Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I nuovi criteri permettono la determinazione accurata della morte nelle situazioni di salvataggio della montagna

a best practice basati a prova per prendere a vita e morte le decisioni mediche in circostanze meno ideali, sviluppate da un comitato internazionale e pubblicate in regione selvaggia & nella medicina ambientale

La Commissione internazionale per la medicina di emergenza della montagna (ICAR MedCom) ha riunito un consiglio sanitario esperto per sviluppare ai i criteri basati a prova che tengono conto la determinazione accurata della morte nelle situazioni di salvataggio della montagna. Queste raccomandazioni compaiono in regione selvaggia & nella medicina ambientale, pubblicate da Elsevier.

Le attività nelle zone di montagna remote sono associate con un rischio aumentato di lesione o di decesso critica. Le emergenze mediche nella regione selvaggia provocano i risultati peggiori che quelle che accadono dove la guida è più accessibile.

Per esempio, nell'ambiente della montagna, i rischi quali i rockfalls, le valanghe, le intemperie o la visibilità ed i bassi livelli dell'ossigeno al limite di elevate altitudini salvano la capacità e la sicurezza.

In queste situazioni, particolarmente se l'esame fisico vicino di una persona apparentemente senza vita è impedito o l'esame da una persona autorizzata non può fare, può essere difficile essere assolutamente determinato che la morte ha accaduto.

Le linee guida per la determinazione della morte esistono, ma l'uso adeguato può essere difficile. Quando i soccorritori della montagna senza conoscenza medica specifica, addestramento ed esperienza sono i primi per raggiungere la vittima, molti fattori possono essere ingannevoli. I criteri di ICAR MedCom sono stati sviluppati a processo decisionale della valutazione per impedire a volte tutti gli errori durante questo compito difficile.

ICAR MedCom ha riunito un gruppo dei medici e di un medico legale per effettuare un'estesa revisione bibliografica per arrivare ai criteri permettendo la determinazione accurata della morte anche nelle situazioni estreme.„

Corinna A. Schön, MD, autore principale di studio e medico legale, ICAR MedCom, membro, istituto di medicina legale

“Le linee guida risultanti guideranno le squadre di soccorso per differenziarsi fra le situazioni in cui gli interventi come la rianimazione possono salvare le vite e non c'sono in quale là nessuna speranza della sopravvivenza della vittima.„ L'esame ha esaminato 79 articoli identificati con le ricerche di PubMed sulla determinazione della morte e degli argomenti attinenti.

Il riconoscimento dei segni definitivi della morte può essere problematico dovuto la variabilità nel corso di tempo e la possibilità dei mimi. Gli autori avvertono che soltanto i chiari criteri dovrebbero essere usati per determinare la morte da una distanza o dai laypersons che non sono preparati medicamente.

I segni definitivi della morte comprendono il lividity dipendente (scoloramento dell'interfaccia delle parti del corpo dipendenti); rigor mortis (irrigidimento dell'organismo); decomposizione; decapitazione ed altre lesioni completamente incompatibili con vita; organismo congelato (torace non compressibile); sepoltura/ostruzione delle vie respiratorie per più di 60 minuti nelle vittime della valanga con arresto cardiaco asystolic; immersione osservata dell'acqua per più di 90 minuti; ed incenerimento di tutte le superfici visibili dell'organismo).

L'assenza di funzioni vitali da solo non è definitiva. In alcune situazioni, una persona senza le funzioni vitali può essere rianimata.

Poiché c'è la variabilità internazionale e regionale nei regolamenti legali, i soccorritori della montagna dovrebbero avere una conoscenza di con i regolamenti applicabili nelle loro proprie aree e dovrebbero applicare le procedure specifiche per la determinazione della morte e la gestione dell'evento.

Il Dott. Schön celebre, “la sicurezza delle squadre di soccorso deve catturare sempre la priorità nelle decisioni circa se intraprendere un salvataggio.„ Ha aggiunto che una determinazione sbagliata della morte e di un'omissione eseguire la rianimazione che quella piombo ad una morte probabilmente evitabile può avere conseguenze emozionali e legali terribili per sia parenti prossimi che i soccorritori.

Source:
Journal reference:

Schön, C. A., et al. (2020) Determination of Death in Mountain Rescue: Recommendations of the International Commission for Mountain Emergency Medicine (ICAR MedCom). Wilderness & Environmental Medicine. doi.org/10.1016/j.wem.2020.06.013.