Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il vaccino di Johnson & Johnson SARS-CoV-2 mostra la promessa nei test clinici

Molti paesi ora hanno cominciato srotolare gli sforzi della vaccinazione per contenere la diffusione del coronavirus 2 (SARS-CoV-2), l'agente patogeno di sindrome respiratorio acuto severo che causa la malattia 2019 (COVID-19) di coronavirus.

Uno dei vaccini del candidato, al il vaccino basato a vettore del sierotipo 26 (Ad26) dell'adenovirus che esprime SARS-CoV-2 una punta ottimizzata (Ad26.COV2.S) o JNJ-78436735, ha luogo ora nella fase 3 di prove umane.

Sviluppato dai vaccini di Janssen (Johnson & Johnson) e dal centro medico di Beth Israele Deaconess (BIDMC), il vaccino è un vaccino umano d'una sola dose di vettore dell'adenovirus, che ha indicato un'efficacia di 66 per cento contro SARS-CoV-2.

Studio: Protezione della Basso Dose Ad26.COV2.S contro la sfida SARS-CoV-2 nei macachi del reso. Credito di immagine: Andreas Prott/Shutterstock

I nuovi studi, intrapresi dai ricercatori alla facoltà di medicina di Harvard, Tufts University e Massachusetts Institute of Technology negli Stati Uniti ed i vaccini di Janssen & prevenzione BV nei Paesi Bassi, hanno indicato che una singola immunizzazione con una dose bassa del vaccino di Ad26.COV2.S - anche conosciuto come il vaccino di Johnson & Johnson del `' - efficacemente protetto contro la sfida SARS-CoV-2 nei macachi del reso.

Il gruppo egualmente ha rivelato che un'più alta dose vaccino potrebbe essere necessaria proteggere le vie respiratorie superiori rispetto alle vie respiratorie più basse.

I risultati del gruppo sono stati rilasciati sul " server " del bioRxiv* della pubblicazione preliminare.

Il vaccino

Il vaccino di Ad26.COV2.S è stato derivato dal primo isolato clinico dello sforzo di Wuhan. Il vettore Ad26 è utilizzato nel vaccino di Ebola che è stato approvato dall'Agenzia europea per i medicinali.

I vaccini di Ad26-based sono sicuri e poiché sono basati sulla piattaforma della tecnologia del AdVac di Janssen, che egualmente è stata utilizzata per svilupparsi e fabbricare altri candidati vaccino contro il virus di Ebola, virus dell'immunodeficienza umana immunogeno (HIV), il virus respiratorio sinciziale (RSV) ed il virus di Zika.

Lo studio

Negli studi precedenti del vaccino SARS-CoV-2 in primati non umani, la protezione nelle vie respiratorie superiori tende ad essere meno forte che la protezione nelle vie respiratorie più basse. Ciò significa che proteggere dall'infezione asintomatica può diventare più difficile da raggiungere che la protezione contro polmonite severa in esseri umani.

Tuttavia, il ruolo delle dosi vaccino nella protezione delle vie respiratorie superiori e più basse rimane poco chiaro.

Nello studio, i ricercatori hanno valutato l'immunizzazione e l'efficacia protettiva di una titolazione dei livelli di dose di Ad26.COV2.S per determinare se ancora fosse efficace contro SARS-CoV-2.

I ricercatori hanno vaccinato una volta 30 macachi del reso con le varie dosi del vaccino, compreso 1x1011, 5x1010, 1.125x1010, o 2x109 vp Ad26.COV2.S o la falsità e sono stati esposti al virus dagli itinerari intranasali ed endotracheali.

Interessante, i risultati della ricerca hanno indicato che la vaccinazione con le dosi basse quanto 2x109 B.P. ha assicurato la forte e protezione potente nel lavaggio broncoalveolare. Nel frattempo, le dosi di vp 1.125x1010 sono state richieste per la protezione in tamponi nasali.

Il gruppo ha notato che dosi basse del vaccino protetto contro SARS-CoV-2 nelle vie respiratorie più basse. Tuttavia, egualmente hanno trovato che le dosi elevate sono necessarie proteggere le vie respiratorie superiori. Inoltre, i livelli di dose vaccino suboptimali piombo ad efficacia in diminuzione per proteggere dall'infezione, mentre nessuna prova della malattia respiratoria migliorata vaccino-associata (VAERD) è stata notata.

I ricercatori hanno osservato che dosi basse di Ad26.COV2.S protetto contro la sfida del virus nelle vie respiratorie più basse, ma che gli più alti livelli di dose vaccino sono stati richiesti per proteggere nelle vie respiratorie superiori. I livelli di dose vaccino suboptimali hanno provocato l'efficacia protettiva diminuita, ma nessuna prova di VAERD è stata osservata.

Ci sono corrente 2 prove umane di fase 3 in corso determinare la sicurezza e l'efficacia del vaccino contro il virus in un grande gruppo di persone.

Se i risultati stanno promettendo, il vaccino può essere usato accanto ai candidati correnti per impedire l'infezione in molti paesi.

Avviso *Important

il bioRxiv pubblica i rapporti scientifici preliminari che pari-non sono esaminati e, pertanto, non dovrebbero essere considerati conclusivi, guida la pratica clinica/comportamento correlato con la salute, o trattato come informazioni stabilite.

Source:
Journal reference:
Angela Betsaida B. Laguipo

Written by

Angela Betsaida B. Laguipo

Angela is a nurse by profession and a writer by heart. She graduated with honors (Cum Laude) for her Bachelor of Nursing degree at the University of Baguio, Philippines. She is currently completing her Master's Degree where she specialized in Maternal and Child Nursing and worked as a clinical instructor and educator in the School of Nursing at the University of Baguio.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Laguipo, Angela. (2021, February 02). Il vaccino di Johnson & Johnson SARS-CoV-2 mostra la promessa nei test clinici. News-Medical. Retrieved on January 20, 2022 from https://www.news-medical.net/news/20210202/Johnson-Johnson-SARS-CoV-2-vaccine-shows-promise-in-clinical-trials.aspx.

  • MLA

    Laguipo, Angela. "Il vaccino di Johnson & Johnson SARS-CoV-2 mostra la promessa nei test clinici". News-Medical. 20 January 2022. <https://www.news-medical.net/news/20210202/Johnson-Johnson-SARS-CoV-2-vaccine-shows-promise-in-clinical-trials.aspx>.

  • Chicago

    Laguipo, Angela. "Il vaccino di Johnson & Johnson SARS-CoV-2 mostra la promessa nei test clinici". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20210202/Johnson-Johnson-SARS-CoV-2-vaccine-shows-promise-in-clinical-trials.aspx. (accessed January 20, 2022).

  • Harvard

    Laguipo, Angela. 2021. Il vaccino di Johnson & Johnson SARS-CoV-2 mostra la promessa nei test clinici. News-Medical, viewed 20 January 2022, https://www.news-medical.net/news/20210202/Johnson-Johnson-SARS-CoV-2-vaccine-shows-promise-in-clinical-trials.aspx.