Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

a prova basata a saliva come metodo per il video dell'immunità della popolazione all'infezione SARS-CoV-2

I ricercatori negli Stati Uniti hanno indicato che a campionatura basata a saliva potrebbe servire da alternativa accurata e non invadente alla campionatura di sangue per il video delle risposte dell'anticorpo della gente dopo l'infezione con il coronavirus 2 (SARS-CoV-2) di sindrome respiratorio acuto severo o la vaccinazione contro il virus.

Il virus SARS-CoV-2 è l'agente responsabile della pandemia di malattia 2019 di coronavirus (COVID-19) che continua a rappresentare una minaccia alla salute pubblica globale ed ora ha causato più di 2,66 milione morti universalmente.

Christopher Heaney dalla Johns Hopkins University a Baltimora e colleghi ha valutato la durevolezza degli anticorpi di G (IgG) dell'immunoglobulina contro tre antigeni SARS-CoV-2 nei campioni della saliva raccolti da più di 200 persone fino a 8 mesi dopo che hanno verificato il positivo a virus.

Il gruppo ha trovato che l'emivita stimata per le risposte di IgG contro gli antigeni era coerente con quelle precedentemente riferite per i campioni di sangue.

I risultati egualmente dimostrano che le risposte di IgG contro due degli antigeni SARS-CoV-2 sono durevoli in saliva per fino a 8 mesi che seguono inizio di sintomo.

“La saliva può servire da alternativa a sangue riflettere le risposte immunitarie umorali su vasta scala dopo l'infezione SARS-CoV-2 e la vaccinazione per sorveglianza e la valutazione di immunità della popolazione,„ scrive i ricercatori.  

Una versione della pubblicazione preliminare della pubblicazione è disponibile sul " server " del medRxiv*, mentre l'articolo subisce la revisione tra pari.

Le tecniche robuste sono necessarie valutare l'immunità della popolazione a SARS-CoV-2

I metodi robusti per tenere la carreggiata su grande scala delle risposte dell'anticorpo che seguono l'infezione SARS-CoV-2 o la vaccinazione contro il virus sono critici per sorveglianza e la valutazione accurate di immunità della popolazione.

Heaney ed i colleghi precedentemente hanno sviluppato e convalidato ad un immunoassay basato a perla multiplo per la rilevazione delle risposte dell'anticorpo contro tre antigeni SARS-CoV-2 in saliva. L'analisi misura le risposte di IgG specifiche alla proteina del nucleocapsid (in questione nell'imballaggio del genoma virale), alla proteina della punta (richiesta per l'associazione della cellula ospite) ed al dominio dell'ricevitore-associazione della punta (RBD) - l'obiettivo principale degli anticorpi di neutralizzazione dopo l'infezione o la vaccinazione.

Che cosa lo studio corrente ha compreso?

Ora, i ricercatori hanno applicato questa analisi a 531 campione della saliva prelevato da 341 persona fino a 8 mesi dopo che hanno provato PCR-positivo a SARS-CoV-2 per confrontare la durevolezza delle risposte di IgG con gli antigeni.

Heaney ed i colleghi hanno supposto che la durevolezza del IgGs antigene-specifico in saliva superasse almeno sei mesi e fosse comparabile a quelle riferite nel sangue.

Il gruppo ha trovato che i livelli antigene-specifici dell'anticorpo alzati a circa i 30 giorni inviano l'inizio di sintomo, dopo di che la disintegrazione del IgGs è stata valutata in 268 campioni della saliva prelevati da 237 persone.

I preventivi di emivita per IgGs salivario erano comparabili a quelli riferiti per sangue

L'emivita stimata di IgG era dei 64 giorni per la proteina del nucleocapsid, dei 100 giorni per il RBD e dei 148 giorni per la proteina della punta.

I ricercatori dicono che questi preventivi di emivita per il IgGs salivario sono comparabili a quelli precedentemente riferiti per plasma IgGs: 67 giorni per la proteina del nucleocapsid, 83 giorni per il RBD e 140 giorni per la punta.

La maggior parte dei campioni della saliva dalle persone che si sono sviluppate COVID-19 era positiva per IgGs specifico alla proteina del nucleocapsid (92%), al RBD (95%) ed alla punta (93%) fra 1 e 6 mesi dopo l'inizio di sintomo.

La proporzione di campioni della saliva che hanno verificato il positivo a questi IgGs fra 6 e 8 mesi dopo che l'inizio di sintomo era 32% per la proteina del nucleocapsid, 68% per il RBD e 59% per la punta.

“Questi risultati dimostrano che SARS-COV-2 RBD e la punta IgG sono durevoli in saliva per fino a 8 mesi del paletto di inizio di sintomo,„ scrive il gruppo.

Quando i campioni della saliva sono stati provati a combinazione di tutti e tre le IgGs antigene-specifico, la positività per SARS-CoV-2-specific IgG era 98% fra 1 e 6 mesi dopo l'inizio di sintomo e 73% fra 6 e 8 mesi dopo l'inizio.

Heaney ed i colleghi dicono che questo trovare indica che la saliva della maggior parte della gente con COVID-19 è positiva per SARS-CoV-2-specific IgG fino a 8 mesi che seguono inizio di sintomo e che comprendere la risposta di IgG agli antigeni multipli SARS-CoV-2 può migliorare la sensibilità alla della prova basata a saliva dell'anticorpo.

Risposte di SARS-CoV-2-specific IgG in saliva col passare del tempo. (a) L
Risposte di SARS-CoV-2-specific IgG in saliva col passare del tempo. (a) L'intensità mediana della fluorescenza Log10 (MFI) delle risposte di SARS-CoV-2-specific IgG a nucleocapsid (n), al dominio del ricevitore, (RBD) alla punta (s) ed ai valori obbligatori di Σ [S/CO] fra la saliva n=531 campiona col passare del tempo (dai casi di n=341 COVID-19). La striscia nera continua rappresenta la cinetica temporale (stimata dalla scanalatura del loess). La linea blu tratteggiata rappresenta il pendio stimato con emivita (intervallo di confidenza di 95% e di t1/2) facendo uso di un modello lineare di misura (campioni della saliva n=268 da 237 casi). Le righe grige tratteggiate indicano i valori di taglio. I cerchi arancio e grigi vuoti rappresentano i campioni della saliva classificati come positivi o negativi, rispettivamente. (b) la mappa del calore che dettaglia la proporzione di campioni della saliva classificati come positivo per i giorni invia l'inizio di sintomo. Nota. I dati Log10 sono indicati per tutti i tracciati; Σ [S/CO], somma del segnale al taglio; NAC, società indigena dell'antigene; GEN, GenScript; Cino, SinoBiological.

I risultati supportano l'uso alla della prova basata a saliva per la sorveglianza su grande scala

“In generale, questi risultati supportano l'utilità della saliva come un accurato ed alternativa non invadente a sangue per la prova longitudinale dell'anticorpo SARS-CoV-2 e la sorveglianza su grande scala,„ dice Heaney ed il gruppo.

“Nel migliore dei casi, questa analisi sarebbe ripetuta in un grande, l'insieme longitudinale del campione viene disponibile,„ consigliano.

Avviso *Important

il medRxiv pubblica i rapporti scientifici preliminari che pari-non sono esaminati e, pertanto, non dovrebbero essere considerati conclusivi, guida la pratica clinica/comportamento correlato con la salute, o trattato come informazioni stabilite.

Journal reference:
Sally Robertson

Written by

Sally Robertson

Sally first developed an interest in medical communications when she took on the role of Journal Development Editor for BioMed Central (BMC), after having graduated with a degree in biomedical science from Greenwich University.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Robertson, Sally. (2021, March 16). a prova basata a saliva come metodo per il video dell'immunità della popolazione all'infezione SARS-CoV-2. News-Medical. Retrieved on October 17, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20210316/Saliva-based-testing-as-a-method-for-monitoring-population-immunity-to-SARS-CoV-2-infection.aspx.

  • MLA

    Robertson, Sally. "a prova basata a saliva come metodo per il video dell'immunità della popolazione all'infezione SARS-CoV-2". News-Medical. 17 October 2021. <https://www.news-medical.net/news/20210316/Saliva-based-testing-as-a-method-for-monitoring-population-immunity-to-SARS-CoV-2-infection.aspx>.

  • Chicago

    Robertson, Sally. "a prova basata a saliva come metodo per il video dell'immunità della popolazione all'infezione SARS-CoV-2". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20210316/Saliva-based-testing-as-a-method-for-monitoring-population-immunity-to-SARS-CoV-2-infection.aspx. (accessed October 17, 2021).

  • Harvard

    Robertson, Sally. 2021. a prova basata a saliva come metodo per il video dell'immunità della popolazione all'infezione SARS-CoV-2. News-Medical, viewed 17 October 2021, https://www.news-medical.net/news/20210316/Saliva-based-testing-as-a-method-for-monitoring-population-immunity-to-SARS-CoV-2-infection.aspx.