Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori sviluppano il nuovo strumento per affrontare la coagulazione intravascolare diffusa

I ricercatori hanno sviluppato un nuovo strumento per l'indirizzo della coagulazione intravascolare diffusa (DIC) - un disordine di sangue che prova interno in molti pazienti. La tecnologia ancora non ha entrato nei test clinici, ma in vivo studia usando i modelli del ratto ed i modelli in vitro facendo uso di sangue dai pazienti di DIC evidenziano il potenziale della tecnologia.

DIC causa basicamente troppa coagulazione e troppa emorraggia allo stesso tempo. I coaguli di sangue piccoli possono formarsi in tutto l'apparato circolatorio, causante spesso il danno dell'organo. E perché questo tassa l'offerta dell'organismo dei fattori di coagulazione, i pazienti egualmente avvertono lo spurgo in eccesso. Secondo la severità di DIC, fra 40% e 78% dei pazienti con DIC muoia.

DIC è associato con una serie di altri termini, quali sepsi e cancro - ed è molto difficile da trattare. Medici mettono a fuoco spesso sulla prova di trattare lo stato di fondo. Ma se il DIC è cattivo, cura la fronte di taglio un dilemma: se trattano lo spurgo, faranno la coagulazione peggio; se trattano la coagulazione, renderanno lo spurgo peggiore. Il nostro scopo è di trovare un intervento clinico che indirizza questo dilemma. Ed i nostri risultati finora stanno promettendo.„

Ashley Brown, autore corrispondente, assistente universitario, dipartimento unito di assistenza tecnica biomedica alla North Carolina State University e l'università di North Carolina a Chapel Hill

Brown ed i suoi collaboratori hanno sviluppato una tecnica che usa le sfere del nanogel. Le sfere sono costruite per legare ad una proteina chiamata fibrina, che è la proteina principale trovata in coaguli di sangue. Di conseguenza, le sfere attraverseranno through la circolazione sanguigna finché non raggiungano un coagulo di sangue, cui a punto attaccheranno alla fibrina nel grumo.

Questi nanospheres sono circa 250 nanometri di diametro e sono porosi. In questo caso, i ricercatori hanno caricato i nanospheres con l'attivatore plasminogen tessuto tipo (tPA) - una droga che riparte i grumi.

“Ha basato sulla prova in vitro e sulla prova in un modello del ratto, abbiamo trovato quello dove avete preformato i grumi (spurgo non attivo) che le sfere del tPA attaccano a fibrina ed allo smembramento i grumi,„ dite Emily Mihalko, primo autore del documento e di un candidato di Ph.D. nel Servizio tecnico biomedico unito. “Rompere su questi grumi egualmente rilascia altri componenti del grumo, quali le piastrine, che la prova suggerisce può ri-essere reclutata dall'ente ai siti coagularsi dell'attivo (cioè, posti in cui realmente stava sanguinando).„

In uno studio, i ricercatori hanno valutato l'uso del tPA ed hanno mirato ai nanospheres in un ratto DIC di coinvoluzione di modello che proviene dalla sepsi. In quello studio, i ricercatori hanno trovato che quello consegnare il tPA via i nanospheres mirati a ha eliminato 91 e 93% dei grumi trovati nel cuore e nel polmone rispettivamente e 77% dei grumi ha trovato nel fegato e nei reni.

“Egualmente abbiamo fatto la prova in vitro facendo uso del plasma sanguigno dai pazienti con DIC ed abbiamo trovato i risultati similmente di promessa,„ Brown dice.

“Corrente stiamo esplorando i dosaggi differenti nel modello animale,„ Mihalko dice. “E stanno facendo il lavoro per capire meglio come le particelle si distribuiscono nell'organismo e quanto ci vuole prima che siano rimosse dall'ente - che è informazioni importanti per l'indirizzo delle considerazioni della sicurezza prima di tutti i test clinici.„

I ricercatori notano che è troppo in anticipo per mettere un prezzo da pagare su tutti i trattamenti potenziali che usano la tecnologia. Tuttavia, notano che i nanogels mirati a significano che il trattamento probabilmente comprenderebbe usando le più piccole dosi di tPA che sono corrente nell'uso clinico.

“Il costo della creazione dei nanospheres mirati a probabilmente stamperebbe in offset il risparmio dal usando meno tPA, in modo da sospettiamo che può essere comparabile al costo delle terapie convenzionali del tPA,„ Brown dice.

Source:
Journal reference:

Mihalko, E.P., et al. (2021) Fibrin-modulating nanogels for treatment of disseminated intravascular coagulation. Blood Advances. doi.org/10.1182/bloodadvances.2020003046.