Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Gli scienziati ricevono il premio per esplorare come la dieta ed il metabolismo influenzano il sistema immunitario

Una coppia gli scienziati da Van Andel Institute e l'istituto nazionale dell'allergia e delle malattie infettive è stata accordata un triennale, premio del ricercatore distinto Allen $1,5 milioni dal gruppo di Paul G. Allen Frontiers, una divisione dell'istituto di Allen, capire meglio come la dieta ed il metabolismo influenzano la capacità del sistema immunitario di combattere fuori le minacce quali le infezioni.

Per la fine del progetto, del principale inquirente Russell Jones, Ph.D., di VAI e del co-ricercatore Yasmine Belkaid, Ph.D., di speranza di NIAID di trovare le nuove opzioni terapeutiche per l'amplificazione dell'immunità protettiva mentre impedendo autoimmunità, che accade quando alcune celle immuni attaccano erroneamente l'organismo.

Stabilito nel 2016 dal co-fondatore di Microsoft e dal filantropo recenti Paul G. Allen, il gruppo di frontiere identifica i ricercatori intorno al mondo di cui il lavoro ha il potenziale di accelerare le scoperte scientifiche o di lanciare gli assolutamente nuovi viali di prospezione.

Profondamente siamo onorati per ricevere questo premio, che permette che noi cerchiamo le comprensioni critiche circa come il nostro ambiente, specialmente dieta, risposte immunitarie di influenze. Le risposte immunitarie sono come il racconto di Goldilocks -- non dovrebbero essere troppa o troppo poco. Capendo i bisogni metabolici delle celle immuni, speriamo di trovare che “appena destra„ bilanciamento che promuove le risposte immunitarie altamente efficaci senza il danno che viene con una risposta immunitaria iperattiva.„

Russell Jones, Ph.D., principale inquirente, VAI

Il sistema immunitario si compone di molti tipi differenti di celle, ciascuna incaricate con un processo particolare combattere le minacce, proteggere l'organismo e promuovere guarire. Per espletare con successo le loro funzioni, queste celle contano sul metabolismo dell'organismo per fornire loro il genere di destra di combustibile al momento giusto.

Se le celle non ricevono abbastanza combustibile, la risposta immunitaria può essere insufficiente. Dal retro, una risposta immunitaria iperattiva può indurre le celle immuni ad attaccare il tessuto sano.

La ricerca recente da Jones e da Belkaid ha rivelato che le celle di T, un tipo specializzato di cella immune che cerca e distrugge le celle malate, usano vari tipi di combustibili al lavoro. Jones e Belkaid mirano a scoprire quali tipi di celle di T del combustibile preferiscono nelle speranze di individuazione dei modi ottimizzare le loro capacità di infezione-combattimento.

Egualmente esploreranno come il microbiome -- la vasta popolazione dei microbi utili che risiedono nell'intestino e nell'aiuto nella digestione -- è influenzato dalla dieta e supporta la funzione immune. Fin qui, il ruolo di questi batteri nell'alterazione del metabolismo a cellula T durante la risposta immunitaria è stato poco chiaro.

Belkaid ha spiegato che il microbiota svolge un ruolo fondamentale nella capacità del host di adattarsi ai cambiamenti fisiologici, compreso quelli che accadono durante l'infezione. Ha detto che la parte di questo controllo si presenta via “i combustibili„ derivati microbiota o gli adiuvanti e la prospezione di immunità ottimale deve essere fatta nel contesto di questi metaboliti fisiologici.

In tutto, il progetto di Belkaid e Jones riflette uno spostamento a considerare il sistema immunitario tramite la lente delle sue interazioni con altri sistemi nelle influenze dell'esterno come pure dell'organismo.