/Epitope-e2809cmegapoolse2809d-could-help-determine-role-T-cell-immunity-plays-in-COVID-19.aspx.

  • MLA

    Robertson, Sally. "L'epitopo “megapools„ ha potuto contribuire a determinare i giochi a cellula T di immunità di ruolo in COVID-19". News-Medical. 21 April 2021. <https://www.news-medical.net/news/20201214/Epitope-e2809cmegapoolse2809d-could-help-determine-role-T-cell-immunity-plays-in-COVID-19.aspx>.

  • Chicago

    Robertson, Sally. "L'epitopo “megapools„ ha potuto contribuire a determinare i giochi a cellula T di immunità di ruolo in COVID-19". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20201214/Epitope-e2809cmegapoolse2809d-could-help-determine-role-T-cell-immunity-plays-in-COVID-19.aspx. (accessed April 21, 2021).

  • Harvard

    Robertson, Sally. 2020. L'epitopo “megapools„ ha potuto contribuire a determinare i giochi a cellula T di immunità di ruolo in COVID-19. News-Medical, viewed 21 April 2021, https://www.news-medical.net/news/20201214/Epitope-e2809cmegapoolse2809d-could-help-determine-role-T-cell-immunity-plays-in-COVID-19.aspx.