Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'obiettivo genetico specifico ha potuto contribuire a spiegare la variazione negli effetti COVID-19

L'istituto di ricerca di traduzione di genomica (TGen), una filiale della città di speranza, ha identificato un obiettivo genetico specifico che potrebbe contribuire a spiegare la variazione tremenda in come il malato quelli infettati con COVID-19 diventa.

Lo studio risulta, recentemente pubblicato nel mSphere del giornale, descrive una molecola fatta da DNA -- miR1307 -- come opzione potenziale del regolatore della luminosità che può influenzare la severità della malattia; perché alcuni infettati con SARS-CoV-2, il virus che causa COVID-19, non hanno delicato o persino sintomi, mentre altri diventano seriamente malati o muoiono.

Piombo da Nicholas Schork, il Ph.D., un professore distinto e Direttore della medicina di TGen e della divisione quantitative di biologia di sistemi, ricercatori hanno identificato miR1307 paragonando gli elementi genetici di SARS-Cov-2 altri a sette coronaviruses umani, alcuni di cui soltanto causano i raffreddori. Inoltre, hanno esaminato i genoma degli sforzi di coronavirus conosciuti per infettare i pipistrelli, i maiali, i pangolini, i furetti, gli zibetti ed i polli.

Abbiamo perseguito un'analisi comparativa del gene-da-gene sistematico, studiando come e fino a che punto la sequenza del genoma SARS-CoV-2 differisce da altri genoma umani ed animali ben-caratterizzati di coronavirus. I nostri risultati di studio permetteranno lo sviluppo dei modelli di come il virus ed i sui host interagiscono, miglioranti la nostra comprensione dei meccanismi malattia-causanti di SARS-CoV-2 e di come sfruttare sia gli obiettivi terapeutici ospite che virali.„

Nicholas Schork, Ph.D, il professor distinto e Direttore di medicina e di divisione quantitative di biologia di sistemi, l'istituto di ricerca di traduzione di genomica

I risultati di studio indicano che miR1307 servisce da opzione che gira i vari geni all'interno del virus inserita/disinserita, potenzialmente rendente la malattia più o meno nociva ai pazienti regolamentando, per esempio, quanto velocemente o rallenta le repliche del virus.

Negli studi di esperienza, miR1307 è stato trovato per pregiudicare la severità di parecchi tipi di cancro, di affezione polmonare e delle influenze, specificamente il virus dell'influenza H1N1 che ha causato ai 2009 la pandemia. In primo luogo è stato scoperto come agente regolatore chiave nel virus di Epstein-Barr, più noto come la causa di mononucleosi infettiva.

Secondo il Dott. Schork, i risultati di studio egualmente forniscono la base per le indagini supplementari, come progettazione dei vaccini basati sulle proteine o sul RNA, sviluppante i marcatori genetici specifici per il video di malattia della comunità ed il tracciato COVID-19 dalle specie una ad un altro.

Source:
Journal reference:

Chan, A. P., et al. (2020) Conserved Genomic Terminals of SARS-CoV-2 as Coevolving Functional Elements and Potential Therapeutic Targets. mSphere. doi.org/10.1128/mSphere.00754-20.