Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La droga di Repurposed può trattare la perdita dell'udito in esseri umani

Secondo l'organizzazione mondiale della sanità, intorno 466 milione di persone universalmente hanno perdita dell'udito rendente non valida, un numero che i progetti dell'organizzazione si raddoppieranno da ora al 2050 per pregiudicare 1 in 10 persone. Tuttavia, uno studio approfondito della scuola di medicina dell'università di Creighton ha identificato una droga cui ha il potenziale di proteggere contro o trattare la perdita dell'udito in esseri umani.

I risultati sono significativi perché non tale droga approvata dalla FDA corrente esiste e la droga che ha indicato l'efficacia per proteggere l'audizione nei modelli animali nello studio, dabrafenib, è una droga approvata dalla FDA che corrente è utilizzata nel trattamento dei cancri.

Le droghe approvate dalla FDA di Repurposing è un'alternativa attraente ed efficace perché può ridurre significativamente la cronologia dello sviluppo (entro fino a 5 - 8 anni) ed il costo (da fino a 40%) di metterle a disposizione al pubblico confrontato ai nuovi composti chimici.

La perdita dell'udito permanente è un'esperienza importante dei malati di cancro di effetto secondario dopo avere subito la chemioterapia di cisplatin, pregiudicante 40% - 60% della gente che riceve il trattamento. Dabrafenib è un farmaco che può essere catturato oralmente ai cancri di combattimento con un gene attivato chiamato BRAF, quali il melanoma, il carcinoma del polmone della piccolo-cella ed i cancri biliari e del tiroide del tratto.

In un documento pubblicato tramite gli avanzamenti di scienza, gli scienziati e gli studenti di Creighton coinvolgere nella ricerca hanno trovato che il dabrafenib può essere repurposed per impedire la perdita dell'udito provocata dal rumore e del cisplatin- in mouse. Altre sei droghe nella via di segnalazione di BRAF egualmente hanno mostrato la protezione significativa da da perdita indotta cisplatin delle cellule.

Poiché il dabrafenib già ha passato con i test clinici del cancro in esseri umani ed i sui effetti secondari sono conosciuti e relativamente minimo, è un buon candidato da avanzare con i test clinici di audizione, ha detto Tal Teitz, PhD, un assistente universitario nel dipartimento dell'università di Creighton di farmacologia e della neuroscienza, scuola di medicina, la guida del gruppo ed autore corrispondente dello studio.

Ci sono molti tipi di perdite dell'udito che sono causati dal trattamento di cisplatin, dall'esposizione al rumore, dagli antibiotici e dall'invecchiamento. La nostra idea era che ci potrebbero essere alcune vie cellulari comuni fra questi moduli differenti di perdita dell'udito,„

È molto emozionante che potevamo identificare una droga che era efficace nella protezione contro da perdita dell'udito indotta cisplatin e di disturbo. La via cellulare BRAF/MEK/ERK che stiamo mirando a in questo studio è conosciuta per migliorare la crescita delle cellule in celle di proliferazione del tumore, ma interessante una volta inibita, può proteggere dalla morte nelle celle di divisione nell'orecchio.„

Tal Teitz, PhD, assistente universitario, dipartimento di farmacologia e neuroscienza, scuola di medicina, università di Creighton

Secondo Matthew Ingersoll, il primo autore di un collega di carta e postdottorale che ha trattato il lavoro sperimentale quotidiano in laboratorio, lo studio ha dimostrato che quando il dabrafenib è dato oralmente ai mouse che ricevono il cisplatin, inibisce la via della chinasi di BRAF per assicurare la protezione acustica impedendo la morte delle celle nell'orecchio interno.

La protezione acustica egualmente si è presentata nei explants cocleari del mouse pretrattati con dabrafenib un l'ora prima della ricezione del trattamento di cisplatin.

“Dabrafenib non ha mostrato effetto contrario ad abilità dell'tumore-uccisione dei cisplatin nelle linee cellulari del tumore e precedentemente dal passare con il trattamento di approvazione di FDA, già sappiamo che alcuni degli effetti secondari possibili della droga quali le emicranie e le chiazze cutanee sono, particolarmente quando la droga è amministrata in breve periodi,„ Ingersoll trattabile hanno detto.

Lo studio anche provato se il dabrafenib protegge da perdita dell'udito provocata dal rumore. Prima dell'esposizione dei mouse a 100 decibel (il livello acustico tipico di una falciatrice corrente) per due ore - abbastanza causare perdita dell'udito permanente - sono stati trattati con dabrafenib. La protezione acustica significativa è stata raggiunta.

Poiché l'esposizione al rumore è spesso imprevedibile, lo studio egualmente ha esaminato se il dabrafenib potesse assicurare la protezione acustica dopo esposizione al rumore offensiva. I mouse sono stati dati il trattamento del dabrafenib che si avvia 24 ore dopo esposizione al rumore, amministrata da solo e congiuntamente al AZD5438 composto, un'altra droga orale il gruppo identificato per protezione acustica.

Le droghe hanno dimostrato la protezione acustica in mouse dopo esposizione al rumore e la protezione completa è stata raggiunta con la combinazione della droga.

“Che cosa fa il dabrafenib che un candidato specialmente di promessa è che può essere catturato oralmente - del la modo il più minimo dilagante e maggior parte redditizio di trattamento,„ Ingersoll ha detto. “I trattamenti chirurgici esistenti per perdita dell'udito come gli impianti cocleari sono altamente dilaganti e costosi.„ Teitz ha detto che i risultati di promessa piombo agli studi più preclinici che verificano l'efficacia di dabrafenib quando i mouse ricevono le dosi più basse del trattamento di cisplatin per un periodo più lungo ed egualmente ricevono il dabrafenib nelle dosi più basse per un simile periodo più lungo.

“Questo migliorerà il mimo che cosa facciamo in cliniche perché i pazienti ricevono solitamente il cisplatin in alcuni cicli, che consiste del trattamento ogni giorno per una settimana, seguito da tre settimane senza chemioterapia,„ Teitz abbiamo detto. “In questo studio, abbiamo dato una grande dose del cisplatin, in modo da egualmente vogliamo verificare l'efficacia in mouse che ricevono le più piccole dosi del cisplatin sopra pochi cicli in un periodo dei 60 giorni. Egualmente verificheremo le dosi più basse di dabrafenib - più bassi possiamo ottenere la dose, meglio sarà tollerata dai pazienti curati con il cisplatin. Dabrafenib può anche essere utile per il superamento degli effetti secondari della chemioterapia di cisplatin in altri organi nell'organismo, quali i reni ed il cervello ed il nostro gruppo di ricerca corrente sta esplorando questo ulteriore.„

Ingersoll ha sottolineato che mentre i risultati della ricerca sono basati sugli studi sugli animali preliminari, ha detto che è uno sviluppo emozionante nel campo dell'audizione. “Più studi devono essere fatti, ma siamo molto emozionanti circa la continuazione studiare questa droga e capire più circa la sua efficacia e come funziona per trattare la perdita dell'udito,„ Ingersoll ha detto. “È incredibilmente la ricerca di promessa e sono promettente posso essere usato in futuro per migliorare la qualità di vita per la gente influenzata da perdita dell'udito.„

Source:
Journal reference:

Ingersoll, M. A., et al. (2020) BRAF inhibition protects against hearing loss in mice. Science Advances. doi.org/10.1126/sciadv.abd0561.