Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio rivela l'approccio novello per diminuire il rischio di trombosi usando gli anticorpi di IgM

L'occlusione trombotica dei vasi sanguigni, che piombo agli infarti miocardici, ai colpi ed ai thromboembolisms venosi, è la causa della morte principale nell'emisfero occidentale. Di conseguenza, è di importanza critica per capire i meccanismi che impediscono la formazione dell'embolo. Un nuovo studio dal gruppo di ricerca del raccoglitore di Christoph, dal ricercatore principale al centro di ricerca di CeMM per medicina molecolare dell'accademia delle scienze austriaca e da professore all'università medica di Vienna, ora spiega il ruolo importante degli anticorpi dell'immunoglobulina-M. (IgM) nell'impedire la trombosi.

Lo studio pubblicato nel sangue del giornale indica che questi anticorpi riconoscono i microvesicles, che sono tettoia di vescichette della membrana dalle celle e riconosciuta per il loro ruolo critico nella trombosi e quindi impedisce i loro effetti pro-trombotici. Questi risultati forniscono un approccio novello per diminuire il rischio di trombosi usando gli anticorpi di IgM.

Gli anticorpi sono una componente importante del sistema immunitario. Da un lato, queste proteine serviscono nell'organismo a difendere contro i microbi e d'altra parte ad eliminare propri dell'organismo “spreco delle cellule„. Gli anticorpi naturali che sono presenti dalla nascita e principalmente del tipo dell'immunoglobulina-M. (IgM), svolgono un ruolo essenziale in questi trattamenti. Nel contesto di trombosi, gli studi più iniziali hanno dimostrato che la gente con un numero basso degli anticorpi di IgM ha un rischio aumentato di trombosi.

Un gruppo di ricerca piombo dal raccoglitore di Christoph, da professore della ricerca di aterosclerosi all'università medica di Vienna e dal ricercatore principale a CeMM, precedentemente dimostrata in uno studio ha pubblicato nel 2009 che un'alta percentuale degli anticorpi naturali di IgM lega gli epitopi ossidazione-specifici, strutture molecolari che sono presenti sulle celle e sul servire di morte come “eliminare-me segnali„ per il sistema immunitario. In questo studio, il gruppo di ricerca del raccoglitore ha identificato i meccanismi che spiega gli effetti antitrombotici degli anticorpi naturali di IgM.

Gli anticorpi di IgM legano i microvesicles procoagulant

Microvesicles, vescichette sparse dalla membrana delle celle, è mediatori critici di coagulazione del sangue e di formazione dell'embolo. Lo studio Georg Obermayer autori e Taras Afonyushkin dal gruppo di ricerca del raccoglitore, sia affiliato con CeMM che l'università medica di Vienna, ora ha dimostrato che gli anticorpi naturali di IgM che legano gli epitopi ossidazione-specifici possono impedire la coagulazione e la trombosi indotte dai microvesicles. Ciò fornisce una spiegazione meccanicistica per l'osservazione precedentemente pubblicata che i bassi livelli di questi anticorpi sono associati con un rischio aumentato di trombosi.

“Supponiamo che gli anticorpi naturali di IgM riconoscono i microvesicles che sono particolarmente proinflammatory e procoagulant,„ dicono gli scienziati. Sia negli esperimenti sul modello del mouse che direttamente sui campioni di sangue umani, gli scienziati potevano indicare che l'aggiunta degli anticorpi di IgM ha inibito la coagulazione di sangue causata dai microvesicles specifici e dai mouse protetti da trombosi del polmone. Per contro, egualmente è stato indicato che lo svuotamento degli anticorpi di IgM ha aumentato la coagulazione di sangue.

Punto di partenza possibile per le terapie future

Gli autori di studio spiegano: “Lo studio per la prima volta fornisce una spiegazione perché la gente con un numero basso degli anticorpi naturali di IgM ha un rischio aumentato di trombosi.„

I risultati offrono l'alto potenziale affinchè i trattamenti novelli diminuiscano il rischio di trombosi. L'influenza dei livelli dell'anticorpo di IgM in pazienti ad alto rischio potrebbe essere un'aggiunta possibile al trattamento d'assottigliamento precedentemente stabilito di sangue, come questa egualmente è conosciuta per essere associata con gli effetti secondari quale una tendenza aumentata a sanguinare nel caso delle lesioni.„

Raccoglitore di Christoph, direttore di progetto

Inoltre, lo studio dà un contributo importante alla conoscenza di base della formazione di modulazione dell'embolo di fattore. “Microvesicles già è riconosciuto come componente importante di coagulazione del sangue. Tuttavia, il nostro studio ha creato una possibilità novella di ottimizzazione loro dal punto di vista terapeutico per la prima volta,„ dice il raccoglitore di Christoph.

Source:
Journal reference:

Obermayer, G., et al. (2020) Natural IgM antibodies inhibit microvesicle-driven coagulation and thrombosis. Blood. doi.org/10.1182/blood.2020007155.