Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Le maschere hanno potuto essere indossate sicuro durante l'esercizio intenso, manifestazioni studiano

L'uso della maschera di protezione protettiva ha soltanto un effetto modesto sulla capacità della gente in buona salute di fare l'esercizio vigoroso, secondo uno studio pubblicato oggi (lunedì) nel giornale respiratorio europeo.

I ricercatori hanno effettuato la prova dettagliata sulla respirazione, sull'attività del cuore e sulla prestazione di esercizio in un gruppo di 12 persone mentre stavano utilizzando una bici di esercizio con e senza una maschera.

Sebbene trovino le differenze in alcune misure fra l'uso della maschera e l'uso della maschera, dicono che nessuno dei loro risultati indicano tutto il rischio a salubrità. Ciò suggerisce che le maschere potrebbero essere indossate sicuro durante l'esercizio intenso, per esempio per diminuire la trasmissione COVID-19 fra la gente che visualizza una palestra dell'interno.

Lo studio era da un gruppo dei ricercatori compreso il Dott. Elisabetta Salvioni da Centro Cardiologico Monzino, IRCCS, Milano, Italia ed il Dott. Massimo Mapelli ed il professor Piergiuseppe Agostoni da Centro Cardiologico Monzino e l'università di Milano.

Sappiamo che la via della trasmissione principale per il coronavirus è via le goccioline nel respiro ed è possibile che respirare più duro durante l'esercizio potrebbe facilitare la trasmissione, specialmente all'interno. La ricerca suggerisce che quello indossare una maschera possa aiutare per impedire la diffusione della malattia, ma non c'è chiara prova sopra se le maschere sono sicure da durare durante l'esercizio vigoroso.„

Dott. Elisabetta Salvioni, Centro Cardiologico Monzino, IRCCS, Milano, Italia

Per rivolgere questo problema, i ricercatori hanno lavorato con un gruppo di volontari sani composto di sei donne e di sei uomini con un'età media di 40. Ogni persona ha partecipato in tre giri delle prove di esercizio: una volta che mentre non indossando una maschera di protezione, una volta indossando una maschera chirurgica (blu, maschera monouso) ed una volta indossando “una maschera facciale di filtrazione 2" o FFP2 maschera (bianco, maschera monouso creduti per offrire leggermente meglio protezione che una maschera chirurgica).

Mentre i volontari hanno utilizzato una bici di esercizio, i ricercatori hanno misurato la loro respirazione, la frequenza cardiaca, la pressione sanguigna ed i livelli di ossigeno nel loro sangue.

I risultati delle prove hanno mostrato che quello indossare una maschera di protezione ha avuto un leggero effetto sui volontari. Per esempio, c'era una riduzione media di intorno dieci per cento della loro capacità di esercitarsi aerobico (secondo il loro “picco VO2„ che è una misura del loro più alto consumo d'ossigeno possibile).

I risultati egualmente indicano che questa riduzione probabilmente è stata causata da che è leggermente più dura affinchè i volontari inspiri e fuori attraverso le maschere.

Il Dott. Mapelli ha detto: “Questa riduzione è modesta e, fondamentalmente, non suggerisce un rischio alla gente in buona salute che fa l'esercizio in una maschera di protezione, anche quando stanno funzionando alla loro capacità elevata. Mentre aspettiamo più gente da vaccinare contro COIVD-19, questo che trova potrebbe avere implicazioni pratiche nella vita quotidiana, per esempio potenzialmente rendendolo più sicuro di aprire le palestre dell'interno.

“Tuttavia, non dovremmo supporre che lo stesso è vero per la gente con uno stato del polmone o del cuore. Dobbiamo effettuare la più ricerca per studiare questo problema.„

Il gruppo ora sta studiando l'impatto di uso della maschera di protezione mentre svolgeva le attività quotidiane, come la scalata delle scale o fare i lavori domestici, in gente in buona salute ed in quelle con gli stati del polmone o del cuore.

Il professor Agostoni ha aggiunto: “COVID-19 ha colpito così duro la nostra regione ed il nostro ospedale, con gli effetti devastatori ad un livello personale, professionale ed organizzativo. Malgrado quello, questo era uno di molti studi effettuati con entusiasmo dai nostri giovani ricercatori.

“Siamo particolarmente fieri di questo lavoro perché ha cominciato spontaneamente durante il nostro tempo libero nel periodo altrimenti deprimente del pandemico corrente ed i nostri risultati dimostrano la necessità della ricerca clinica, persino durante un'emergenza.„

Il professor Sam Bayat dall'ospedale universitario di Grenoble, Francia, è presidenza della fisiologia respiratoria clinica (ERS) della società respiratoria europea, dell'esercizio e del gruppo funzionale della rappresentazione e non è stato non coinvolgere nella ricerca. Ha detto: “Ci sono ancora lacune nella nostra conoscenza di come limitare la diffusione di COVID-19, ma crediamo che maschere di protezione abbia un ruolo e stiamo essendo abituati alle maschere di protezione d'uso negli spazi pubblici quali i reparti, i treni ed i bus.

“Sebbene questi risultati siano preliminari e devono essere confermati con i più grandi gruppi di persone, sembrano suggerire che le maschere di protezione possano anche essere indossate sicuro per gli sport dell'interno e le attività di forma fisica, con un impatto tollerabile sulla prestazione.„

Source:
Journal reference:

Mapelli, M., et al. (2021) “You can leave your mask on”: effects on cardiopulmonary parameters of different airway protection masks at rest and during maximal exercise. European Respiratory Journal. doi.org/10.1183/13993003.04473-2020.