Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La clinica di Cleveland è sovvenzionati due per studiare il potenziale terapeutico della droga anticancro in Alzheimer

L'istituto nazionale di invecchiamento (NIA), la parte degli istituti della sanità nazionali (NIH) e le fondamenta di scoperta della droga del Alzheimer (ADDF) hanno assegnato le concessioni quinquennali di $3,2 milione e $1,4 milioni, rispettivamente, agli scienziati dal centro di Lou Ruvo della clinica di Cleveland per salubrità del cervello per studiare il potenziale terapeutico del lenalidomide anticancro della droga nel morbo di Alzheimer della fase iniziale, conosciuto come danno conoscitivo delicato (MCI).

Il finanziamento supporterà il progetto “Repurposing Lenalidomide per il trattamento di Alzheimer in anticipo„ piombo da Marwan Sabbagh, M.D. e Boris Decourt, Ph.D., del centro di Lou Ruvo per salubrità del cervello. Il progetto è compreso clinici complementari l'identificazione puntata su due studi se il lenalidomide diminuisce l'infiammazione ed altre funzionalità neuropathological in relazione con la malattia e migliora la cognizione in quelli che vivono con il danno conoscitivo delicato.

L'entusiasmo per studiare il lenalidomide proviene dalla strategia per mirare alle neuropatologie multiple del morbo di Alzheimer immediatamente, un approccio relativamente nuovo nello sviluppo della droga del morbo di Alzheimer. Lenalidomide è uno di pochi agenti multiuso, che ha dimostrato parecchi effetti sul sistema immunitario in malati di cancro. Ulteriormente, come droga approvata dalla FDA, la sicurezza dei lenalidomide ed i profili della tossicità già sono stati stabiliti, che contribuiranno ad accelerare la prova e la progressione negli studi clinici di Alzheimer se il questo progetto riesce.

Fin qui, le terapie dimodificazione hanno usato soltanto un singolo approccio della droga alle patologie del morbo di Alzheimer dell'obiettivo e tutte sono venuto a mancare. Queste concessioni ci aiuteranno ad esplorare un approccio novello nella diminuzione delle parecchie patologie simultaneamente. Con la sua natura meccanicistica doppia, il lenalidomide è particolarmente intrigante perché fa abbassare il potenziale ad entrambi diminuire l'infiammazione cronica ed i beta caricamenti dell'amiloide nel cervello, che sono entrambi gli indicatori del morbo di Alzheimer.„

Dott. Marwan Sabbagh, Direttore, centro di Lou Ruvo per salubrità del cervello

I due studi della sorella di lenalidomide recluteranno i partecipanti con il disease/MCI di Alzheimer della fase iniziale al centro di Lou Ruvo per salubrità del cervello. Il primo studio è costituito un fondo per dal NIH ed è una ricerca di fase II di 20 mesi che valuta l'effetto di uso a lungo termine del lenalidomide su cognizione, con la sicurezza e la tollerabilità.

Il secondo studio, di supporto dal finanziamento di ADDF, è una ricerca di sei mesi di fase II che esamina l'uso a breve termine del lenalidomide in 45 partecipanti, con un fuoco sulla sicurezza e gli effetti su sangue e sui biomarcatori del liquido cerebrospinale. Il lavoro del Dott. Sabbagh egualmente è supportato dalla presidenza dotata Ruvo di Larry e di Camille per salubrità del cervello.