Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La tracheotomia in anticipo ha potuto diminuire il tempo di recupero in COVID-19 critico, dice i ricercatori

La pandemia in corso di malattia 2019 di coronavirus (COVID-19), causata dal coronavirus 2 (SARS-CoV-2) di sindrome respiratorio acuto severo, è soprattutto una malattia polmonare severa che può essere interna in una minoranza significativa dei casi. Piombo ad insufficienza respiratoria in un più grande numero dei pazienti, che devono essere messi su ventilazione meccanica.

Un nuovo studio dai ricercatori alla scuola di medicina di Feinberg di Northwestern University, U.S.A., rapporti i risultati di uno studio sulla sicurezza della tracheotomia dei pazienti criticamente malati e della possibilità di decannulation nella maggior parte dei superstiti. I ricercatori osservano questo come mezzi per migliorare la cura in questi pazienti.

Il gruppo ha rilasciato i sui risultati come pubblicazione preliminare sul " server " del medRxiv*.

Dati attuali sulla tracheotomia

Attualmente, parecchie società mediche hanno preparato le loro linee guida sulla prestazione sicura e tempestiva della tracheotomia in COVID-19 severo o critico. Parecchi studi egualmente hanno esaminato la procedura come pure i sui risultati dopo i lungi periodi di inserimento di una canula, in termini di sopravvivenza paziente e riuscita rimozione del tubo della tracheotomia.

I periodi dopo di che la tracheotomia è ricorso alla variazione a partire dai 12-16 giorni, in alcuni studi con i grandi gruppi di pazienti, dalla Spagna e dall'Inghilterra. Nel precedente studio, 23% dei pazienti è morto, mentre 81% dei superstiti sono stati svezzati con successo fuori dal ventilatore.

In uno studio inglese, 15% dei pazienti è morto entro un mese, ma 99% dei superstiti potevano avere il tubo eliminato. Con altri studi di più di piccola dimensione, le tariffe di svezzamento hanno variato da 8% a 13%, ma un'altra grande meta-analisi oltre di 3.000 studi ha mostrato una tariffa leggermente più alta del decannulation, a 35%.

Le tariffe differenti di svezzamento possono essere dovuto le variazioni nella disponibilità degli impianti avanzati per gli impianti di cura acuti a lungo termine nei posti differenti come pure la loro capacità per il trasferimento dei pazienti SARS-CoV-2.

Obiettivi di studio

La pratica della tracheotomia esaminata studio corrente ad una grande clinica universitaria urbana negli Stati Uniti, con molti pazienti infettati con SARS-CoV-2 che erano in arresto respiratorio ed avevano subito la tracheotomia percutanea del lato del letto.

I ricercatori hanno mirato a valutare sia le tariffe di decannulation che di morte e le funzionalità connesse con i buoni risultati.

Dettagli di studio

Lo studio è stato svolto principalmente all'interno della prima onda della pandemia, ma una minoranza significativa dei pazienti dalla seconda onda egualmente è stata inclusa.

Lo studio ha incluso 59 pazienti, con un'età media di 66 anni, la maggioranza (a ~70%) che è maschio. L'indice di massa corporea mediano (BMI) era 27 ed il numero mediano dei termini preesistenti per paziente era 2.

I termini più comuni in questi pazienti erano ipertensione (60%), il diabete (~55%) e l'obesità (~40%). Circa 26 pazienti sono stati messi sugli steroidi e 21 su remdesivir, o circa 40% dei pazienti ciascuno.

La tracheotomia è stata classificata come presto o tardi se eseguito entro 14 giorni di ventilazione meccanica dell'inizio o dopo questo periodo. Il tempo mediano da intubazione alla tracheotomia era dei 19 giorni. Sul punto della tracheotomia, la pressione estremità-espiratoria positiva mediana (PEEP) era dieci e il FiO2 40%.

Complicazioni

L'inserzione della tracheotomia era semplice in tutti i casi. Quarantanove pazienti hanno sviluppato la polmonite, comprendente più di 80% del gruppo. Tuttavia, la maggior parte dei casi di polmonite si è presentata prima dei pazienti di procedura (37 - 49).

Altre complicazioni che erano comuni nel gruppo ospedalizzato hanno compreso il tromboembolismo venoso (56%), l'insufficienza renale acuta che richiedono la dialisi (44%) ed il pneumotorace (24%).

I pazienti sono stati continuati per un periodo mediano di 42 giorni, con i dati che sono disponibili per 30 o più giorni per più di 80% dei pazienti. La durata del soggiorno mediana nell'ospedale era del 41 giorno e nell'unità di cure intensive (ICU) i 37 giorni.

Tassi di sopravvivenza

Un terzo dei pazienti non è riuscito a sopravvivere a, con intorno 30% morenti prima che scarico dell'ospedale. I pazienti acuti dell'insufficienza renale che hanno dovuto essere messi su dialisi e quelli con il pneumotorace, hanno avuti triplo e sestuplo il rischio di morte e di soltanto un terzo delle probabilità di svezzamento prima di scarico.

i Non superstiti hanno avuti un più alto FiO2 (frazione di ossigeno ispirato) ai tempi della tracheotomia, sebbene questo non fosse un preannunciatore della mortalità. Come previsto, più in anticipo la tracheotomia, più basso era il FiO2 allora.

FiO2 più basso, a sua volta, è stato associato con una riduzione della durata del soggiorno di ICU da 38 ai 30 giorni. Sia le tracheotomie in anticipo che recenti hanno mostrato le simili tariffe della sopravvivenza e del decannulation.

Decannulation

Quasi 60% dei pazienti decannulated con successo - cioè, 34 pazienti, che compongono 83% dei superstiti. Il riuscito decannulation era più probabile con i più giovani pazienti, quelli con un più alto BMI e coloro che ha avuto un FiO2 più basso alla tracheotomia. Il pneumotorace è stato associato con le tariffe più basse del decannulation.

Svezzamento

Il periodo mediano su ventilazione era dei 35 giorni, ma l'intervallo mediano dalla tracheotomia allo svezzamento era metà quello, ai 17 giorni. La metà di questi pazienti è stata svezzata da ventilazione prima che fossero scaricati dall'ospedale, con l'intervallo mediano di decannulation che è dei 24 giorni (oltre tre settimane).

Prima della pubblicazione di studio, 64% dei pazienti - cioè, 36 superstiti - era stato svezzato prima di scarico. Le femmine erano tre volte probabili essere svezzato con successo, ma la tariffa è caduto da due terzi in pazienti su dialisi a causa di insufficienza renale acuta.  

Che cosa sono le implicazioni?

Lo studio indica che “la tracheotomia per i pazienti SARS-CoV-2 era una pratica sicura e ragionevole per arresto respiratorio prolungato.„ Non ha messo gli operatori a rischio dell'infezione durante la procedura.

Nello studio corrente, la sincronizzazione della tracheotomia è stata decisa in base ai parametri convenzionali, quale il livello di ossigenazione e di funzione circolatoria. La sedazione può forse essere alleggerita più facilmente se la tracheotomia è eseguita, contribuente a svezzare i pazienti SARS-CoV-2 da ventilazione, proprio come con altre cause di arresto respiratorio prolungato.

In questo studio, la sincronizzazione della tracheotomia non è stata associata con lo svezzamento, il decannulation o la sopravvivenza più iniziale o più riuscito, ma la durata del soggiorno di ICU era più breve se la tracheotomia fosse eseguita più presto.

La mancanza di correlazione fra la tracheotomia e lo svezzamento precoce iniziali differisce da quella trovata in altri studi.

La mortalità in questo studio era superiore a quella riferita negli studi più iniziali, compreso il grande studio dello Spagnolo con una mortalità di 23%. Ciò potrebbe essere a causa di più alta percentuale dei trasferimenti dagli ospedali esterni nel centro in cui questi studi sono stati intrapresi.

La cifra incoraggiante delle tariffe di decannulation di 80% fra i superstiti può contribuire a promuovere la tracheotomia come procedura sicura per i pazienti in arresto respiratorio prolungato ed una che è utile per molti pazienti nello svezzamento dalla ventilazione.

Avviso *Important

il medRxiv pubblica i rapporti scientifici preliminari che pari-non sono esaminati e, pertanto, non dovrebbero essere considerati conclusivi, guida la pratica clinica/comportamento correlato con la salute, o trattato come informazioni stabilite.

Journal reference:
Dr. Liji Thomas

Written by

Dr. Liji Thomas

Dr. Liji Thomas is an OB-GYN, who graduated from the Government Medical College, University of Calicut, Kerala, in 2001. Liji practiced as a full-time consultant in obstetrics/gynecology in a private hospital for a few years following her graduation. She has counseled hundreds of patients facing issues from pregnancy-related problems and infertility, and has been in charge of over 2,000 deliveries, striving always to achieve a normal delivery rather than operative.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Thomas, Liji. (2021, March 01). La tracheotomia in anticipo ha potuto diminuire il tempo di recupero in COVID-19 critico, dice i ricercatori. News-Medical. Retrieved on September 22, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20210301/Early-tracheostomy-could-reduce-recovery-time-in-critical-COVID-19-say-researchers.aspx.

  • MLA

    Thomas, Liji. "La tracheotomia in anticipo ha potuto diminuire il tempo di recupero in COVID-19 critico, dice i ricercatori". News-Medical. 22 September 2021. <https://www.news-medical.net/news/20210301/Early-tracheostomy-could-reduce-recovery-time-in-critical-COVID-19-say-researchers.aspx>.

  • Chicago

    Thomas, Liji. "La tracheotomia in anticipo ha potuto diminuire il tempo di recupero in COVID-19 critico, dice i ricercatori". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20210301/Early-tracheostomy-could-reduce-recovery-time-in-critical-COVID-19-say-researchers.aspx. (accessed September 22, 2021).

  • Harvard

    Thomas, Liji. 2021. La tracheotomia in anticipo ha potuto diminuire il tempo di recupero in COVID-19 critico, dice i ricercatori. News-Medical, viewed 22 September 2021, https://www.news-medical.net/news/20210301/Early-tracheostomy-could-reduce-recovery-time-in-critical-COVID-19-say-researchers.aspx.