Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La piattaforma novella usa il virus modificato per combattere il cancro del pancreas

I ricercatori dall'università di Londra di Queen Mary e dall'università di Zhengzhou hanno sviluppato una piattaforma terapeutica potente che usa un virus modificato per il trattamento di cancro del pancreas.

Usando il virus congiuntamente ad altre droghe, il trattamento ha esteso significativamente la sopravvivenza nei modelli preclinici di cancro del pancreas.

I virus che possono infettare e distruggere selettivamente le cellule tumorali, conosciuti come i virus oncolytic, sono una classe nuova di promessa di terapeutica per cancro. Attraverso i vari meccanismi, i virus oncolytic uccidono le cellule tumorali e suscitano le forti risposte immunitarie antitumorali.

Tuttavia, virotherapy oncolytic corrente non può produrre una maturazione a lungo termine in pazienti ed il trattamento deve essere consegnato direttamente nel tumore - un itinerario che non è fattibile per i tumori profondamente incassati, o tumori che si sono sparsi intorno all'organismo.

Lo studio, pubblicato oggi nel giornale per immunoterapia di Cancro, descrive una piattaforma novella per il trattamento di cancro del pancreas facendo uso di un vaccinia-virus oncolytic che è stato modificato per migliorare la sue sicurezza, capacità spargersi in seno e tra i tumori e capacità di attivare le risposte immunitarie antitumorali potenti.

La ricerca è stata supportata dal Consiglio di ricerca medica (MRC), dal fondo di ricerca del cancro del pancreas, dal cancro del pancreas Regno Unito, dalla base di scienze della natura della Cina e dal programma nazionale di R & S di tasto della Cina.

Un sistema ri-costruito del virus

Lo studio sviluppato sopra lavoro precedente dal gruppo (Ferguson ed altri, 2019; Ahmed ed altri, 2020), che ha sviluppato un vaccinia-virus modificato con l'eliminazione di due geni virali.

Combinando il trattamento con il virus modificato e una droga clinicamente disponibile (inibitore di PI3Kδ) che ha impedito la distruzione delle particelle del virus dalle celle immuni dell'organismo, il gruppo ha creato un'efficace piattaforma del trattamento che era sistematica (cioè potrebbe attraversare through l'organismo), i tumori pancreatici specificamente mirati a ed attivato il sistema immunitario contro i tumori nei modelli preclinici.

In questo nuovo studio, migliorare l'efficacia della piattaforma del trattamento, il gruppo ri-ha costruito il virus modificando il suo codice genetico per contenere una copia supplementare e alterata di una proteina che è determinante per la capacità del virus di spargersi in seno e tra i tumori. Il gruppo egualmente ha armato il virus con una proteina chiamata IL-21, che ha migliorato la capacità dei virus di avviare una risposta immunitaria contro cancro.

Il professor Yaohe Wang, dall'istituto del Cancro di Barts, università di Londra di Queen Mary, che piombo lo studio, ha detto: “Questa piattaforma fornisce simultaneamente un terapeutico potente agli aspetti multipli dell'obiettivo di cancro del pancreas con un approccio conveniente dell'amministrazione (iniezione endovenosa), miglioranti significativamente le prospettive dell'estirpazione di malattia e della prevenzione della ricorrenza nei pazienti di cancro del pancreas. Questa piattaforma è egualmente adatta a trattamento di altri tipi umani del tumore.„

L'amministrazione seguente del vaccinia-virus oncolytic novello (nominato VVL-21) nei modelli preclinici di cancro del pancreas, il virus ha ricostruito con successo il microenvironment soppressivo del tumore per avviare le risposte immunitarie antitumorali potenti. D'importanza, il trattamento con VVL-21 egualmente ha sensibilizzato i tumori al trattamento con un tipo di immunoterapia conosciuto come un inibitore immune del controllo.

La combinazione tre della terapeutica - VVL-21, inibitore di PI3Kδ e l'inibitore immune del controllo - ha creato una piattaforma terapeutica sistematica potente che ha esteso significativamente la sopravvivenza in una serie di modelli preclinici differenti e complessi di cancro del pancreas.

Il più micidiale dei cancri comuni

Il cancro del pancreas è il cancroth più comune 11 nel Regno Unito; tuttavia, ha il tasso di sopravvivenza più basso di tutti i cancri comuni, con meno di 7% dei pazienti che sopravvivono al loro cancro per cinque anni o più. Il cancro del pancreas è diagnosticato spesso verso la fine delle fasi del suo sviluppo quando il cancro è avanzato o si è sparso ad altre parti del corpo, rendenti il trattamento difficile.

La chemioterapia e la radioterapia da solo sono relativamente infruttuose nella cura del cancro del pancreas e mentre l'ambulatorio per eliminare il tumore offre la migliore possibilità di sopravvivenza, più di 80% dei pazienti infine muoiono della malattia dovuto la ricorrenza locale e/o la metastasi distante.

Mentre il immunotherapeutics quale inibizione immune del controllo (ICI) è emerso come approccio terapeutico nuovo di promessa, cancro del pancreas, in particolare, è insensibile ICI a monoterapia. Il nuovo virus sviluppato in questo studio ha dimostrato un effetto antitumorale sinergico di promessa congiuntamente ICI ad immunoterapia.

A seguito del finanziamento supplementare dal MRC, il gruppo ora sta sperando di condurre i punti necessari tenuti per catturare il sistema di trattamento virale in avanti nei test clinici di fase I per determinare il suo potenziale all'interno della clinica.

La prognosi corrente per i pazienti con cancro del pancreas non è migliorato per molte decadi ed in modo da richiediamo urgentemente i nuovi trattamenti che possono migliorare la sopravvivenza a lungo termine. La nostra piattaforma fornisce un nuovo meccanismo emozionante di attacco del tumore in questi pazienti e siamo riconoscenti che abbiamo ricevuto ulteriore finanziamento dal MRC per supportare questo progetto con la prova preclinica della tossicità e la lavorazione del virus nella speranza che possiamo catturare questa piattaforma in avanti nei test clinici di fase I nei 3 anni futuri.„

Dott. Louisa Chard Dunmall, autore della giunzione di studio primo e ricercatore postdottorale senior, istituto del Cancro di Barts, università di Londra di Queen Mary

Source:
Journal reference:

Marelli, G., et al. (2020) A systemically deliverable Vaccinia virus with increased capacity for intertumoral and intratumoral spread effectively treats pancreatic cancer. Journal for ImmunoTherapy of Cancer. doi.org/10.1136/jitc-2020-001624.