Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I bisogni insoddisfatti del trattamento dei lavoratori di sesso femminile possono contribuire alla trasmissione del HIV nel Sudafrica

I bisogni insoddisfatti di prevenzione e del trattamento del HIV dei lavoratori di sesso femminile e particolarmente dei loro clienti maschii hanno potuto contribuire sostanzialmente alla trasmissione in corso del HIV nel Sudafrica, secondo un nuovo studio piombo dai ricercatori all'università di Bristol, il Regno Unito.

I ricercatori hanno usato la modellistica matematica per esaminare il contributo del sesso commerciale, del sesso fra gli uomini e di altre associazioni eterosessuali alla trasmissione del HIV nel Sudafrica.

Hanno trovato che, su un periodo di dieci anni (2010-19), il sesso fra i lavoratori di sesso femminile ed i loro clienti di pagamento ha contribuito 6,9 per cento di nuove infezioni HIV, mentre il sesso fra i clienti con i loro partner gratuiti ha contribuito 41,9 per cento.

Il sesso fra gli uomini ha contribuito 5,3 per cento ed il sesso fra gli uomini che fanno sesso con gli uomini ed i loro partner femminili ha contribuito 3,7 per cento.

Lo studio, pubblicato in giornale dell'internazionale AIUTA la società, anche esaminata l'impatto potenziale ed il risparmio di temi di aumento del trattamento del HIV fra ogni gruppo di rischio. Il trattamento aumentante fra i lavoratori di sesso femminile, i loro clienti di pagamento e gli uomini che fanno sesso con gli uomini sarebbe fino a cinque volte più efficiente per la diminuzione della trasmissione del HIV che il trattamento aumentante fra la popolazione in genere.

Il Sudafrica ha fatto un considerevole investimento nella operazione di disgaggio sugli interventi per l'impedimento ed il trattamento del HIV ed è vicino a raggiungere gli obiettivi del trattamento del HIV del UNAIDS. Tuttavia, la tariffa di nuove infezioni HIV rimane due volte sopra l'obiettivo del UNAIDS 2020. Per eliminare questo divario e per riacquistare lo slancio, la risposta del HIV deve adattarsi per mettere a fuoco su quelle comunità in cui i rischi ed il carico di malattia sono più grandi, che per il Sudafrica sono i clienti di pagamento dei lavoratori di sesso femminile.„

Dott. Jack Stone, autore principale di studio, facoltà di medicina di Bristol, università di Bristol

Il professor Peter Vickerman, dall'unità di ricerca di tutela della salute di NIHR in scienza del comportamento e dalla valutazione all'università di Bristol, che ha sorvegliato lo studio, ha detto:

“La risposta del HIV nel Sudafrica ha messo a fuoco tradizionalmente sulla popolazione in genere. Ciò è basata sul presupposto che le popolazioni di tasto quali i lavoratori e gli uomini di sesso femminile che fanno sesso con gli uomini svolgono un piccolo ruolo nella trasmissione del HIV in paesi in cui il HIV è endemico. I nostri risultati mostrano che questo non è il caso e che suggeriscono il quel Sudafrica ed effettivamente altri paesi, non possono mettere a fuoco le nuove iniziative su coloro che la maggior parte del bisogno loro, che, nel Sudafrica, sono i clienti di pagamento dei lavoratori di sesso femminile.„

Il Dott. Jenny Coetzee, CEO delle fondamenta potenziali africane e del ricercatore principale all'unità di ricerca perinatale del HIV, che ha fornito i dati da uno studio sui clienti maschii, ha commentato quello: “La risposta al HIV nel Sudafrica colloca il carico della responsabilità della prevenzione e del cambiamento comportamentistico sopra le donne. È vitale che cominciamo a ritirare gli uomini nella soluzione. Questo studio evidenzia l'importanza di un gruppo criminalizzato e spesso marginalizzato di uomini che sono stati trascurati chiaramente nella nostra risposta nazionale„.

Source:
Journal reference:

Stone, J., et al. (2021) Estimating the contribution of key populations towards HIV transmission in South Africa. Journal of the International Aids Society. doi.org/10.1002/jia2.25650.