Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Le nuove varianti COVID-19 possono eludere gli anticorpi che funzionano contro il modulo originale del virus

La nuova ricerca alla scuola di medicina dell'università di Washington a St. Louis indica quella tre nuovi, varianti di diffusione del virus che causano COVID-19 possono eludere gli anticorpi che funzionano contro il modulo originale del virus che ha scintillato la pandemia.

Con poche eccezioni, se tali anticorpi sono stati prodotti in risposta alla vaccinazione o all'infezione naturale, o erano gli anticorpi depurativi destinati ad uso come droghe, i ricercatori hanno trovato che più anticorpo è necessario neutralizzare le nuove varianti.

I risultati, a partire agli dagli esperimenti basati a laboratorio e dal 4 marzo pubblicato nella medicina della natura, suggeriscono che le droghe COVID-19 ed i vaccini sviluppati finora possano entrare meno per quanto le nuove varianti diventino in vigore dominanti, come gli esperti dicono inevitabilmente. I ricercatori hanno esaminato le varianti dal Sudafrica, dal Regno Unito e dal Brasile.

Siamo interessati che la gente che invitare ad avere un livello protettivo di anticorpi perché hanno avuti COVID-19 o vaccinato contro di, forza non essere protetta contro le nuove varianti.„

Michael S. Diamond, MD, PhD, studia l'autore senior, il professor di Herbert S. Gasser di medicina

“C'è l'ampia variazione in quanto anticorpo una persona produce in risposta alla vaccinazione o all'infezione naturale. Qualche gente produce molto gli alti livelli ed ancora probabilmente sarebbero protette contro le nuove, varianti inquietanti.

Ma qualche gente, la gente specialmente più anziana e immunocompromised, non possono fare tali alti livelli degli anticorpi. Se il livello di anticorpo stato necessario per la protezione va su dieci volte, poichè i nostri dati indicano fanno, essi non possono avere abbastanza. La preoccupazione è che la gente che ha bisogno della protezione più è quelle il più minimo probabili averla.„

Il virus che causa COVID-19, conosciuto come SARS-CoV-2, usi una proteina chiamata punta al fermo su ed ottiene le celle interne. La gente infettata con SARS-CoV-2 genera gli anticorpi più protettivi contro la proteina della punta.

Di conseguenza, la punta si è trasformata nell'obiettivo principale per i rivelatori della droga COVID-19 e del vaccino. I tre vaccini autorizzati da Food and Drug Administration (FDA) in caso d'urgenza negli Stati Uniti -; fatto da Pfizer/BioNTech, Moderna e Johnson & Johnson -; entrambe punta dell'obiettivo. E gli anticorpi potenti della anti-punta sono stati selezionati per lo sviluppo alle nelle droghe basate a anticorpo per COVID-19.

I virus stanno subendo una mutazione sempre, ma per quasi un anno le mutazioni che sono sorto in SARS-CoV-2 non hanno minacciato questa a strategia basata a punta. Poi, questo inverno, le varianti di diffusione sono state individuate nel Regno Unito, Sudafrica, Brasile ed altrove.

Scintillando la preoccupazione, le nuove varianti tutte portano le mutazioni multiple nei loro geni della punta, in grado di diminuire l'efficacia delle droghe punta-mirate a e dei vaccini ora che sono usando per impedire o trattare COVID-19. Le nuove varianti più inquietanti sono state date i nomi di B.1.1.7 (dal Regno Unito), B.1.135 (Sudafrica) e B.1.1.248, anche conosciuto come P.1 (Brasile).

Per valutare se le nuove varianti potrebbero eludere gli anticorpi fatti per il modulo originale del virus, diamante e colleghi, compreso prima l'autore Rita E. Chen, un dottorando nel laboratorio del diamante, ha verificato la capacità degli anticorpi di neutralizzare tre varianti del virus in laboratorio.

I ricercatori hanno verificato le varianti contro gli anticorpi nel sangue della gente che aveva recuperato dall'infezione SARS-CoV-2 o è stata vaccinata con il vaccino di Pfizer. Egualmente hanno provato gli anticorpi nel sangue dei mouse, dei criceti e delle scimmie che erano stati vaccinati con un vaccino sperimentale COVID-19, sviluppato alla scuola di medicina dell'università di Washington, che può essere data attraverso il radiatore anteriore.

La variante B.1.1.7 (Regno Unito) potrebbe essere neutralizzata con i simili livelli di anticorpi come erano necessario neutralizzare il virus originale. Ma le altre due varianti richieste 3,5 - 10 volte più anticorpo per neutralizzazione.

Poi, hanno provato gli anticorpi monoclonali: repliche prodotte in serie di diversi anticorpi che sono eccezionalmente buoni a neutralizzare il virus originale. Quando i ricercatori hanno verificato le nuove varianti virali contro un comitato degli anticorpi monoclonali, i risultati hanno variato largamente da efficace a completamente inefficace.

Poiché ogni variante del virus ha portato le mutazioni multiple nel gene della punta, i ricercatori hanno creato un comitato dei virus con le singole mutazioni in modo da potrebbero analizzare fuori l'effetto di ogni mutazione. La maggior parte della variazione nell'efficacia dell'anticorpo hanno potuto essere attribuite ad un singolo cambiamento dell'amminoacido nella proteina della punta.

Questo cambiamento, chiamato E484K, è stato trovato le varianti in B.1.135 (Sudafrica) e B.1.1.248 (Brasile), ma non in B.1.1.7 (Regno Unito). La variante B.1.135 è diffusa nel Sudafrica, che può spiegare perché uno dei vaccini analizzati nella gente era meno efficace nel Sudafrica che negli Stati Uniti, in cui la variante è ancora rara, Diamond ha detto.

“Non conosciamo esattamente che cosa le conseguenze di queste nuove varianti stanno andando essere ancora,„ abbiamo detto il diamante, anche un professore di microbiologia molecolare e di patologia & dell'immunologia. “Gli anticorpi non sono la sola misura della protezione; altri elementi del sistema immunitario possono potere compensare la resistenza aumentata agli anticorpi.

Quello sta andando essere determinato col passare del tempo, epidemiologicamente, poichè vediamo che cosa accade mentre diffusione di queste varianti. Vederemo le reinfezioni? Vederemo i vaccini perdere l'efficacia e la farmacoresistenza emerge? Spero non. Ma è chiaro che dovremo schermare continuamente gli anticorpi per assicurarci che ancora stiano funzionando mentre le nuove varianti sorgono e spargono e potenzialmente regolano le nostre strategie del anticorpo-trattamento e del vaccino.„

Source:
Journal reference:

Chen, R. E., et al. (2021) Resistance of SARS-CoV-2 variants to neutralization by monoclonal and serum-derived polyclonal antibodies. Nature Medicine. doi.org/10.1038/s41591-021-01294-w.