Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Rassegna: Facendo uso dei biomateriali in innesti dentari

Annuncio della pubblicazione nuova dell'articolo per il BIO- giornale di integrazione. In questa recensione gli autori Oliver K. Semisch-Dieter, Andy H. Choi e Martin P. Stewart dall'università tecnologica Sydney, ultima, NSW, Australia discutono l'uso dei biomateriali in innesti dentari.

I biomateriali sono diventato essenziali per gli innesti moderni. Un biomateriale adatto dell'innesto integra nell'organismo per eseguire una funzione chiave, mentre minimizzando la risposta immunitaria negativa. Mettendo a fuoco sull'odontoiatria, l'uso degli innesti dentari per la sostituzione del dente richiede un bilanciamento fra la risposta corporea, struttura e la prestazione meccanica e l'estetica. Gli autori indirizzano l'uso dei biomateriali in innesti dentari con i confronti significativi effettuati fra Ti ed il biossido di zirconio.

L'attenzione è attirata sui trattamenti di superficie d'ottimizzazione di modifica e sull'uso supplementare dei rivestimenti. Le alternative e gli sviluppi del romanzo sono indirizzati, fornenti le implicazioni potenziali di combinazione dei biomateriali ai compositi novelli del modulo che combinano e potenziano i vantaggi di ogni materiale.

Source:
Journal reference:

Semisch-Dieter, O.K., et al. (2021) Modifying an Implant: A Mini-review of Dental Implant Biomaterials. BIO Integration. doi.org/10.15212/bioi-2020-0034.