Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Studio: I sintomi della menopausa sono peggiori per le donne con insufficienza ovarica prematura

Le vampate di calore, l'insonnia e la siccità vaginale sono riferite comunemente i sintomi che accompagnano la transizione della menopausa. Un nuovo studio suggerisce che tali sintomi--problemi particolarmente psicologici e sessuali--sia peggiore per le donne che hanno insufficienza ovarica prematura (POI) che per le donne che subiscono la menopausa naturale. I risultati di studio sono pubblicati oggi online nella menopausa, il giornale della società nordamericana della menopausa (NAMS).

L'insufficienza ovarica prematura è definita come la cessazione della funzione che ovarica quello piombo a menopausa prima dell'età di 40 anni. Il termine è associato con i rischi aumentati per una serie di comorbidities a lungo termine di salubrità, compreso osteoporosi, la malattia cardiovascolare, i disordini di umore, il danno conoscitivo e la disfunzione sessuale. Può anche piombo ad una speranza di vita di scarsità.

Malgrado la ricerca intorno ai vari fattori di rischio connessi con probabilità di intercettazione, pochi studi hanno esaminato l'effetto di probabilità di intercettazione riguardante la prevalenza, la severità ed i fattori che pregiudicano i sintomi della menopausa. In questo nuovo studio che fa partecipare quasi 300 donne cinesi, i ricercatori specificamente hanno studiato i sintomi della menopausa in donne con probabilità di intercettazione e le hanno paragonate alla severità ed alla prevalenza di simili sintomi in donne che hanno avvertito la menopausa naturale.

Che cosa hanno trovato era che le donne con probabilità di intercettazione avvertono un'alta prevalenza dei sintomi della menopausa, particolarmente quelli nei domini psicologici e sessuali e che questi sintomi sono spesso più severi di quelli sperimentati dalle donne che subiscono la menopausa naturale. I sintomi probabilmente da essere la maggior parte del severo comprendono i basculaggi asse verticali di umore, le vampate di calore, l'insonnia, la fatica e la disfunzione sessuale (siccità vaginale compresa, dispareunia e libido in diminuzione).

In base a questi risultati, i ricercatori hanno suggerito che i fornitori di cure mediche fossero più che e a conoscenza delle complicazioni psicologiche e dei rischi di disfunzione sessuale in donne con probabilità di intercettazione e nel lavoro con loro identificare le opzioni per sollievo.

I risultati sono pubblicati sintomi della menopausa nell'articolo “in donne con insufficienza ovarica prematura: prevalenza, severità e fattori associati.„

Questo studio delle donne cinesi ha indicato che quelli con probabilità di intercettazione hanno avuti sintomi in relazione con la menopausa più prevalenti che le donne con menopausa all'età media. È importante notare che indipendentemente dalla prevalenza o dalla severità dei sintomi, le donne con probabilità di intercettazione dovrebbero ricevere la terapia ormonale almeno fino all'età media di menopausa a meno che ci siano controindicazioni al suo uso per attenuare gli effetti sulla salute avversi a lungo termine potenziali, compreso le fratture, la malattia di cuore, il danno conoscitivo e la mortalità iniziale--oltre alle perturbazioni di umore ed alla disfunzione sessuale,„

Dott. Stephanie Faubion, Direttore medico, la società nordamericana della menopausa