Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La dieta Mediterranea può avere vantaggi per il funzionamento conoscitivo nella vita più tarda

La gente che mangia una dieta stile Mediterraneo--specialmente ricchi uno in legumi verdi ed in basso in carne--sia più probabile restare mentalmente marcato nella vita più tarda, manifestazioni di uno studio.

Molto attentamente aderendo ad una dieta Mediterranea è stato associato con gli più alti punteggi su un intervallo della memoria e delle prove di pensiero fra gli adulti nel loro fine anni '70, la ricerca trovata.

Lo studio non ha trovato collegamento, tuttavia, fra la dieta stile Mediterraneo e la migliore salubrità del cervello.

Indicatori di invecchiamento sano del cervello - quale il maggior volume degli argomenti grigi o bianchi, o meno lesioni della materia bianca--non ha differito fra quelli regolarmente mangiare una dieta Mediterranea e coloro che non ha fatto.

Questi ultimi risultati suggeriscono che questa dieta soprattutto impianta impianto possa avere vantaggi per il funzionamento conoscitivo mentre otteniamo più vecchi, i ricercatori dicono.

I ricercatori all'università di Edimburgo hanno verificato le abilità ritenenti di più di 500 persone invecchiato 79 e senza demenza.

I partecipanti hanno completato le prove della velocità per la risoluzione di problemi e di pensiero, della memoria e della conoscenza di parola come pure di un questionario circa le loro abitudini alimentari durante l'anno prima.

Più di 350 del gruppo egualmente hanno subito una scansione (MRI) di cervello di imaging a risonanza magnetica per guadagnare le comprensioni nella loro struttura del cervello.

I modelli statistici usati gruppo per cercare le associazioni fra la dieta di una persona e le loro abilità e salubrità di pensiero del cervello nella vita più tarda.

I risultati mostrano quello, generalmente la gente che ha aderito il più molto attentamente ad una dieta Mediterranea ha avuta gli più alti punteggi conoscitivi di funzione, anche quando rappresentando il quoziente d'intelligenza di infanzia, il fumo, l'attività fisica ed i fattori di salubrità. Le differenze erano piccole ma statisticamente significativo.

Le diverse componenti della dieta che è sembrato essere il più forte associata con le migliori abilità di pensiero erano legumi verdi e un'assunzione più bassa della carne rossa.

I ricercatori dicono che gli ultimi risultati aggiungono alla prova che uno stile di vita più sano, di cui la dieta è un aspetto, è associato con le migliori abilità di pensiero nella vita più tarda.

Il cibo dei legumi più verdi e ridurre la carne rossa potrebbero essere due elementi chiave dell'alimento che contribuiscono a vantaggio della dieta stile Mediterraneo. Nel nostro campione, la relazione positiva fra una dieta Mediterranea e le abilità di pensiero non è rappresentata avendo una struttura più sana del cervello, come si potrebbe prevedere. Sebbene sia possibile ci possono essere altre componenti strutturali o funzionali del cervello con questa misura della dieta, o associazioni nelle regioni specifiche del cervello, piuttosto che l'intero cervello, come misurato qui.„

Dott. Janie Corley, università di banco di Edimburgo delle scienze di filosofia, di psicologia e di linguaggio

Lo studio è uno del primo per verificare i risultati conoscitivi e neuroimaging nello stesso campione. Gli esperti dicono che è punto importante nella determinazione se le diete possono contribuire ad esercitare gli effetti protettivi su invecchiamento del cervello.

I partecipanti fa parte dello studio del gruppo 1936 della nascita di Lothian, un gruppo di persone che nascevano nel 1936 ed hanno partecipato all'indagine mentale scozzese di 1947.

Dal 1999, i ricercatori stanno lavorando con i gruppi della nascita di Lothian per tracciare una carta di come la potenza di pensiero di una persona passa la loro vita.

Source:
Journal reference:

Corley, J., et al. (2020) Dietary patterns, cognitive function, and structural neuroimaging measures of brain aging. Experimental Gerontology. doi.org/10.1016/j.exger.2020.111117.