Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I giovani avvertono i livelli elevati di solitudine durante il lockdown COVID-19

La gente sotto 30 e la gente con una cronologia della malattia mentale avvertono i livelli elevati di solitudine e di ansia durante il lockdown COVID-19. I ricercatori dall'università di Copenhaghen ed i loro collaboratori internazionali studiano come la salute mentale è influenzata dalla pandemia attraverso Europa.

Timore di perdita del vostro processo, preoccupantesi per voi o un caro che si ammala e meetups online con la famiglia e gli amici che non avete veduto per i mesi. Il lockdown COVID-19 completamente ha cambiato la vita di tutti i giorni per la maggior parte del persone in tutto il mondo. Distanziare fisico è un nuovo strumento normale ed estremamente importante nella lotta contro la pandemia.

Tuttavia, gli effetti del lockdown sulla salute mentale sono in modo allarmante - particolarmente per i giovani sotto 30 e la gente con le emissioni di salute mentale di preesistenza. Ciò è la conclusione di nuovo studio dall'università di Copenhaghen, di University College di Londra, di università di Sorbonne, di INSERM e dell'università di Groninga. Le configurazioni di studio sui dati da 200.000 cittadini attraverso Europa.

Come componente delle COVID-Menti di collaborazione della rete, i ricercatori si sono raccolti e dati analizzati di salute mentale da quattro paesi differenti (Danimarca, Francia, Paesi Bassi e Regno Unito) durante il primo lockdown in primavera e l'inizio dell'estate di 2020.

Abbiamo studiato i fattori differenti di salute mentale quali solitudine, ansia e le preoccupazioni riferite COVID-19. I livelli elevati di solitudine sono stati osservati fra i giovani e la gente con la malattia di preesistenza di salute mentale.„

Tibor V. Varga, assistente universitario, ministero della salute pubblica, facoltà di salubrità e scienze mediche, università di Copenhaghen

“Lo stress psicologico è un fattore di rischio prominente per la malattia mentale a lungo termine e severa futura. Di conseguenza, è molto importante sapere i lockdowns pregiudicano la gente, in modo da abbiamo una migliore probabilità di impedire le conseguenze a lungo termine.„

I ricercatori suggeriscono che i sottogruppi identificati dallo studio come specialmente a solitudine e ad ansia d'esperimento inclini dovrebbero essere seguiti molto attentamente per impedire le sfide future.

La salute mentale dovrebbe essere una preoccupazione parallela a contenere il virus

Lo studio consiste dei dati di salute mentale da 200.000 cittadini dai quattro paesi europei durante il primo lockdown (marzo 2020 al giugno 2020). In tutti e quattro i paesi, i livelli elevati di solitudine e l'ansia sono stati osservati a marzo e inizio di aprile, nell'inizio stesso del lockdown. Questi risultati si sono abbassati lentamente durante i prossimi mesi mentre i paesi hanno riaperto gradualmente.

Anche se i quattro paesi hanno avuti approcci differenti a trattare la pandemia, sembra che le reazioni di salute mentale siano abbastanza simili e molto importanti da catturare l'avviso di evitare le conseguenze a lungo termine.

“La salute mentale è emerso come una preoccupazione parallela abbastanza importante di questa pandemia. Mentre naturalmente dobbiamo contenere la diffusione del virus ed occuparci delle emergenze ovvie attuali, egualmente dobbiamo prestare attenzione alle conseguenze psichiatriche offensive potenziali„, diciamo il professor Naja Hulvej Rod dal ministero della salute pubblica, dalla facoltà di salubrità e dalle scienze mediche, università di Copenhaghen.

“La gente sotto 30 e la gente con una cronologia della malattia mentale potrebbero trarre giovamento dagli interventi adattati di salute pubblica per impedire o neutralizzare gli effetti negativi della pandemia„.

Il progetto di ricerca “che sta insieme - ad una distanza„ raccoglie continuamente i dati danesi per tenere la carreggiata lo stato e le conseguenze di salute mentale durante la pandemia COVID-19. I dati montati da giugno 2020 finora confermano i risultati dello studio: Il Lockdown ha un impatto negativo su ansia, su solitudine e sulle preoccupazioni riguardo a COVID-19.

Source:
Journal reference:

Varga, T.V., et al. (2021) Loneliness, worries, anxiety, and precautionary behaviours in response to the COVID-19 pandemic: a longitudinal analysis of 200,000 Western and Northern Europeans. The Lancet Regional Health - Europe. doi.org/10.1016/j.lanepe.2020.100020.