Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La versione del ferro può essere nociva al cuore, lo studio suggerisce

Un trattamento che rilascia il ferro in risposta allo sforzo può contribuire ad infarto ed a bloccare questo trattamento potrebbe essere un modo di protezione del cuore, suggerisce uno studio in mouse pubblicati oggi nel eLife.

La gente con infarto ha spesso una carenza di ferro, piombo alcuni scienziati sospettare che i problemi con trattamento del ferro nell'organismo possono svolgere un ruolo in questa circostanza. Lo studio spiega un modo che riveste di ferro il trattamento può contribuire ad infarto e suggerisce gli approcci potenziali del trattamento per proteggere il cuore.

“Il ferro è essenziale per molti trattamenti nell'organismo compreso il trasporto dell'ossigeno, ma troppo ferro può piombo ad un'accumulazione delle molecole instabili dell'ossigeno che possono uccidere le celle,„ dice primo l'autore Jumpei Ito, che era un socio di ricerca al banco di medicina e di scienze cardiovascolari, l'College Londra, Regno Unito di re, allora lo studio è stato effettuato ed è ora i ricercatori ospiti basati all'istituto universitario medico di Osaka, Giappone. “Già abbiamo saputo che il metabolismo di ferro subisce i cambiamenti in infarto, ma era poco chiaro se questi cambiamenti sono utili o nocivi.„

Per imparare più circa il ruolo del metabolismo di ferro in infarto, Ito ed i mouse studiati colleghi che mancano di una proteina hanno chiamato il coactivator nucleare 4 (NCOA4) del ricevitore, che è necessario da rilasciare il ferro memorizzato in celle quando i livelli del ferro dell'organismo sono bassi. Hanno trovato che questi mouse hanno sviluppato i cambiamenti meno severi connessi con infarto rispetto ai mouse a NCOA4. Specificamente, i mouse di NCOA4-deficient non hanno sviluppato gli eccessivi livelli di ferro o di accumulazione delle molecole instabili dell'ossigeno che possono piombo alla morte delle cellule in infarto.

Un composto chiamato ferrostatin-1 inibisce la versione di ferro memorizzato e diminuisce la capitalizzazione delle molecole instabili dell'ossigeno. Ulteriori esperimenti dal gruppo hanno mostrato che quello trattare i mouse con NCOA4 con ferrostatin-1 può diminuire la quantità di morte delle cellule in infarto. “I nostri risultati indicano che la versione di ferro può essere nociva al cuore,„ Ito dice. “Può piombo ai livelli instabili dell'ossigeno, alla morte in celle del cuore ed infine all'infarto.„

Più studi ora sono necessari per capire ogni punto nel trattamento che rilascia il ferro e provare se inibire questo trattamento potrebbe essere utile alla gente con infarto.

I pazienti con infarto che sono ferro carente corrente sono curati con i supplementi del ferro, che gli studi precedenti hanno indicato diminuisce i loro sintomi. Mentre il nostro lavoro non contraddice quegli studi, suggerisce che quello diminuire la morte ferro-dipendente delle cellule nel cuore potrebbe essere una nuova strategia potenziale del trattamento per i pazienti.„

Kinya Otsu, autore senior, il professor britannico delle fondamenta del cuore di cardiologia all'College Londra di re

Source:
Journal reference:

Ito, J., et al. (2021) Iron derived from autophagy-mediated ferritin degradation induces cardiomyocyte death and heart failure in mice. eLife. doi.org/10.7554/eLife.62174.