Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio trova determinati microRNAs del plasma come biomarcatori diagnostici per il trauma cranico traumatico delicato

Determinati microRNAs del plasma hanno potuto servire da biomarcatori diagnostici nel trauma cranico traumatico delicato, un nuovo studio dall'università di manifestazioni orientali della Finlandia. I biomarcatori sono stati scoperti in un modello animale e sono stati usati con successo egualmente per diagnosticare il trauma cranico traumatico delicato in un sottogruppo di pazienti. Lo studio è stato pubblicato nel giornale internazionale delle scienze molecolari.

Il trauma cranico traumatico delicato è difficile da individuare con i metodi convenzionali contemporanei della rappresentazione. Infatti, la maggior parte dei pazienti non esibiscono il danno strutturale visibile al cervello, che potrebbe essere individuato tramite tomografia di computer. Anche senza danno strutturale visibile, è estremamente importante diagnosticare il trauma cranico traumatico delicato poiché la capacità dei pazienti di lavorare e la loro qualità di vita globale potrebbero essere deteriorate.

C'è una necessità medica insoddisfatta importante di identificare i biomarcatori diagnostici accurati, accessibili ed ampiamente accessibili che potrebbero essere usati per diagnosticare meglio i pazienti con il trauma cranico traumatico delicato e di guidarli al trattamento sintomatico, tempestivo e rieducativo.

a biomarcatori basati a sangue permettono come minimo ai sistemi diagnostici dilaganti e redditizi. Gli studi più iniziali hanno indicato che molti biomarcatori tengono la promessa per la caratterizzazione della severità del trauma cranico traumatico e possono fornire di informazioni livelle molecolare sulle mutazioni patologiche in corso. Nello studio recentemente pubblicato, i ricercatori hanno precisato per trovare i microRNAs che potrebbero servire da biomarcatori diagnosticare il trauma cranico traumatico.

MicroRNAs, o i miRNAs, è piccole molecole del RNA che regolamentano l'espressione dei geni di proteina-codifica. I ricercatori hanno ordinato i campioni del plasma sanguigno da un modello animale sia dopo il trauma cranico traumatico delicato che severo. I miRNAs che mostrano il più grande potenziale in base ai dati d'ordinamento sono stati selezionati per ulteriore, l'analisi basata di reazione a catena (PCR) della polimerasi.

Stiamo mettendo a punto un metodo adatto di misura e dell'analisi particolarmente per i miRNAs che possono essere trovati nelle piccole quantità in plasma e questo metodo è basato sulla PCR digitale della gocciolina.

Gli esseri umani e gli animali dividono molti miRNAs identici e questo rende loro i candidati eccellenti per gli studi di traduzione, dove i risultati raggiunti nei modelli animali sono cercati per applicarsi in esseri umani. Tuttavia, ha provato sfidare per riprodurre i risultati dagli studi differenti e gli insiemi dei dati differenti. Ecco perché valutare la qualità dei metodi di misura e della riproducibilità, è estremamente una parte importante di ricerca di biomarcatore.„

Dott. Noora Puhakka, A.I. Virtanen Institute per le scienze molecolari, università di Finlandia orientale

L'obiettivo dello studio recentemente pubblicato era di identificare i biomarcatori del miRNA del plasma che sono sensibili e specifici al trauma cranico traumatico delicato in un modello animale e di esplorare se potrebbero anche essere usati per diagnosticare il trauma cranico traumatico delicato in esseri umani.

Abbiamo trovato due biomarcatori interessanti nel modello animale, nei miRNAs miR-9a-3p del plasma e in miR-136-3p, che poi abbiamo deciso di analizzare in campioni di sangue prelevati dai pazienti con il trauma cranico traumatico. I livelli elevati di questi biomarcatori hanno permesso che noi identificassimo alcuni dei pazienti che avevano avvertito un trauma cranico traumatico delicato.„

Dott. Noora Puhakka

Cioè plasma miR-9a-3p e miR-136-3p rivelati essere candidati potenziali di biomarcatore per diagnosticare trauma cranico traumatico delicato sia nel di modello animale che in pazienti.

“Entrambi miRNAs sono più abbondanti nel cervello che in altri tessuti ed i loro livelli elevati in plasma potrebbero possibilmente essere dovuto il trauma cranico ed il livello di sua serietà. Tuttavia, ulteriore ricerca in più grandi gruppi pazienti ancora è necessaria.„

Gli studi sono stati intrapresi dal gruppo di ricerca del professor Asla Pitkänen in collaborazione con l'ospedale universitario di Kuopio. Le analisi tradizionali del laboratorio sono state completate estesamente con i metodi moderni di apprendimento automatico e di bioinformatica.

Source:
Journal reference:

Gupta, S. D., et al. (2021) Plasma miR-9-3p and miR-136-3p as Potential Novel Diagnostic Biomarkers for Experimental and Human Mild Traumatic Brain Injury. International Journal of Molecular Sciences. doi.org/10.3390/ijms22041563.