Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

quarto studio preclinico per Novavax in primati non umani, varianti delle prove SARS-CoV-2

I ricercatori negli Stati Uniti hanno identificato le componenti immuni specifiche che potrebbero essere chiave di assicurazione che la vaccinazione contro il coronavirus 2 (SARS-CoV-2) di sindrome respiratorio acuto severo protegge non solo dalla malattia ma anche dalla trasmissione virale e dalle varianti emergenti.

Il virus SARS-CoV-2 è l'agente responsabile della pandemia di malattia di coronavirus (COVID-19) che ha reclamato le vite di più di 2,32 milione di persone globalmente.

In uno studio vaccino unico ha progettato per valutare l'importanza della antigene-dose ed amplificando, il gruppo ha interrogato con attenzione le componenti chiave di immunità contro l'infezione superiore e più bassa delle vie respiratorie nei macachi del reso.

A seguito di un d'una sola dose del vaccino del COVID-19 di Novavax (NVX-CoV2373), dell'induzione dei titoli robusti dell'anticorpo e dell'attività di neutralizzazione parzialmente protetta contro la replicazione virale nelle vie respiratorie superiori.

Tuttavia, gli animali che hanno ricevuto una seconda dose hanno esibito la protezione completa contro l'infezione nelle vie respiratorie superiori e più basse. Questa protezione migliore che segue una seconda immunizzazione è stata associata con una maturazione drammatica delle funzioni dell'effettore dell'anticorpo che hanno correlato con neutralizzazione altamente funzionale.

Ancora, la vaccinazione con NVX-CoV2373 ha suscitato gli anticorpi che hanno esibito il Fc-ricevitore alterato che lega alle varianti SARS-CoV-2.

Gli anticorpi si compongono di un frammento variabile chiamato che (favoloso) media l'associazione dell'antigene e un frammento costante (Fc) che media le funzioni dell'effettore con interazione con i Fc-ricevitori espressi sulle celle immuni.

“Questi dati dimostrano l'importanza critica di un Favoloso coordinato e la risposta dell'anticorpo mediata Fc per la protezione completa contro SARS-CoV-2 l'infezione, quello può anche funzionare contro le varianti emergenti,„ scrive Galit si altera dall'istituto di Ragon di MGH, MIT e Harvard e colleghi.

Una versione della pubblicazione preliminare della pubblicazione è disponibile sul " server " del bioRxiv* mentre l'articolo subisce la revisione tra pari.

Il RNA di Subgenomic ed il RNA virale nelle vie respiratorie superiori e più basse di NVX908 CoV2373 hanno immunizzato i macachi del reso
Il RNA di Subgenomic ed il RNA virale nelle vie respiratorie superiori e più basse dei macachi del reso immunizzati CoV2373 NVX908 (A) che i gruppi di macachi adulti del reso (n= 4-5/group) sono stati immunizzati con una singola dose di innesco (giorno 0 di studio) o un principale/che amplificano regime (giorni 0 e 21 di studio) 5 di μg o 25 μg NVX-CoV2373 con una Matrice-M. di 50 μg (0.5mL; IM). Un gruppo separato (n=4) buffer ricevuto di formulazione (placebo). Gli animali del placebo ed immunizzata sono stati trasferiti ad una funzione di contenimento ABSL-3 (giorno 31/32 di studio) e sono stati acclimatati per i 7 giorni prima della sfida con complessivamente pfu 1,05 del × 106 SARS-CoV-2 (isolato USA-WA1/2020) nel μL 500 diviso fra l'intranasale (IN) e gli itinerari tracheali (IT) intra915. Gli animali sono stati riflessi giornalmente per l'infezione del paletto dei giorni fino a 7-8 (dpi 1-8). I giorni della raccolta del campione del siero sono indicati dai triangoli rossi. I giorni broncoalveolari della raccolta del campione del lavaggio (BAL) sono indicati dai triangoli blu. L'autopsia e la raccolta del tessuto è indicata dal triangolo nero. RT-PCR quantitativo è stato usato per misurare la busta subgenomic (sg) di replica (E) RNA nei lavaggi nasali, in tamponi faringali nasali e nei campioni di BAL raccolti per il dpi fino a 7-8. (B) lavaggi faringali nasali. (C) tamponi nasali. (D) il BAL aspira. (E) gRNA di SARS-CoV-2 nel caricamento del virus della cavità nasale. (F) caricamento del virus della trachea. (G) i lobi superiori, medi e più bassi dei polmoni dell'immunizzato di e placebo hanno trattato gli animali. Nei tracciati delle basette bar-and923, la mediana è indicata da una linea orizzontale, l'alto ed il basso della casella hanno indicato la differenza interquartile e le basette indicano i valori minimi e massimi. I diversi valori animali sono indicati dai simboli colorati. La linea orizzontale tratteggiata indica il limite di rilevazione. Copie equivalenti genomiche (GE copia mL-1 926). Le differenze significative fra il gruppo del placebo ed i gruppi immunizzati sono state determinate mediante la t-prova dello studente (a due code, spaiato). Non significativo (ns), ≤ 0,05 del *p, ** ≤ 0,01, ≤ 0,001, ≤ 0,0001 di P del *** P del **** P.

Determinati aspetti della vaccinazione rimangono poco chiari

I vaccini recentemente approvati contro l'infezione SARS-CoV-2 già sono stati efficaci all'impedire la malattia severa e ad indurre le risposte immunitarie cellulari ed umorali. Tuttavia, se questi vaccini proteggono dalla trasmissione come pure dalla malattia non è ancora chiaro.

I dati emergenti di fase 3 hanno suggerito che i vaccini inducessero la protezione contro la malattia fin dai 10 giorni che seguono la prima vaccinazione, mentre i livelli di anticorpi di neutralizzazione sono bassi o inosservabili.

“Se queste risposte sono associate con immunità di sterilizzazione completa rimane poco chiaro,„ dice si alterano e colleghi.

Gli studi su DNA e sulla vaccinazione adenoviral di vettore SARS-CoV-2 indicano un ruolo potenziale per le funzioni aggiunte dell'effettore dell'anticorpo, insieme a neutralizzazione, come componenti chiave di immunità contro il virus.

Tuttavia, se queste risposte si evolvono seguendo la perfezione o la spinta, assicurano la protezione differenziale attraverso le vie respiratorie superiori e più basse ed assicuri la protezione contro le varianti egualmente rimane poco chiaro, dice il gruppo.

Che cosa i ricercatori hanno fatto?

Il gruppo ha condotto il delineamento approfondito delle componenti umorali della protezione nei macachi del reso immunizzati con una o due dose 5µg o 25µg del vaccino NVX-CoV2373. Nel regime della due-dose, gli animali hanno ricevuto il secondo vaccino il 21 giorno dopo quello primo. Gli animali di controllo hanno ricevuto una o due dose di placebo (buffer di formulazione).

Che cosa hanno trovato?

Gli animali che hanno ricevuto un d'una sola dose del vaccino erano soltanto parzialmente protetti contro la replica del virus nelle vie respiratorie superiori, indipendentemente da se sono stati dati la dose bassa (5μg) o alta dell'antigene (25μg).

Al contrario, gli animali che hanno ricevuto due dosi erano completamente protetti contro la replica del virus sia nelle vie respiratorie superiori che più basse, indipendentemente dalla dose dell'antigene.

“Questi dati suggeriscono che un d'una sola dose possa impedire la malattia, ma che due dosi possono essere essenziali per bloccare ulteriore trasmissione,„ dice il gruppo.

La protezione migliorata che segue il secondo vaccino è stata associata con una maturazione drammatica del profilo dell'effettore di Fc che ha correlato con attività di neutralizzazione.

Le risposte altamente funzionali e di neutralizzazioni dell'anticorpo hanno conferito la protezione più robusta contro l'infezione nelle vie respiratorie superiori e più basse.

“Le differenze combinate nelle funzioni dell'effettore dell'anticorpo e la neutralizzazione sono state associate forte con i livelli distinti di protezione nelle vie respiratorie superiori e più basse, indicanti la presenza di combinato di, ma la neutralizzazione distinta e compartimento-specifica e i Fc-meccanismi come fattori determinanti chiave di immunità protettiva contro l'infezione,„ scrive il gruppo.

D'importanza, una seconda dose del NVX-CoV2373 vaccino-ha suscitato gli anticorpi che hanno mirato alle varianti emergenti SARS-CoV-2, indicanti un ruolo critico per favoloso e Fc nel determinare la protezione massima contro il virus.

Che cosa sono le implicazioni dello studio?

I ricercatori dicono che i risultati supportano il valore dell'amplificazione, che sarà indubbiamente critico a raggiungere la protezione completa contro l'infezione e la trasmissione ed a determinare la durevolezza.

“Collettivamente, questi dati forniscono le comprensioni chiave nelle componenti immuni compartimento-specifiche che possono essere critiche per la protezione contro il virus che spargere che potrebbe contribuire a soddisfare un'esigenza urgente di salute pubblica ed ad accelerare l'istituzione di immunità del gregge,„ conclude il gruppo.

Avviso *Important

il bioRxiv pubblica i rapporti scientifici preliminari che pari-non sono esaminati e, pertanto, non dovrebbero essere considerati conclusivi, guida la pratica clinica/comportamento correlato con la salute, o trattato come informazioni stabilite.

Journal reference:
Sally Robertson

Written by

Sally Robertson

Sally first developed an interest in medical communications when she took on the role of Journal Development Editor for BioMed Central (BMC), after having graduated with a degree in biomedical science from Greenwich University.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Robertson, Sally. (2021, February 08). quarto studio preclinico per Novavax in primati non umani, varianti delle prove SARS-CoV-2. News-Medical. Retrieved on April 23, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20210208/4th-preclinical-study-for-Novavax-in-non-human-primates-tests-SARS-CoV-2-variants.aspx.

  • MLA

    Robertson, Sally. "quarto studio preclinico per Novavax in primati non umani, varianti delle prove SARS-CoV-2". News-Medical. 23 April 2021. <https://www.news-medical.net/news/20210208/4th-preclinical-study-for-Novavax-in-non-human-primates-tests-SARS-CoV-2-variants.aspx>.

  • Chicago

    Robertson, Sally. "quarto studio preclinico per Novavax in primati non umani, varianti delle prove SARS-CoV-2". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20210208/4th-preclinical-study-for-Novavax-in-non-human-primates-tests-SARS-CoV-2-variants.aspx. (accessed April 23, 2021).

  • Harvard

    Robertson, Sally. 2021. quarto studio preclinico per Novavax in primati non umani, varianti delle prove SARS-CoV-2. News-Medical, viewed 23 April 2021, https://www.news-medical.net/news/20210208/4th-preclinical-study-for-Novavax-in-non-human-primates-tests-SARS-CoV-2-variants.aspx.