Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La nuova scoperta ha potuto piombo ai trattamenti più veloci e più efficaci per le complicazioni croniche di salubrità

Una mondo-prima scoperta dai ricercatori alla Monash University e dall'università di Queensland ha potuto piombo ai trattamenti più veloci e più efficaci per le complicazioni croniche di salubrità, quali la malattia cardiovascolare ed il cancro, con in vivo i biosensori “fluorescenti„.

Il gruppo di ricerca, piombo dal Dott. Simon Corrie dal dipartimento dell'università di Monash dell'ingegneria chimica e dal centro dell'ARCO di eccellenza in scienza e tecnologia Bio--Nana convergente, ha catturato un anticorpo che lega le proteine di EGFR (recettore del fattore di crescita dell'epidermide) e la ha costruite per riflettere col passare del tempo la concentrazione di proteine di EGFR nelle soluzioni del siero.

I co-author del documento, pubblicati in sensori di ACS, sono il Dott. Christian Fercher, il Dott. Martina Jones ed il professor Stephen Mahler dall'università di Queensland e dell'istituto australiano per la bioingegneria e la nanotecnologia.

Un'incapacità di individuare la crescita delle proteine di EGFR in esseri umani può essere associata con lo sviluppo di una serie di tumori, compreso cancro come pure l'inizio delle malattie come Alzheimer.

Facendo uso di un meccanismo di rilevazione dell'indipendente sviluppato dal gruppo di ricerca, comprendente le tinture fluorescenti, i ricercatori hanno creato un biosensore da un anticorpo ben noto che era cambiamenti “fuori„ colti capaci della proteina di EGFR in tempo reale riflettendo i cambiamenti rilevabili negli spettri della fluorescenza.

La capacità di riflettere le concentrazioni di biomarcatore della proteina in liquidi organici in tempo reale è inestimabile per tenere la carreggiata i pazienti a rischio di deterioramento rapido, compreso quelli che richiedono il video personale della droga o quelli ad ad alto rischio delle complicazioni in seguito alle condizioni critiche, come sepsi, attacco di cuore o la risposta del tumore al trattamento.

Nessuno ha potuto costruire un anticorpo per le prove continue finora.

Tutti i test diagnostici che abbiamo una conoscenza di con comprendono campionare qualcosa (sangue, urina, tessuto) ad un punto temporale determinato particolare e catturare lo stessi ad un laboratorio per interrogarlo. Ma per i pazienti che soffrono dalle circostanze acute, in cui il tempo di diagnosticare ed il trattamento rapido sono molto importanti, questo trattamento diagnostico tradizionale non è abbastanza buono.„

Dott. Simon Corrie, dipartimento di ingegneria chimica, Monash University

“Riflettendo i cambiamenti dinamici in proteine, per esempio la proteina livella aumentare o la diminuzione col passare del tempo, è probabile fornire molto più informazione dettagliata circa un trattamento del trattamento o di malattia, ma i sensori richiesti per fare questo non esista fuori della prova continua del glucosio per il diabete.

“La nostra capacità di creare gli anticorpi, che legano reversibilmente agli obiettivi e possono “essere letti fuori„ facendo uso della fluorescenza, mezzi possiamo sviluppare in vivo i sensori. Questi sensori possono riflettere i livelli di biomarcatori critici mentre cambiano col passare del tempo in risposta ad una malattia o ad un trattamento, piuttosto che appena inviando un campione ad un laboratorio ed ottenendo un'istantanea in un giorno o due.

“Questi biomarcatori potrebbero comprendere la quantità di proteine di superficie su una cellula tumorale ed indipendentemente da fatto che una droga le induce a diminuire nella dimensione, quindi sul verificare l'efficacia del trattamento. Può anche essere usato per riflettere la concentrazione di droghe potenzialmente tossiche, come alcuni antibiotici.„

Questa scoperta poteva costruire un frammento dell'anticorpo capace reversibilmente di legare ad un analito della proteina (scFv) in una soluzione chimica, mentre conservava la specificità della sequenza originale dell'anticorpo.

Con i loro sforzi, il video in vitro continuo durante le ore multiple è stato registrato con successo.

“Il lavoro è in corso impiegare le tinture che sono adatte molto meglio alle applicazioni mediche,„ il Dott. Corrie ha detto.

“In futuro, prevediamo che questo trattamento sia usato per generare un intervallo dei biosensori che possono riflettere continuamente la concentrazione nella proteina dentro il corpo umano, con un trattamento biofarmaceutico, o nell'ambiente.„

Source:
Journal reference:

Fercher, C., et al. (2021) Recombinant Antibody Engineering Enables Reversible Binding for Continuous Protein Biosensing. ACS Sensors. doi.org/10.1021/acssensors.0c01510.