Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il nuovo regime della gestione di dolore ha diminuito l'esposizione dell'opioide nei pazienti di trauma

Un regime della gestione di dolore formato principalmente dal farmaco non quotato in borsa ha diminuito l'esposizione dell'opioide nei pazienti di trauma mentre raggiungeva i livelli uguali di controllo di dolore, secondo un nuovo studio dai medico-ricercatori al centro di scienza di salubrità dell'università del Texas a Houston (UTHealth).

I risultati degli studi, che sono stati intrapresi al duca rosso Trauma Institute al centro medico commemorativo del Hermann-Texas, sono stati pubblicati oggi nel giornale dell'istituto universitario americano dei chirurghi.

“La ricerca ci mostra che la gente seriamente ferita con dolore acuto può efficacemente essere curata con una strategia diminimizzazione,„ ha detto John Harvin, il MD, il ms, professore associato nel dipartimento di chirurgia alla facoltà di medicina di McGovern a UTHealth ed autore di corrispondenza ed in primo luogo dello studio. “Gli stupefacente non sono il sostegno della terapia per dolore acuto.„ Harvin è egualmente un chirurgo di partecipazione di trauma al duca rosso Trauma Institute.

Lo studio ripartito con scelta casuale ha valutato due combinazioni differenti di vari analgesici dell'non opioide in complessivamente 1.561 paziente. I ricercatori hanno cercato di determinare quale combinazione potrebbe diminuire meglio l'esposizione dell'opioide nell'ospedale e dopo scarico per i pazienti con il trauma acuto, come le fratture della nervatura e pelviche.

Una strategia diminimizzazione del trattamento è conosciuta come “l'originale,„ perché nel 2013, il gruppo di Harvin ha cominciato ad amministrarlo come regime prima linea di dolore ed a prescrivere gli opioidi soltanto come stati necessari.

Contiene i farmaci più potenti compreso acetaminofene endovenoso ed orale, celecoxib, pregabalin, naprossene, gabapentin, tramadolo (uno stupefacente) e come stato necessario, oxycodone. Questa strategia ha ridotto l'esposizione dell'opioide di 31%, ma il tramadolo lo ha fatto chenon minimizza ed ha compreso le droghe più costose che non sono ampiamente - disponibili.

Nella ricerca di una strategia più ideale, il gruppo ha creato il regime dell'ALBERO, nominato dopo lo studio, che è chiamato strategie di Multi-Modal Analgesic nel trauma. Ha incluso i farmaci molto più generici e più accessibili: acetaminofene orale, naprossene, gabapentin, toppe della lidocaina e come state necessarie, opioidi. La sola droga che richiede una prescrizione è gabapentin.

I pazienti ripartiti con scelta casuale al regime dell'ALBERO hanno ricevuto la meno esposizione dell'opioide al giorno - i 34 equivalenti di milligrammo della morfina (MME) confrontati a 48 ed erano più probabili essere scaricati senza una prescrizione dell'opioide, compreso il tramadolo (38% contro 33%). Nessuna differenza clinicamente significativa nei punteggi di dolore è stata veduta.

La nostra prima ipotesi era che il regime originale avrebbe fornito il migliore controllo di dolore acuto perché quei farmaci dovrebbero eseguire teoricamente meglio. Abbiamo pensato se potessimo gestire il dolore acuto meglio in anticipo poi che potremmo usare meno stupefacente complessivi, ma il regime dell'ALBERO raggiungesse i livelli uguali di controllo di dolore ed il camice diminuisse l'esposizione dell'opioide, probabile perché ha incluso soltanto gli opioidi come stati necessari. Gli stupefacente non devono essere la prima riga di terapia per controllo di dolore acuto.„

John Harvin, MD, ms, primo autore di studio, professore associato, dipartimento di chirurgia, facoltà di medicina di McGovern, centro di scienza di salubrità dell'università del Texas

L'istituto nazionale sui rapporti 128 persone di abuso di droga muore ogni giorno dalla dose eccessiva dell'opioide, in base ai dati dal 2018. La ricerca è tempestiva poichè le dosi eccessive dell'opioide sono sull'aumento, particolarmente durante la pandemia.

I dati raccolti dal banco di UTHealth del centro biomedico dell'informatica per l'analisi dei dati del sistema di salubrità indicano che nel 2020, i primi radar-risponditore a Houston hanno ricevuto una media di 90 chiamate al mese per le dosi eccessive dell'opioide, con giugno che alza a 116 chiamate. Quello proviene su dalle 60 chiamate al mese che hanno fatto la media nel 2018 nel 2019 e da 80.

“L'anno scorso abbiamo avuti un numero record delle dosi eccessive dell'opioide in America. Continua ad essere un problema grave che in gran parte è stato adombrato da COVID-19. Tuttavia, la pandemia di COVID acutamente sta esacerbando l'epidemia dell'opioide,„ Harvin ha detto.

Molti in comunità medica dicono i gambi di problema in parte dagli standard pubblicati dalla Commissione unita nel 2011, che richiedono il dolore di essere valutati come una quinta funzione vitale e trattamenti più aggressivi incoraggianti di dolore, compreso gli opioidi.

Da allora, molti fornitori di salubrità hanno contato sugli opioidi per gestire il dolore acuto. Mentre i farmaci da vendere su ricetta medica da chirurgia non sono la sola causa di dipendenza dell'opioide, sono un grande contributore, Harvin ha detto.

“Il migliore modo fare diminuire qualcuno rischio per uso a lungo termine è di minimizzare la loro esposizione durante l'ospedalizzazione ed a scarico ed ora sappiamo che ci sono farmaci eccellenti dell'non opioide disponibili che efficacemente trattano il dolore. Sappiamo che il cambiamento della cultura catturerà tempo e lo sforzo, ma siamo eccitati imparare come alle droghe diminimizzazione di migliore influenza migliorare cura e per offrire un nuovo modello che può essere adottato da tutto il centro di trauma.„

“Sebbene ci sia ancora molto lavoro da fare per ottimizzare ed individualizzare i regimi di dolore per la nostra diversa popolazione di trauma, questa prova dimostra l'abilità dei centri di trauma del Livello 1 a rapido ed efficientemente impara dai pazienti che usando la metodologia rigorosa della ricerca mentre simultaneamente migliora la cura paziente,„ ha detto Lillian Kao, il MD, il ms, professore di chirurgia con la facoltà di medicina di McGovern e l'autore senior dello studio. “Questo tipo di apprendimento e di miglioramento continui è facilitato da uno stretto rapporto fra il centro accademico (UTHealth), il centro di trauma (duca rosso Trauma Institute) e la nostra infrastruttura della ricerca (centro per ricerca di traduzione di lesione).„ Kao è egualmente il Direttore di divisione dell'ambulatorio acuto di cura aHermann-TMC commemorativo.

Il regime dell'ALBERO ora è pratica normale dai medici di UTHealth al duca rosso Trauma Institute. I ricercatori stanno lavorando per adattarlo per il trattamento di dolore acuto dell'ustione.

Source:
Journal reference:

Harvin, J. A., et al. (2021) Multimodal Analgesic Strategies for Trauma: A Pragmatic Randomized Clinical Trial. Journal of American College of Surgeons. doi.org/10.1016/j.jamcollsurg.2020.12.014.