Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Gli scienziati mettono a punto un nuovo metodo per studiare le caratteristiche molecolari delle celle di T

Gli scienziati sudoccidentali di UT hanno messo a punto un nuovo metodo per studiare le caratteristiche molecolari delle celle di T, celle immuni critiche che riconoscono ed attaccano gli invasori nell'organismo quali i virus, i batteri ed il cancro.

L'approccio, descritto oggi nei metodi della natura del giornale, permette ai ricercatori a più facilmente analizza i ruoli dei ricevitori a cellula T (TCRs) - le molecole sulle superfici delle celle di T che sono responsabili del riconoscimento degli agenti patogeni.

Ciò potrebbe piombo ad una migliore comprensione di come le celle di T lavorano come pure nuovi modi sfruttare le celle di T per combattere malattia.„

Tao Wang, Ph.D., guida di studio, assistente universitario di popolazione e scienze di dati e membro del centro di ricerca biomedico quantitativo a UTSW

Mentre alcune celle immuni possono attaccare simultaneamente gli agenti patogeni differenti, le celle di T sono mirate a - ogni cellula T determinata ha un insieme distinto dei ricevitori a cellula T (TCRs) sulla sua superficie. Ogni ricevitore riconosce solitamente soltanto una molecola specifica, o “l'antigene.„ Un TCR, per esempio, potrebbe legare soltanto ad una proteina trovata nei cancri polmonari, mentre un TCR differente potrebbe legare appena ad un virus dell'influenza. Quando una cellula T incontra un antigene che lega ad uno del suo TCRs, è attivato, richiedendo una risposta immunitaria. Per evitare il diverso insieme degli invasori potenziali, gli esseri umani hanno milioni di celle di T differenti nei loro organismi.

Gli scienziati hanno tentato di studiare che cosa rende le celle di T differenti e TCRs più o meno efficace, ostacolato finora da una mancanza di informazioni su cui vario TCRs fa. Generalmente, ammettono quel TCRs che legatura identica del imperativo ai simili antigeni e che tutto il TCRs attiva le celle di T in un simile modo.

Per eliminare questa congettura, il gruppo di ricerca ha sviluppato un modello statistico che combina le due tecnologie attuali: Analisi di TCR, che misura la diversità del TCR di una persona e RNA unicellulare che ordina, che identifica i geni particolari che sono girati inserita/disinserita in una cellula T. La combinazione delle queste tecnologie è stata provocatoria poiché entrambe generano molte migliaia di pezzi di dati per esperimento ed i dati vengono in due moduli differenti.

Il nuovo modello, Tessa definita, usa i metodi statistici efficaci per colmare questa lacuna. Tessa rivela che cosa accade ad una cellula T determinata quando il suo TCR riconosce un antigene ed nei che impatto di TCRs di modo la funzione delle celle di T. (Tessa corrisponde alla valutazione funzionale del paesaggio di TCR sorvegliata con l'analisi d'ordinamento.)

Facendo uso di Tessa, i ricercatori hanno studiato 100.288 celle di T da entrambi i gente e malati di cancro in buona salute. In malati di cancro, hanno scoperto che la varietà di TCRs in celle di T ha un'influenza più debole sullo stato funzionale delle celle di T che su quelli trovati in pazienti in buona salute. Ciò è probabile perché una pletora di altre molecole immuni, secernuta nell'micro-ambiente del tumore, sta influenzando l'attività a cellula T in altri modi. Questa osservazione - ed altre che sono probabili derivare da uso più molto diffuso di Tessa - potrebbero avere implicazioni per gli scienziati che progettano ai i trattamenti del cancro basati a immune.

David Gerber, M.D., professore di medicina interna e popolazione e scienze di dati e direttore associato della ricerca clinica nel centro del Cancro di Harold C. Simmons Comprehensive a UT sudoccidentale, crede che questo lavoro fornisca un modo completamente nuovo di usando la singola cellula T che ordina i dati. “Prevediamo di spiegare questo strumento di promessa per studiare i ruoli delle celle di T negli eventi avversi in relazione con immune causati da immunoterapia del cancro attraverso un premio recentemente costituito un fondo per di NIAID U01,„ dice.

“Le tecniche precedenti hanno compreso molta ipotesi quando si tratta della funzione esatta delle celle di T e come i ricevitori a cellula T si associano con la funzione,„ aggiunge Todd Aguilera, M.D., Ph.D., un assistente universitario di UTSW dell'oncologia di radiazione e un esperto nell'immunoterapia, che egualmente sta collaborando con Wang. “Credo che questo metodo potrebbe aiutare l'identificazione del TCRs di promessa per ad immunoterapia basata TCR personale e definire meglio le risposte immunitarie produttive all'identificazione della guida delle strategie ottimali di immunoterapia.„