Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il sistema immunitario innato reagisce in modo esagerato in pazienti con COVID-19 severo

In pazienti con COVID-19 severo, il sistema immunitario innato reagisce in modo esagerato. Questa reazione eccessiva può essere alla base della formazione di coaguli di sangue (emboli) e di deterioramento nella saturazione dell'ossigeno che pregiudica i pazienti. Ciò è indicata in uno studio dell'università di Upsala pubblicato nelle frontiere del giornale in immunologia.

Il sangue contiene le numerose proteine che costituiscono la barriera primaria dell'organismo, sia riconoscendo che distruggendo i microrganismi, compreso SARS-CoV-2 (il virus che causa COVID-19). Queste proteine fa parte del sistema immunitario innato intravascolare (IIIS), che consiste dei globuli bianchi sicuri, piastrine e che cosa sono conosciute come i sistemi di cascata del sangue.

Soltanto 5 per cento delle specie animali attuali hanno un sistema immunitario che comprende le celle ed i linfociti B di T, mentre il resto conta solamente sul sistema immunitario naturale, che consiste in gran parte dallo IIIS. Con la sua capacità innata di riconoscere ed eliminare le sostanze non Xeros e le particelle, quali i microrganismi e le cellule danneggiate, lo IIIS servisce da genere di sistema di smaltimento dei rifiuti.

Nello studio presente, nel 2020, i ricercatori hanno studiato 66 ricoverati dell'ospedale con COVID-19 severi che stavano ricevendo la cura nell'unità di cure intensive ed hanno trovato l'attivazione pronunciata dello IIIS.

È probabilmente il danno di tessuto, con le celle morte nei polmoni, che inizia questa attivazione. Può potenzialmente piombo per coagularsi formazione e saturazione dell'ossigeno del povero dovuto dispersione aumentata nei vasi sanguigni.„

La BO Nilsson, il professor, dipartimento di immunologia, la genetica e patologia

Il grado di attivazione, nei termini prognostici, è connesso con la sopravvivenza e la funzione polmonare. Di conseguenza, i nuovi risultati supportano la nozione che lo IIIS è fra i driver di COVID-19 severo. Una spiegazione perché, in alcuni pazienti con COVID-19, gli atti di IIIS in questo modo possono essere che il danno delle cellule è così esteso che lo IIIS reagisce in modo esagerato e, piuttosto che contribuendo a ripulire il tessuto, rende gli argomenti peggiori.

Se lo IIIS fa la parte che il sospetto degli scienziati, potrebbe essere possibile per usare le droghe che sono già approvate ed usate per il trattamento del angioedema ereditario di malattia per il trattamento del COVID-19 severo pure.

Source:
Journal reference:

Lipcsey, M., et al. (2021) The Outcome of Critically Ill COVID-19 Patients Is Linked to Thromboinflammation Dominated by the Kallikrein/Kinin System. Frontiers in Immunology. doi.org/10.3389/fimmu.2021.627579.