Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Le versioni non tossiche delle tossine di botulismo possono consegnare gli anticorpi terapeutici a botulismo dell'ossequio

Approfittando dei beni chimici delle tossine di botulismo, due gruppi dei ricercatori hanno adattato le versioni non tossiche di questi composti che possono consegnare gli anticorpi terapeutici a botulismo dell'ossequio, una malattia potenzialmente interna con pochi trattamenti approvati.

La ricerca, che è stata condotta in mouse, in cavie ed in primati non umani, suggerisce che i derivati della tossina potrebbero offerta giorna una piattaforma trattare rapidamente i casi stabiliti di botulismo e per mirare alle molecole difficili da raggiungere all'interno dei neuroni. Il botulismo manifesta dovuto le tossine batteriche chiamate neurotossine botuline (BoNTs), che sono le tossine più potenti conosciute agli esseri umani.

Lavoro di BoNTs entrando e danneggiando nei neuroni che il movimento coordinato, con conseguente paralisi che richiede la terapia intensiva e può potenzialmente dura i mesi. C'è una necessità estrema per le terapie che possono invertire rapidamente la paralisi, ma sviluppare i trattamenti per i casi attuali è stato difficile perché è provocatorio neutralizzare BoNTs con terapeutica le tossine hanno entrato una volta che nei neuroni.

Nel primo studio, Shin-Ichiro Miyashita ed i colleghi hanno fuso le sezioni differenti di due BoNT/X e BoNT/A nominati BoNTs, con conseguente molecola chimerica che è sia non tossica che funziona come piattaforma della consegna della droga.

Specificamente, i ricercatori hanno combinato un dominio d'ottimizzazione di BoNT/A con un altro dominio di BoNT/X che può consegnare le molecole terapeutiche nell'interno dei neuroni.

Miyashita et al. ha trovato che il loro approccio ha consegnato rapido un anticorpo dell'antitossina nei neuroni ed ha neutralizzato sia le neurotossine di BoNT/B che di BoNT/A in mouse, invertenti la paralisi in alcune ore. Adottando un simile approccio, Patrick McNutt ed i colleghi hanno costruito un derivato non tossico di BoNT quel BoNT/A sicuro neutralizzato all'interno dei neuroni.

Il loro trattamento egualmente ha alleviato la paralisi ed ha amplificato la sopravvivenza in mouse, cavie e primati non umani esposti agli importi letali di BoNT/A. “offerte di questa piattaforma un approccio trasformazionale per un trattamento di precisione che potrebbe adattarsi alle diverse malattie presinaptiche,„ dica McNutt et al.

Source:
Journal reference:

Miyashita, S.-I-., et al. (2020) Delivery of single-domain antibodies into neurons using a chimeric toxin–based platform is therapeutic in mouse models of botulism. Science Translational Medicine. doi.org/10.1126/scitranslmed.aaz4197.