Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il trattamento antibiotico neonatale si è associato con peso ed altezza diminuiti in ragazzi

L'esposizione agli antibiotici nei primi giorni di vita è pensata per pregiudicare i vari aspetti fisiologici dello sviluppo neonatale. I nuovi studi intrapresi a Turku, Finlandia, rivelano che il trattamento antibiotico entro 14 giorni della nascita è associato con peso ed altezza diminuiti in ragazzi, ma non ragazze, fino all'età di sei.

Al contrario, lo studio ha mostrato l'indice di massa corporea significativamente più alto (BMI) in entrambi i ragazzi e ragazze che seguono l'uso antibiotico dopo il periodo neonatale e nei primi sei anni di vita.

I risultati, pubblicati nelle comunicazioni della natura del giornale possono essere il risultato dei cambiamenti nello sviluppo del microbiome dell'intestino.

L'impatto dell'esposizione antibiotica neonatale è stato studiato in un gruppo di 12.422 bambini sopportati durante il 2008-2010 nell'ospedale universitario di Turku in Finlandia. I bambini non hanno avuti le anomalie genetiche o disturbi cronici significativi che pregiudicano la crescita e non hanno avuto bisogno del trattamento antibiotico a lungo termine. Gli antibiotici erano stati amministrati entro i primi 14 giorni di vita a 1.151 (9,3%) dei neonati nello studio.

Gli autori hanno trovato che i ragazzi esposti al trattamento antibiotico hanno esibito il peso significativamente più basso rispetto ai bambini non esposti durante i primi sei anni. Egualmente hanno esibito significativamente più di altezza ridotta e BMI fra le età di due e di sei. Questa osservazione è stata ripiegata in un gruppo tedesco.

L'esposizione antibiotica durante i primi giorni di vita è stata trovata per essere associata con le perturbazioni nel microbiome dell'intestino su fino all'età di due. Gli infanti esposti agli antibiotici neonatali hanno esibito la ricchezza significativamente più bassa del microbiome dell'intestino rispetto agli infanti non esposti all'età di un mese.„

Samuli Rautava, professore associato, università di Turku ed università di Helsinki

Il professore associato Samuli Rautava piombo lo studio insieme al professor Omry Koren dalla facoltà di Azrieli di medicina dell'università della Barra-Ilan.

Interessante, all'età di sei mesi, gli infanti hanno trattato con gli antibiotici hanno raggiunto il livello batterico di ricchezza di gruppo di controllo degli infanti ed alle età di 12 e 24 mesi, gli oggetti antibiotico-trattati hanno guadagnato i livelli elevati significativamente di ricchezza batterica rispetto agli oggetti di controllo.

Negli esperimenti supplementari piombo dallo studente Atara Uzan di PhD dall'università della Barra-Ilan, i ricercatori hanno dimostrato che di topo maschio esenti da germi che sono stati dati il microbiome dell'intestino degli infanti antibiotico-esposti egualmente video l'errore della crescita. Questi risultati suggeriscono un collegamento potenziale fra l'esposizione antibiotica neonatale e la crescita alterata di infanzia, che possono essere un risultato delle alterazioni causate dagli antibiotici nella composizione del microbiome dell'intestino.

- Gli antibiotici sono farmaci salvataggio ed estremamente importanti in infanti neonati. I nostri risultati indicano che il loro uso può anche avere conseguenze a lungo termine indesiderate che devono essere considerate, dice il professor Omry Koren.

La ricerca di seguito mirerà a studiare altri risultati avversi potenziali relativi all'esposizione antibiotica neonatale.

Gli studi sono stati intrapresi ulteriormente dai ricercatori al laboratorio all'università della Barra-Ilan, l'istituto massimo in Germania, l'università di Louzoun di Rubner di Trento in Italia e Migal Israele.

Source:
Journal reference:

Uzan-Yulzari, A., et al. (2021) Neonatal antibiotic exposure impairs child growth during the first six years of life by perturbing intestinal microbial colonization. Nature Communications. doi.org/10.1038/s41467-020-20495-4.