Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La gente con le tendenze di ADHD è più sensibile ad insonnia, danni funzionali severi

Le persone con gli alti ADHD-tratti che non rispondono ai criteri per una diagnosi possono meno eseguire le mansioni che comprendono il regolamento attentional o il controllo emozionale dopo una notte insonne che le persone con i ADHD-tratti bassi, un nuovo studio da Karolinska Institutet pubblicato in psichiatria biologica: Rapporti conoscitivi di Neuroimaging e di neuroscienza.

Mentre può causare i danni conoscitivi multipli, c'è la considerevole variazione determinata nella sensibilità agli effetti di insonnia. La ragione per questa variabilità è stata una domanda irrisolta della ricerca per lungamente. Nello studio presente, ricercatori di KI esaminatori come la privazione di sonno pregiudica le nostre funzioni esecutive, che è di dire i processi conoscitivi centrali che governano i nostri pensieri e atti. Egualmente hanno voluto accertare di se la gente con le tendenze di ADHD è più sensibile ad insonnia, con i danni funzionali più severi di conseguenza.

ADHD (disordine di iperattività di deficit di attenzione) è caratterizzato da disattenzione, da impulsività e dall'iperattività; tuttavia, i sintomi variano da personale e spesso egualmente comprendono l'instabilità emozionale.

Potreste dire che molta gente ha alcuni sintomi del tipo di ADHD infraclinici ma una diagnosi soltanto è resa una volta ai sintomi diventare così prominente che interferiscono con le nostre vite di tutti i giorni.„

Predrag Petrovic, consulente, professore associato, psichiatria, dipartimento di neuroscienza clinica, Karolinska Institutet

Lo studio ha incluso 180 partecipanti in buona salute fra le età di 17 e di 45 senza una diagnosi di ADHD. Le tendenze verso distrazione ed instabilità emozionale sono state valutate sul disgaggio marrone di disturbo da deficit di attenzione (B-ADD).

I partecipanti sono stati definiti a caso a due gruppi, uno che è stato permesso dormire normalmente ed uno che è stato privato di sonno per una notte. Poi sono stati incaricati di eseguire una prova che misura le funzioni esecutive ed il controllo emozionale il seguente giorno (una prova di Stroop con le fronti di taglio neutrali ed emozionali).

I ricercatori hanno trovato che il gruppo sonno-sfavorito ha mostrato la prestazione peggiore nelle mansioni sperimentali (variabilità più conoscitiva compresa di risposta). Inoltre, la gente con gli alti ADHD-tratti era più vulnerabile dormire la privazione e maggior danno indicato che quelle con i ADHD-tratti bassi.

Gli effetti egualmente sono stati collegati con il tipo più prominente di sintomo del tipo di ADHD infraclinico, in quanto dopo la privazione del sonno, i partecipanti che video i problemi più di ogni giorno con instabilità emozionale hanno avuti più grandi problemi con il compito conoscitivo che comprende il regolamento emozionale e coloro che ha avuto più di ogni giorno i sintomi di disattenzione hanno avuti più grandi problemi con il compito conoscitivo non emozionale.

“Una delle ragioni per le quali questi risultati sono importanti è che sappiamo che i giovani stanno ottenendo molto meno sonno che hanno fatto appena dieci anni fa,„ spiega il Dott. Petrovic. “Se i giovani con gli alti ADHD-tratti ottengono regolarmente troppo poco sonno che eseguiranno peggio conoscitivo e, che cosa è più, i loro sintomi potrebbero anche finire ad un livello clinicamente significativo.„

Source:
Journal reference:

Floros, O., et al. (2020) Vulnerability in Executive Functions to Sleep Deprivation Is Predicted by Subclinical Attention-Deficit/Hyperactivity Disorder Symptoms. Biological Psychiatry: Cognitive Neuroscience and Neuroimaging. doi.org/10.1016/j.bpsc.2020.09.019.