Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Modellistica matematica di uso dei ricercatori di Moffitt da contribuire a spiegare i risultati della terapia della cellula T dell'AUTOMOBILE

La terapia a cellula T del ricevitore chimerico dell'antigene, o l'AUTOMOBILE T, è relativamente un nuovo tipo di terapia approvato per trattare parecchi tipi di leucemie e di linfomi aggressivi del linfocita B. Molti pazienti hanno forti risposte all'AUTOMOBILE T; tuttavia, alcuni hanno soltanto una breve risposta e sviluppano la progressione di malattia rapidamente. Purtroppo, completamente non è capito perché questi pazienti hanno progressione. In un articolo ha pubblicato negli atti della società reale la B, modellistica matematica di uso dei ricercatori del centro del Cancro di Moffitt da contribuire a spiegare perché le celle di T dell'AUTOMOBILE lavorano in alcuni pazienti e non in altre.

L'AUTOMOBILE T è un tipo di immunoterapia personale che usa le proprie celle di T di un paziente alle cellule tumorali di obiettivo. Le celle di T sono raccolte da un paziente e geneticamente sono modificate in un laboratorio per aggiungere un ricevitore specifico quel cellule tumorali di obiettivi. Il paziente poi subisce il lymphodepletion con la chemioterapia per abbassare alcune delle loro celle immuni normali attuali per aiutare con espansione delle celle di T dell'AUTOMOBILE che sono infuse nuovamente dentro il paziente, in cui possono ottenere di lavorare ed attaccare il tumore.

La modellistica matematica è stata usata per contribuire a predire come le celle di T dell'AUTOMOBILE si comporteranno dopo l'infusione nuovamente dentro i pazienti; tuttavia, nessuno studio ancora ha considerato come le interazioni fra le celle di T normali e le celle di T dell'AUTOMOBILE urtano la dinamica della terapia, in particolare come la cinetica a cellula T non lineare scompone nelle probabilità di successo di terapia. I ricercatori di Moffitt hanno integrato i dati clinici con la modellistica matematica e statistica per indirizzare questi fattori di sconosciuto.

I ricercatori dimostrano che le celle di T dell'AUTOMOBILE sono efficaci perché si espandono rapido dopo l'infusione nuovamente dentro il paziente; tuttavia, le celle di T modificate sono indicate per fare concorrenza alle celle di T attuali di normale, che possono limitare la loro capacità di espandersi.

Il successo del trattamento dipende criticamente dalla capacità delle celle di T dell'AUTOMOBILE di moltiplicarsi nel paziente e questo dipende direttamente dall'efficacia del lymphodepletion che diminuisce le celle di T normali prima dell'infusione dell'AUTOMOBILE T.„

Frederick Locke, M.D., autore di studio del Co-Cavo e presidenza vice, trapianto del midollo e di sangue e dipartimento cellulare di immunoterapia, Moffitt

Nel loro modello, i ricercatori hanno scoperto che l'estirpazione del tumore è un casuale, eppure evento potenzialmente altamente probabile. Malgrado questa irregolarità della maturazione, gli autori hanno dimostrato che le differenze nella sincronizzazione e nella probabilità delle maturazioni sono determinate in gran parte dalla variabilità fra il paziente ed i fattori di malattia. Il modello ha confermato che le maturazioni tendono ad accadere presto, nei 20 - 80 giorni prima delle celle di T dell'AUTOMOBILE diminuisce di numero, mentre la progressione di malattia tende ad accadere sopra un più ampio intervallo di tempo fra i 200 - 500 giorni dopo il trattamento.

I ricercatori di modello potrebbero anche essere usati per verificare i nuovi trattamenti o proporre ha migliorato le progettazioni di test clinico. Per esempio, i ricercatori hanno usato il loro modello per dimostrare che un altro giro della terapia a cellula T dell'AUTOMOBILE avrebbe richiesto un secondo lymphodepletion della chemioterapia di migliorare i risultati pazienti.

“Il nostro modello conferma l'ipotesi che il lymphodepletion sufficiente è un fattore importante nella determinazione della risposta durevole. Il miglioramento dell'adattamento delle celle di T dell'AUTOMOBILE per espandere più e sopravvivere a più lungamente in vivo potrebbe provocare la probabilità aumentata e la durata della risposta,„ ha spiegato Philipp Altrock, Ph.D., autore di studio del cavo e membro dell'assistente dell'instituto matematico integrato dell'oncologia a Moffitt.

Source:
Journal reference:

Kimmel, G.J., et al. (2021) The roles of T cell competition and stochastic extinction events in chimeric antigen receptor T cell therapy. Proceedings of the Royal Society B: Biological Sciences. doi.org/10.1098/rspb.2021.0229.