Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio danese suggerisce che il lockdown locale non abbia avuto effetto sul grado di infezione SARS-CoV-2

L'inizio della pandemia di malattia 2019 di coronavirus (COVID-19) piombo alle restrizioni severe su mobilità ed interazione pubbliche, lockdowns nazionali o in tutto lo stato, chiusure del posto di lavoro e del banco e coprifuochi. Il risultato era le difficoltà economiche diffuse, oltre al tributo su salubrità.

Una pubblicazione della pubblicazione preliminare del dicembre 2020 pubblicata sul " server " del medRxiv* descrive tali lockdowns come possibilmente inefficaci, in base ai dati da 11 comune danese che erano o non erano basso bloccato durante la pandemia.

Poichè l'onda della sorgente collocata dentro presso molti paesi dell'emisfero nord, molti ricercatori si è trovata sconcertati circa l'efficacia reale di molti interventi non farmaceutici (NPIs), poichè è chiamato. La difficoltà è composta dall'assenza di comandi reali, rendente la maggior parte delle deduzioni il risultato degli studi modellanti indiretti o delle valutazioni empiriche.

Naturalmente, molti tali modelli hanno concluso che le NPI diminuiscono le tariffe di nuove infezioni e, così delle morti. Il problema è che gli scenari controfattuali sono puramente ipotetici.

D'altra parte, gli studi d'osservazione sono empirici o basati sui dati reali ma sono conforme a molti fattori di confusione in grado di indurre molte delle conclusioni ad essere influenzato. Di nuovo, molti paesi devono essere inclusi, piuttosto che i molti paesi di confronto, compreso i piccoli gruppi di paesi. La probabilità più significativa degli errori accade quando la curva è influenzata dai fattori per quanto riguarda le differenze naturali nella predisposizione e nella trasmissione determinate. In particolare, l'età di una persona e la presenza di altri comorbidities possono essere più importanti delle NPI nella determinazione il rischio e del risultato di infezione.

L
L'infezione riferita livella nella regione amministrativa di Jutland del Nord intorno al periodo del lockdown di novembre (blu: nuovi positivi quotidiani; arancia: positivi sommati settimanali correnti). (A) I sette comuni con il mandato del lockdown. (B) i quattro comuni senza lockdown affidano. Le righe verticali indicano i primi ed ultimi giorni del mandato efficaci (il 6 e il 9 novembre). Tutto l'effetto deve emergere più successivamente di questo, poiché la PCR egualmente richiede tempo manifestarsi nella popolazione dei positivi.

Dettagli di studio

Lo studio corrente è basato sui dati dal Jutland del Nord, in Danimarca, che è un visone importante che coltiva la regione. Il visone è un'esportazione significativa della Danimarca e le aziende agricole del visone qui sono state trovate per harbor parecchie mutazioni del coronavirus 2 (SARS-CoV-2) di sindrome respiratorio acuto severo che è sorto de novo negli animali infettati.

Che tali mutazioni erano il presente d'individuazione piombo all'imposizione dei lockdowns rigorosi nella parte precedente del novembre 2020 in sette di undici comuni nella regione. Negli altri quattro, il lockdown moderato già in corso è stato continuato.

I dati da entrambi i gruppi, comprendendo sette e quattro comuni, rispettivamente, hanno mostrato i simili numeri delle infezioni. Il grande numero di infezioni assicura che lo studio abbia potenza adeguata individuare una differenza nel risultato dovuto le NPI, se il presente mentre impedisce la confusione scompone. I ricercatori commentano, “questa situazione ci fornisce un insieme di dati unico di un confronto del intra-paese (popolazione omogenea) con un caso-control diretto, altamente messo a fuoco in entrambi il tempo e spazio.„

Esperimento naturale

Nei comuni bloccati-giù, il numero dei positivi era 0,15 per 1.000 al giorno, riguardante 0,14 per 1.000 nell'altro gruppo, prima del lockdown. I sette giorni prossimi sono improbabili da mostrare che dell'effetto dovuto il lockdown dal periodo di incubazione mediano del virus è i 5-6 giorni. Durante questo periodo, i gradi di infezione erano 0,11 per 1.000 in entrambi i gruppi.

L'onda della sorgente piombo ad un picco di 0,69 prove positive per 1.000 residenti nel primo gruppo di sette, confrontato a 0,82 per 1.000 nel gruppo di quattro comuni, che manca del significato statistico. L'alta comparabilità di queste tariffe ai punti differenti di tempo prima del lockdown sembra indicare che questa abbia fornito un vero e quasi naturale, esperimento su efficacia del lockdown.

Le NPI sono durato circa una o due settimana e così hanno offerto una regolazione in cui gli effetti a breve termine del lockdown potrebbero essere valutati senza altri confounders. Il lockdown è stimato per pregiudicare 126.000 impiegati e 13.600 studenti.

Risultati

I ricercatori non hanno trovato differenza significativa nel numero delle infezioni prima e dopo il lockdown è stato intensificato, confrontato all'altro gruppo di quattro. Secondariamente, il numero delle infezioni ha cominciato a scendere una settimana o più prima che il lockdown potrebbe essere preveduto per avere tutto l'effetto. In terzo luogo, il numero delle infezioni egualmente ha cominciato a andare giù nei quattro comuni in cui nessun cambiamento è stato applicato.

La prova di massa è stata effettuata per parecchie settimane nei sette comuni bloccati-giù ma non è sembrato cambiare la dinamica di infezione. D'altra parte, la prova intensiva ha assicurato che la vasta maggioranza dei casi fosse individuata. Infatti, due di ogni tre genti in questi sette comuni sono stati stimati per essere provati.

Le ragioni per il declino nelle infezioni possono comprendere le misure di sorveglianza efficienti già stabilite, con un alto livello di conformità da parte dei cittadini. La combinazione di questi fattori sembra essere almeno efficace come lockdown completo.

Il Lockdown era inefficace

Dopo che il lockdown è stato applicato, non c'era cambiamento significativo nei gradi di infezione, suggerenti la sua inefficacia. L'effetto del lockdown non è stato trovato per cambiare nell'una settimana prossima, che è stata richiesta per essere il periodo di incubazione.

Egualmente hanno trovato che il lockdown non ha avuto effetto significativo ad alcun livello di infezione in termini di differenza nei gradi di infezione fra quei comuni che erano o non erano basso bloccato. D'altra parte, il numero delle prove è andato ripidamente su dopo che il lockdown ha cominciato. Tuttavia, questo non ha provocato alcun cambiamento significativo nel numero delle infezioni riguardante altri comuni.

Implicazioni

Questo studio dimostra così che un lockdown pieno sembra non avere guadagni significativi sulla diminuzione del numero delle infezioni, rispetto a conformità volontaria ai cambiamenti comportamentistici e ad altre NPI di una natura meno rigorosa. “Nella nostra propria analisi, non abbiamo trovato la prova di alcuni effetti del lockdown sullo sviluppo dei gradi di infezione attraverso il Jutland del Nord, riguardante il controllo.„ L'incidenza dell'infezione è caduto, ma il punto di partenza è caduto prima che il lockdown fosse annunciato ed in misura comparabile riguardante i comuni di controllo. Nel dicembre 2020, entrambi i gruppi di comuni hanno mostrato un aumento quintuplo nei positivi della prova in un corto periodo di tempo, indicante che il reticolo globale dell'infezione non è stato cambiato significativamente col passare del tempo.

Che cosa ha causato la riduzione dei casi, se non del lockdown? Il ricercatore suggerisce che la saturazione difficile abbia accaduto in modo che il numero dei casi identificati plateaued molto prima che la prova di massa abbia accaduto. Quindi, i casi efficientemente stavano identificandi ed isolandi anche prima del lockdown e questo scenario era un fattore importante nel contenere la pandemia.

Secondariamente, la conformità volontaria with i cambiamenti raccomandati di comportamento come pure la fiducia negli interventi di salute pubblica e di governo, accoppiati con la disponibilità di informazioni di alta qualità sulla pandemia, indica che questa abbia agito con la prova ed il programma di tracciato efficienti del contatto per produrre un contenimento contrassegnato efficace del virus.

Per concludere, il lockdown non può essere efficace quanto il pensiero dovuto predisposizione eterogenea, attività di malattia, infettività determinata e conformità with gli interventi di salute pubblica. “Il lockdown completo non è necessariamente la misura più efficace nel contesto di altro, NPI meno costose, in particolare, se tenendo conto degli effetti del tracciato di infezione e della conformità volontaria,„ ha detto i ricercatori. Invece, limitare le riunioni più di meno di cento genti e chiudere le istituzioni accademiche possono essere adeguate contenere la diffusione virale, altrettanti studi più iniziali hanno suggerito. Ulteriore analisi di questo gruppo di dati può confermare questa conclusione.

Avviso *Important

il medRxiv pubblica i rapporti scientifici preliminari che pari-non sono esaminati e, pertanto, non dovrebbero essere considerati conclusivi, guida la pratica clinica/comportamento correlato con la salute, o trattato come informazioni stabilite.

Journal reference:
Dr. Liji Thomas

Written by

Dr. Liji Thomas

Dr. Liji Thomas is an OB-GYN, who graduated from the Government Medical College, University of Calicut, Kerala, in 2001. Liji practiced as a full-time consultant in obstetrics/gynecology in a private hospital for a few years following her graduation. She has counseled hundreds of patients facing issues from pregnancy-related problems and infertility, and has been in charge of over 2,000 deliveries, striving always to achieve a normal delivery rather than operative.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Thomas, Liji. (2021, January 07). Lo studio danese suggerisce che il lockdown locale non abbia avuto effetto sul grado di infezione SARS-CoV-2. News-Medical. Retrieved on September 25, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20210107/Danish-study-suggests-local-lockdown-had-no-effect-on-SARS-CoV-2-infection-rate.aspx.

  • MLA

    Thomas, Liji. "Lo studio danese suggerisce che il lockdown locale non abbia avuto effetto sul grado di infezione SARS-CoV-2". News-Medical. 25 September 2021. <https://www.news-medical.net/news/20210107/Danish-study-suggests-local-lockdown-had-no-effect-on-SARS-CoV-2-infection-rate.aspx>.

  • Chicago

    Thomas, Liji. "Lo studio danese suggerisce che il lockdown locale non abbia avuto effetto sul grado di infezione SARS-CoV-2". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20210107/Danish-study-suggests-local-lockdown-had-no-effect-on-SARS-CoV-2-infection-rate.aspx. (accessed September 25, 2021).

  • Harvard

    Thomas, Liji. 2021. Lo studio danese suggerisce che il lockdown locale non abbia avuto effetto sul grado di infezione SARS-CoV-2. News-Medical, viewed 25 September 2021, https://www.news-medical.net/news/20210107/Danish-study-suggests-local-lockdown-had-no-effect-on-SARS-CoV-2-infection-rate.aspx.