Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I pazienti neri di Assistenza sanitaria statale con il colpo ischemico muoiono ad un'più alta tariffa che i pazienti bianchi

Uno sguardo a lungo termine ai pazienti di Assistenza sanitaria statale indica che i pazienti del nero che hanno un colpo ischemico (flusso sanguigno bloccato al cervello) muoiono ad un'più alta tariffa che i pazienti bianchi, anche dopo gli stati di salute di preesistenza rappresentanti, secondo la ricerca preliminare da presentare alla conferenza internazionale 2021 del colpo dell'associazione americana del colpo.

La riunione virtuale è 17-19 marzo 2021 ed è una riunione prima del mondo per i ricercatori ed i clinici dedicati alla scienza di salubrità del cervello e del colpo.

Così tanto di cui conosciamo è limitato alla fase in anticipo o acuta - le prime due settimane dopo un colpo. Quando avete un colpo, non è appena circa l'evento acuto, ha luogo circa il periodo in anticipo di ripristino alle visite secondarie di prevenzione che pregiudicano le vostre possibilità di sopravvivenza a lungo termine.„

Judith H. Lichtman, Ph.D., M.P.H., autore principale di studio ed il professor, presidenza, dipartimento di epidemiologia, banco della salute pubblica, New Haven, Connecticut di Yale

I ricercatori hanno analizzato i dati su 744.044 beneficiari di Assistenza sanitaria statale (età 65 e più vecchio) che erano stati curati agli ospedali degli Stati Uniti per il colpo ischemico fra 2005 e 2007.

In generale, 85,6% erano bianchi, 9,9% erano il nero e 4,5% erano di altri corse o gruppi etnici. I pazienti neri hanno avuti più alte tariffe di insufficienza renale, di demenza e del diabete. L'aterosclerosi e la malattia polmonare ostruttiva cronica (COPD) erano più comuni in pazienti bianchi.

I pazienti sono stati seguiti su un periodo di dieci anni e l'analisi dei dati ha trovato:

  • In generale, il tasso di mortalità era circa 75%. I pazienti neri hanno avuti il più alto tasso di mortalità a 76,4%, seguito dai bianchi a 75,4%; ed il tasso di mortalità per quelli di altre corse o di altri gruppi etnici era 70,3%.
  • Anche dopo registrare per ottenere le differenze nei problemi sanitari di preesistenza, il rischio di morte in 10 anni dopo il colpo era circa 4% più su per i pazienti neri che i pazienti bianchi. Tuttavia, il rischio di morte del colpo era circa 8% più in basso per quelli di altre corse.
  • D'importanza, all'interno del primo anno dopo che lo scarico dell'ospedale per il colpo ischemico, il tasso di mortalità per i pazienti neri ha partito scalare leggermente rispetto ai bianchi e ad altre corse e di queste differenze è continuato durante la decade.

“Queste sono differenze razziali nella sopravvivenza a lungo termine del colpo e queste differenze cominciano nel primo anno dopo un colpo,„ Lichtman ha detto. “Dobbiamo dare uno sguardo più attento al periodo di ripristino e pensare a come possiamo ottimizzare la cura secondaria del post-colpo e di prevenzione per tutti. Segni a lungo termine la cura durante il primo anno dopo i giochi di colpo un ruolo importante.„

La ricerca futura dovrà studiare le ragioni dietro queste differenze nei tassi di mortalità fra i pazienti neri ed i pazienti bianchi.

“Corrente, gran parte del fuoco è sull'evento acuto del colpo, stesso, eppure dobbiamo scoprire più - c'è differenze razziali facendo uso dei servizi di ripristino, è qualche gente che non vede i neurologi e che non ottiene la cura di seguito?„ Lichtman ha detto. “Il colpo è un evento acuto, ma è appena come importante mettere a fuoco su cura iniziale di seguito che supporterà i pazienti per i migliori risultati e sopravvivenza a lungo termine.„