Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La dieta della madre mentre allattare può modellare il profilo degli oligosaccaridi umani del latte

La ricerca ha indicato che il latte umano è la sorgente ottimale di nutrizione per i neonati e gli infanti. Conferisce la protezione contro entrambe le malattie infantili immediatamente pericolose quale enterocolite necrotizzantesi come pure malattie successive di inizio in adulti, come l'obesità, il diabete e la malattia di viscere infiammatoria. La prova scientifica suggerisce che ché madre mangia mentre sta allattando può modulare la composizione utile del latte materno, ma i meccanismi di fondo in questione non sono stati delucidati.

In un nuovo studio pubblicato nei rapporti scientifici della natura, i ricercatori dall'istituto universitario di Baylor di medicina, l'ospedale pediatrico del Texas ed altre istituzioni descrivono un meccanismo naturale che può modificare i vantaggi di latte materno. Riferiscono la prima prova che la dieta mentre allattare può modellare il profilo degli oligosaccaridi umani del latte, (HMO) un tipo della madre di carboidrato complesso nel latte materno. Il cambiamento del HMOs, che sono alimento e foraggio per i microbi sani, a sua volta modifica le abilità funzionali del microbiome del latte. È stato proposto che l'istituzione di un microbiome sano nel neonato e nell'infante influenzasse la salubrità metabolica per tutta la vita.

“Nel lavoro precedente in entrambi gli esseri umani e primati, abbiamo trovato che ché donna incinta mangia durante la gravidanza ha la capacità di pregiudicare la salubrità metabolica per tutta la vita del suo bambino. Nello studio che corrente presentiamo la prima prova che indica che la dieta di una madre di allattamento al seno può direttamente pregiudicare la composizione nel HMO del latte,„ ha detto il Dott. senior e corrispondente Kjersti Aagaard dell'autore, la presidenza di Emma e di Henry Meyer in ostetricia e ginecologia e professore della genetica molecolare ed umana a Baylor.

“Questo era particolarmente emozionante, poiché HMOs è sostanze basicamente inerti ad una madre o al suo bambino. Tuttavia, esercitano le loro indennità-malattia fungendo da alimento o foraggio ai microbi -- entrambi i batteri ed alcuni virus. Ciò sembra essere un esempio molto interessante da dove che cosa mangiamo le influenze i nostri microbi via un composto intermedio (il HMOs), che facciamo ma direttamente non traggono giovamento. Ci dà un'occhiata affascinante in cui noi ed altri crediamo siamo un trattamento naturale di co-evoluzione,„ Aagaard ha detto.

Lavorando con il Dott. Morey Haymond, professore di pediatria-nutrizione a Baylor, il gruppo dei ricercatori ha fornito alle madri di allattamento al seno tutti i loro pasti in una regolazione controllata al centro di ricerca della nutrizione dei bambini di usda. Le madri hanno consumato una dieta particolare per 30 - 70 ore. Dopo un periodo di due settimane di interruzione, la stessa donna ha mangiato una dieta differente anche fornita dai ricercatori.

I ricercatori hanno raccolto con attenzione i campioni del latte da ogni oggetto a questi punti differenti di tempo compreso la dieta “opzioni.„ In questo modo, ogni donna potrebbe servire da suo proprio controllo, qualcosa citato come progettazione di prova “dell'incrocio„. Ciò ha aiutato i ricercatori a gestire per la possibilità di come le diverse donne possono variare uno al seguente nella quantità di HMOs hanno fatto come pure la possibilità di confusione dei microbi nel latte con gli agenti inquinanti ambientali. Il gruppo ha analizzato il HMO e la composizione del microbiome del latte e delle bugne spigolate quanto all'effetto della dieta delle madri.

Abbiamo trovato che il carboidrato materno distinto e le fonti di energia nelle diete che abbiamo fornito hanno alterato preferenziale le concentrazioni nel latte di HMOs e questo è stato accompagnato dai cambiamenti nella capacità metabolica del microbiome del latte. Non è che la dieta materna stessa direttamente sta pregiudicando i microbi, ma che la dieta pregiudica l'alimento dei microbi, il HMOs, che a loro volta modellano la capacità funzionale della comunità dei microbi nel latte che sarà consumato dal bambino. Interessante, i cambiamenti in HMO si sono presentati rapidamente, in un aspetto dei 2 - 3 giorni, dopo le madri variabili la loro dieta.„

Dott. Maxim Seferovic, primo autore, istruttore di ostetricia e ginecologia a Baylor che lavora nel laboratorio di Aagaard

I ricercatori propongono che i risultati possano avere implicazioni non solo per il bambino ma anche per la madre.

“Proponiamo che i nostri risultati possano avere effetti potenziali sulla salubrità e sullo sviluppo del bambino, compreso il potenziale per la promozione dell'integrità sana dell'intestino alla superficie mucosa. Le comunità microbiche sicure dell'alimentazione di HMOs e è stata suggerita che l'istituzione di quelle comunità microbiche fosse probabilmente importante per lo sviluppo neonatale della funzione del cervello,„ hanno detto il Dott. Melinda Engevik, collega postdottorale del co-author in patologia ed immunologia a Baylor. “Speculiamo quello che ha determinato HMOs promuoviamo la crescita dei microbi sicuri nel latte, che poi passano al bambino e possono promuovere lo sviluppo sano.„

“Altro un aspetto emozionante del nostro studio è il suggerimento che HMOs sembra pregiudicare preferenziale il potenziale di crescita dei microbi che possono anche comunicare il rischio sanitario o il vantaggio per la madre. Per esempio, modellando la comunità dei microbi nel latte nei modi che possono favorire la crescita dei microbi utili sicuri via l'esclusione simultanea di quelli che causano la mastite durante l'allattamento al seno,„ Aagaard ha detto.

Se non trattato con gli antibiotici, la mastite, o l'infiammazione dolorosa del tessuto del petto che comprende tipicamente un'infezione, evita l'allattamento al seno e può trasformarsi in in uno stato serio.

HMOs anche può potenzialmente richiedere un microbiome sano in altri modi. Per esempio, alimentando i buoni microbi, fungendo da esca che attira e sequestra i microbi potenzialmente pericolosi e ripartendo HMOs e producendo le sostanze nutrienti che possono avvantaggiare altri microbi.

Source:
Journal reference:

Seferovic, M.D., et al. (2020) Maternal diet alters human milk oligosaccharide composition with implications for the milk metagenome. Scientific Reports. doi.org/10.1038/s41598-020-79022-6.