Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'estratto di annua dell'artemisia della pianta medicinale interferisce con la replica di SARS-CoV-2 in vitro

I ricercatori negli Stati Uniti hanno indicato che gli estratti di erba aromatica chiamata annua di Artemisia inibiscono la replica del coronavirus respiratorio acuto severo (SARS-CoV-2) - l'agente responsabile della pandemia corrente di malattia 2019 di coronavirus (COVID-19).

Inoltre conosciuto come “assenzio romano dolce,„ il annua dell'artemisia (annua del A.) è un'erba dall'Asia che produce il artemisinin antimalarico dell'agente.

Ora, i ricercatori alla Columbia University in New York, l'università di Washington e l'istituto politecnico di Worcester hanno dimostrato che gli estratti d'acqua calda di annua della foglia A. basati sul artemisinin, sui flavonoidi totali, o sull'attività antivirale della foglia di manifestazione asciutta della massa contro SARS-CoV-2.

“Questo è il primo rapporto di efficacia anti-SARS-CoV-2 degli estratti dell'acqua calda di ampia varietà di cultivar del annua del A. originarie da quattro continenti,„ dice i tempi di Pamela ed i colleghi. “Più ulteriormente gli studi determineranno in vivo l'efficacia per valutare se il annua del A. potrebbe fornire un terapeutico redditizio per trattare le infezioni SARS-CoV-2.„

Una versione della pubblicazione preliminare del documento è disponibile sul " server " del bioRxiv*, mentre l'articolo subisce la revisione tra pari.

L'attività antivirale dell'erba è stata indicata prima  

Il annua della pianta medicinale A. ed il artemisinin che produce sicuro è stato usato per trattare un intervallo dei disturbi, specialmente malaria, per più di 2.000 anni.

Uno studio intrapreso nel 2005 egualmente ha dimostrato che l'erba ha un effetto antivirale contro SARS-CoV-1 - l'agente responsabile dello scoppio 2002 - 2003 di SAR.

Ancora, sia l'impianto che il artemisinin di annua del A. sono stati indicati per diminuire i livelli delle citochine infiammatorie interleukin-6 (IL-6) e di fattore-alfa di necrosi del tumore (TNF-α) in vivo.

“Queste molecole dell'effettore possono essere problematiche durante la tempesta di citochina del `' sofferta da molti pazienti SARS-CoV-2,„ dice i tempi ed il gruppo.

Che cosa lo studio corrente ha compreso?

Il gruppo ha supposto che le foglie secche in polvere incapsulate del annua del A. potrebbero rappresentare un approccio sicuro e redditizio a trattare le infezioni SAR-CoV 2.

I ricercatori hanno verificato gli effetti degli estratti da sette cultivar di annua del A. originarie da quattro continenti differenti su SARS-CoV-2 propagato in celle di Vero E6. Egualmente hanno valutato le correlazioni di efficacia antivirale con il artemisinin, i contenuti flavonoidi totali ed il Massachusetts asciutto della foglia.

Tutti gli estratti hanno dimostrato l'attività anti-SARS-CoV-2. IC50 i valori (concentrazione di droga che inibisce 50% dell'obiettivo) calcolati in base al artemisinin, alla massa contenta o asciutta del flavonoide totale della foglia hanno variato da 0,1 a 8.7µM, a 0,01 a 0.14µg e a 23.4-57.4µg, rispettivamente.

Un campione che è stato ottenuto nel 2008 ancora ha esibito l'attività anti-SARS-CoV-2 che era comparabile ai campioni recentemente raccolti della cultivar.

Ciò suggerisce che il principio attivo sia onnipresente alle cultivar differenti di annua del A. e sia chimicamente stabile durante lo stoccaggio asciutto di temperatura ambiente a lungo termine, dice i ricercatori.

L'efficacia antivirale è stata correlata inversamente con il artemisinin ed i contenuti flavonoidi totali

Sebbene gli estratti dell'acqua calda siano efficaci, l'efficacia antivirale è stata correlata inversamente con il artemisinin ed i contenuti flavonoidi totali.

L'analisi del artemisinin da solo ha avuta un IC50 stimato di intorno 70µM e mentre il artemether derivato del artemisinin ha mostrato l'efficacia a 1.23µM, era citotossica alle concentrazioni affatto più superiore a questa.

Il artesunate e il dihydroartemisinin dei derivati erano egualmente inefficaci ai livelli di meno di 100µM.

Al contrario, il amodiaquine della droga antimalarica ha avuto un IC50 di µM 5,8.

Ancora, l'analisi del Rho dello Spearman ha indicato che nè IC50 nè i valori IC90 degli estratti d'acqua calda ha correlato con il artemisinin o il contenuto totale del flavonoide.

I ricercatori egualmente hanno trovato che gli estratti hanno avuti effetti antivirali minimi contro gli pseudoviruses che contengono la proteina della punta SARS-CoV-2 - la struttura che principale il virus usa per legare a ed entrare nelle cellule ospiti. Il gruppo dice che questo suggerisce che il annua del A. inibisca l'infezione SAR-CoV 2 soprattutto mirando ad un punto dell'post-entrata.

“I risultati indicano che il componente attivo negli estratti è probabile qualcosa oltre al artemisinin o è una combinazione di componenti che agiscono sinergico per bloccare l'infezione virale dell'post-entrata,„ dice i tempi ed i colleghi.

Studio degli effetti del consumo a secco di annua della foglia A.

Per studiare ha asciugato il annua della foglia A. (DLA) come un terapeutico potenziale, i tempi hanno consumato 3 grammi di DLA incapsulato della cultivar del SAM ed il gruppo ha tenuto la carreggiata il artemisinin come molecola dell'indicatore ritirando i campioni di sangue due e cinque ore più successivamente.

A due e cinque ore che seguono l'ingestione, i livelli del artemisinin erano 7.04µg e 0,16 µg per siero di ml, rispettivamente. A 2 ore, questo ha corrisposto al siero di 2.35µg artemisinin/mL del artemisinin DLA-consegnato per grammo di DLA consumato.

I ricercatori dicono che mentre le prove umane sono chiaramente necessarie, lo studio suggerisce che quello gli importi ragionevoli di consumo di DLA possano servire da trattamento redditizio per l'infezione SARS-CoV-2.

“Se i test clinici successivi riescono, il annua del A. potrebbe potenzialmente servire da terapeutico sicuro che potrebbe essere fornito globalmente ad un costo ragionevole ed offrire un'alternativa ai vaccini,„ conclude il gruppo.

Avviso *Important

il bioRxiv pubblica i rapporti scientifici preliminari che pari-non sono esaminati e, pertanto, non dovrebbero essere considerati conclusivi, guida la pratica clinica/comportamento correlato con la salute, o trattato come informazioni stabilite.

Journal reference:
Sally Robertson

Written by

Sally Robertson

Sally has a Bachelor's Degree in Biomedical Sciences (B.Sc.). She is a specialist in reviewing and summarising the latest findings across all areas of medicine covered in major, high-impact, world-leading international medical journals, international press conferences and bulletins from governmental agencies and regulatory bodies. At News-Medical, Sally generates daily news features, life science articles and interview coverage.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Robertson, Sally. (2021, January 11). L'estratto di annua dell'artemisia della pianta medicinale interferisce con la replica di SARS-CoV-2 in vitro. News-Medical. Retrieved on January 21, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20210111/Extract-of-medicinal-plant-Artemisia-annua-interferes-with-replication-of-SARS-CoV-2-in-vitro.aspx.

  • MLA

    Robertson, Sally. "L'estratto di annua dell'artemisia della pianta medicinale interferisce con la replica di SARS-CoV-2 in vitro". News-Medical. 21 January 2021. <https://www.news-medical.net/news/20210111/Extract-of-medicinal-plant-Artemisia-annua-interferes-with-replication-of-SARS-CoV-2-in-vitro.aspx>.

  • Chicago

    Robertson, Sally. "L'estratto di annua dell'artemisia della pianta medicinale interferisce con la replica di SARS-CoV-2 in vitro". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20210111/Extract-of-medicinal-plant-Artemisia-annua-interferes-with-replication-of-SARS-CoV-2-in-vitro.aspx. (accessed January 21, 2021).

  • Harvard

    Robertson, Sally. 2021. L'estratto di annua dell'artemisia della pianta medicinale interferisce con la replica di SARS-CoV-2 in vitro. News-Medical, viewed 21 January 2021, https://www.news-medical.net/news/20210111/Extract-of-medicinal-plant-Artemisia-annua-interferes-with-replication-of-SARS-CoV-2-in-vitro.aspx.