Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La trasmissione ærea di SARS-CoV-2 è possibile negli ambienti qui acclusi, ritrovamenti di uno studio

Un gruppo degli scienziati dall'India recentemente ha rivelato che dentro una stanza chiusa, la probabilità dell'infezione dispersa nell'aria di malattia 2 di coronavirus di sindrome respiratorio acuto severo (SARS-CoV-2) direttamente dipende dal numero dei pazienti sintomatici di malattia 2019 di coronavirus (COVID-19) nella stanza e dalla durata dell'esposizione. Inoltre, hanno osservato che nelle condizioni ambientali neutrali, la diffusione distante del virus dai pazienti COVID-19 è meno probabile accadere, che significa l'importanza di distanziare fisico nell'impedire la diffusione virale. Lo studio è attualmente disponibile sul " server " della pubblicazione preliminare del medRxiv*.

Sfondo

La malattia 2 (SARS-CoV-2), l'agente patogeno causativo di coronavirus di sindrome respiratorio acuto severo di COVID-19, è conosciuta soprattutto per spargersi da personale via le goccioline respiratorie. Tuttavia, ci sono studi che sostengono che una trasmissione ærea di SARS-CoV-2 è possibile via gli aerosol virali generati dai pazienti COVID-19. In ospedali con i pazienti positivi COVID-19, la contaminazione SARS-CoV-2 delle superfici e l'ambiente egualmente è stata riferita. Negli ambienti chiusi con il forte flusso d'aria direzionale, le goccioline contenenti virus sono state indicate per spargere più di 2 metri.

Studio corrente

Lo studio corrente è stato destinato per capire completamente la dinamica della trasmissione di SARS-CoV-2 e per determinare se i lavoratori di sanità e gli ospiti dell'ospedale fossero all'elevato rischio dell'infezione ottenente dispersa nell'aria SARS-CoV-2.

Per eseguire gli esperimenti, gli scienziati hanno raccolto i campioni d'aria da 6 ospedali differenti in cui i pazienti COVID-19 stavano curandi. Per la raccolta del campione, hanno scelto sia aree del trattamento COVID-19 che non-COVID-19 degli ospedali.

Inoltre, hanno eseguito gli esperimenti controllati della chiuso-stanza per studiare fin dove gli aerosol/goccioline virali possono viaggiare e quanto tempo queste particelle possono sostenere nell'aria.  Nei pazienti asintomatici o leggermente sintomatici di questa serie di esperimenti, sono stati chiesti di sedersi, discuter a fondoe il telefono, o di interagire a vicenda dentro una stanza chiusa. Per controllare la longevità delle particelle di SARS-CoV-2-containing nell'aria, i campioni sono stati raccolti dalla stanza chiusa prima dell'arrivo dei pazienti, subito dopo della loro partenza dalla stanza e dopo 2 - 6 ore della loro partenza. Per controllare la distanza ha viaggiato dalle particelle di SARS-CoV-2-containing, i campioni è stato raccolto dalle distanze fra 4 - 12 piedi dai pazienti COVID-19.    

Osservazioni importanti

SARS-CoV-2 in aria dell'ospedale

Di 64 campioni d'aria raccolti dalle aree differenti degli ospedali, soltanto 4 hanno verificato il positivo a SARS-CoV-2. Di 4 campioni positivi, 2 sono stati ottenuti da 2 unità di cure intensive differenti COVID-19 (ICU); 1 proveniva da un reparto generale COVID-19 e 1 proveniva da una stazione di professione d'infermiera.

SARS-CoV-2 in aria della chiuso-stanza

Dei 17 campioni d'aria raccolti da chiuso-stanza differente condiziona, solo una ha verificato il positivo. Il campione di SARS-CoV-2-positive è stato ottenuto dalla stanza chiusa subito dopo della partenza di tre pazienti leggermente sintomatici COVID-19 che sono restato nella stanza per circa un'ora.

Significato di studio

Lo studio indica che SARS-CoV-2 può essere presente nel a circolazione d'aria nelle unità di cura COVID-19 degli ospedali e che il rischio di trasmissione ærea di SARS-CoV-2 correla positivamente con il numero dei pazienti COVID-19 in una stanza. Al contrario, la possibilità di contaminazione dell'aria SARS-CoV-2 è quasi negativa nelle aree non-COVID, evidenzianti l'esigenza della separazione dei reparti di COVID dai reparti non-COVID in ospedali per diminuire il rischio di infezione SARS-CoV-2 fra i lavoratori di sanità e gli ospiti dell'ospedale.

I campioni di SARS-CoV-2-positive ottenuti dai reparti di ospedale sono stati raccolti almeno da 10 piedi di distanza dal paziente più vicino, indicante che la presenza a lungo termine di pazienti COVID-19 in un ambiente qui accluso aumenta il rischio di contaminazione dell'aria.

In una temperatura ambiente di mantenimento ed in un'umidità dell'ambiente neutrale qui accluso senza flusso d'aria evidente, gli aerosol/goccioline di SARS-CoV-2-containing non sembrano viaggiare più interurbano poichè nessun campione d'aria di SARS-CoV-2-positive è stato ottenuto dalla stanza chiusa in cui i pazienti leggermente sintomatici o asintomatici COVID-19 sono restato per una breve durata (20 minuti). Ciò indica che un'esposizione ai pazienti COVID-19 per una breve durata non aumenta il rischio di infezione neppure dentro una stanza chiusa. Tuttavia, secondo i risultati di studio, il rischio di trasmissione dispersa nell'aria SARS-CoV-2 aumenta quando i pazienti sintomatici restano in un ambiente chiuso per un periodo più lungo (circa un'ora).

In generale, i risultati di studio evidenziano che la trasmissione ærea di SARS-CoV-2 è possibile dentro una stanza chiusa ed in ospedali COVID-19. Quindi, per diminuire il rischio di infezione SARS-CoV-2, specialmente negli ambienti qui acclusi, è importante mantenere distanziare fisico appropriato, limita la durata dell'esposizione/soggiorno ed indossare una maschera.  

Avviso *Important

il medRxiv pubblica i rapporti scientifici preliminari che pari-non sono esaminati e, pertanto, non dovrebbero essere considerati conclusivi, guida la pratica clinica/comportamento correlato con la salute, o trattato come informazioni stabilite.

Journal reference:
Dr. Sanchari Sinha Dutta

Written by

Dr. Sanchari Sinha Dutta

Dr. Sanchari Sinha Dutta is a science communicator who believes in spreading the power of science in every corner of the world. She has a Bachelor of Science (B.Sc.) degree and a Master's of Science (M.Sc.) in biology and human physiology. Following her Master's degree, Sanchari went on to study a Ph.D. in human physiology. She has authored more than 10 original research articles, all of which have been published in world renowned international journals.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Dutta, Sanchari Sinha. (2021, January 08). La trasmissione ærea di SARS-CoV-2 è possibile negli ambienti qui acclusi, ritrovamenti di uno studio. News-Medical. Retrieved on January 29, 2022 from https://www.news-medical.net/news/20210108/Airborne-transmission-of-SARS-CoV-2-is-possible-in-enclosed-environments-a-study-finds.aspx.

  • MLA

    Dutta, Sanchari Sinha. "La trasmissione ærea di SARS-CoV-2 è possibile negli ambienti qui acclusi, ritrovamenti di uno studio". News-Medical. 29 January 2022. <https://www.news-medical.net/news/20210108/Airborne-transmission-of-SARS-CoV-2-is-possible-in-enclosed-environments-a-study-finds.aspx>.

  • Chicago

    Dutta, Sanchari Sinha. "La trasmissione ærea di SARS-CoV-2 è possibile negli ambienti qui acclusi, ritrovamenti di uno studio". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20210108/Airborne-transmission-of-SARS-CoV-2-is-possible-in-enclosed-environments-a-study-finds.aspx. (accessed January 29, 2022).

  • Harvard

    Dutta, Sanchari Sinha. 2021. La trasmissione ærea di SARS-CoV-2 è possibile negli ambienti qui acclusi, ritrovamenti di uno studio. News-Medical, viewed 29 January 2022, https://www.news-medical.net/news/20210108/Airborne-transmission-of-SARS-CoV-2-is-possible-in-enclosed-environments-a-study-finds.aspx.