Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Nuovo trattamento per i tumori neuroendocrini della tardi-fase trovati per essere più efficace e meno tossico

Un nuovo trattamento per i tumori neuroendocrini della tardi-fase (NETs) è stato trovato per essere più efficace e per avere meno effetti secondari che il livello di cura corrente, secondo la ricerca pubblicata nell'edizione di marzo del giornale di medicina nucleare. Le tenute novelle di terapia del radionuclide del ricevitore del peptide promettono di diminuire la mortalità fra i pazienti NETTI e di fare diminuire il carico finanziario del loro trattamento continuo.

I netti sono un diverso gruppo di tumori che provengono dal sistema neuroendocrino, che è responsabile della regolamentazione degli ormoni in tutto l'organismo. Il numero della gente che è diagnosticata con i netti sta sviluppandosi; l'incidenza dei netti ha aumentato la volta 6,4 dal 1973 al 2012. Tuttavia, perché sono rari, vari ed a crescita lenta, la diagnosi di un NETTO può essere ritardata fino a sette anni. Di conseguenza, più di 50 per cento dei casi NETTI sono in una fase avanzata ai tempi della diagnosi.

Il livello di cura corrente per i pazienti del NETTO della tardi-fase è terapia del radionuclide del ricevitore del peptide con 177Lu-DOTATATE, che è arrossito rapido dal sistema di un paziente dopo amministrazione. Gli studi preclinici hanno trovato che se una tintura speciale (blu di Evans) si aggiunge al 177Lu-DOTATATE, il trattamento può durare più lungamente nell'organismo ed essere più efficace. In questo studio, i ricercatori cercati per determinare che dose della terapia modificata, conosciuta come 177Lu-DOTA-EB-TATE, è più sicuri e produce la migliore risposta del tumore.

I partecipanti di studio sono stati divisi in tre gruppi ed ogni gruppo è stato dato una dose differente di 177Lu-DOTA-EB-TATE. Tutti i gruppi hanno tollerato bene la terapia, con quasi nessun effetti secondari indipendentemente dalla dose. Infine, i ricercatori hanno trovato che una dose 177Lu-DOTA-EB-TATE di GBq 1,89/ciclo era il più efficace per controllo del tumore nei pazienti NETTI. Egualmente hanno notato che con la selezione ed il video pazienti attenti, i 3,97 GBq/dose del ciclo potrebbero raggiungere una risposta ancora migliore.

In termini di netti, più efficacemente possiamo usare 177Lu per il trattamento, più potremo diminuire lo sforzo finanziario sui pazienti. In generale, questo nuovo trattamento ha il potenziale di urtare significativamente la mortalità e la morbosità per i pazienti neuroendocrini del tumore.„

Xiaoyuan (Shawn) Chen, PhD, presidenza di Nazarat Muzayyin, il professor, università nazionale di Singapore a Singapore

È continuato, “ora che capiamo l'efficacia della tintura blu di Evans nel trattamento NETTO, noi spera che potesse essere utilizzato in futuro per creare i vari prodotti radiofarmaceutici terapeutici novelli non appena per i pazienti NETTI, ma per altri tipi di malati di cancro pure.„

Source:
Journal reference:

Liu, Q., et al. (2021) Peptide Receptor Radionuclide Therapy of Late-Stage Neuroendocrine Tumor Patients with Multiple Cycles of 177Lu-DOTA-EB-TATE. The Journal of Nuclear Medicine. doi.org/10.2967/jnumed.120.248658.