Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Microonde usate per inattivare gli agenti patogeni aerosolizzati

Poichè la pandemia ha continuato a spargersi globalmente, gli studi indicano che il virus COVID-19 può essere contenuto in aerosol che possono essere generati e diffusione con la respirazione, la tosse, lo starnuto, o la conversazione dalle persone infettate. I ricercatori sempre più sono messi a fuoco sugli strumenti di sviluppo e sui metodi per assistere nelle superfici e negli spazi di decontaminazione.

Mentre gli scienziati precedentemente hanno esplorato l'uso di energia elettromagnetica disattivare il virus di influenza all'ingrosso liquidi, meno lavoro è stato fatto per capire il ruolo di radiazione non ionizzante, quali le microonde, nella diminuzione dell'infettività degli agenti patogeni virali in aerosol. Gli strumenti richiesti ad entrambi contengono sicuro i flussi contaminati dell'aerosol ed espongono questi aerosol alle dosi controllate e ben-caratterizzate di microonda non sono stati disponibili facilmente.

Nella rassegna degli strumenti scientifici, dalla pubblicazione di AIP, dai ricercatori dallo sviluppo rapporto del laboratorio di ricerca dell'aeronautica di un insieme degli strumenti sperimentali capaci di presentazione delle onde elettromagnetiche ad una miscela dell'aerosol dei media biologici e dal virus con la capacità per variare potenza, energia e frequenza dell'esposizione elettromagnetica. La ricerca dei ricercatori per caratterizzare meglio i livelli di soglia di energia di microonda stati necessari per inattivare le particelle virali aerosolizzate e, così, per diminuire la loro capacità di spargere infezione.

In questo modo, crediamo che la nostra progettazione sperimentale sia capace di un'indagine fondamentale su un'ampia varietà di meccanismi di inattivazione. Questo intervallo della capacità è particolarmente importante dato l'intervallo dei meccanismi potenziali di interazione trovati nella letteratura.„

John Luginsland, co-author

Le parti chiave di ogni sistema entrato nei gabinetti standard di sicurezza biologica, assicurando contenimento multiplo del livello degli agenti patogeni. Ulteriormente, i sistemi sono destinati per impedire la versione di radiazione a microonde nell'ambiente del laboratorio, in grado di, ai livelli elevati, potenzialmente interferire con strumentazione diagnostica e l'altra elettronica.

Durante gli esperimenti iniziali, i ricercatori di AFRL stanno esponendo un sostituto umano-sicuro di coronavirus, coronavirus bovino, ad un intervallo delle forme d'onda di microonda alla gamma di frequenze da 2,8 gigahertz a 7,5 gigahertz.

“Il coronavirus bovino è simile nella dimensione e nella configurazione al coronavirus umano ma è sicuro agli esseri umani,„ ha detto il chiodino a testa laterale Hoff del co-author.

Se l'esposizione alle microonde è dimostrata per essere sufficiente efficace nella diminuzione dell'infettività, gli sforzi sperimentali potrebbero poi continuare ad usare gli aerosol che contengono il coronavirus COVID-19 o altri agenti patogeni d'infezione.

“Se indicato per essere efficace, l'uso delle microonde può permettere al potenziale per decontaminazione rapida non corrente indirizzata da luce ultravioletta o pulizia chimica per le aree altamente stipate di, mentre potenzialmente funzionando ai livelli sicuro compatibili con occupazione umana,„ ha detto Hoff.

Source:
Journal reference:

Hoff, B.W., et al. (2021) Apparatus for controlled microwave exposure of aerosolized pathogens. Review of Scientific Instruments. doi.org/10.1063/5.0032823.