Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

i vaccini del mRNA e gli anticorpi monoclonali proteggono dalla nuova variante NYC-B.1.526

Una nuova variante di diffusione di coronavirus 2 di sindrome respiratorio acuto severo (SARS-CoV-2) ha chiamato B.1.526 recentemente è emerso in New York ed ha causato le preoccupazioni affinchè il suo potenziale resista al sistema immunitario.

Takuya Tada dalla scuola di medicina di NYU Grossman piombo un gruppo di ricerca provare quanto suscettibile le varianti B.1.526 erano agli anticorpi di neutralizzazione da plasma convalescente, agli anticorpi monoclonali ed ai vaccini del mRNA.

Hanno trovato che i trattamenti correnti di coronavirus quali gli anticorpi monoclonali terapeutici e dagli gli anticorpi di neutralizzazione indotti da vaccino contribuiscono a proteggere dalla variante B.1.526 con la mutazione di S477N. L'abilità di neutralizzazione del trattamento è diminuito piuttosto contro la variante B.1.526 con la mutazione di E484K.

“I nostri risultati dovrebbero attenuare le preoccupazioni che la variante B.1.526 eluderà la protezione fornita dagli anticorpi vaccino-suscitati e suggerirà che la terapia terapeutica dell'anticorpo conservi la sua efficacia contro la variante.„ Tuttavia, i ricercatori suggeriscono che i loro risultati siano ulteriore prova per un'esigenza della vaccinazione diffusa.

Lo studio “varianti di B.1.526 SARS-CoV-2 identificate in New York è neutralizzato da vaccino-suscitato da e gli anticorpi monoclonali terapeutici„ è disponibili come pubblicazione preliminare sul " server " del bioRxiv*, mentre l'articolo subisce la revisione tra pari.

Funzionalità della variante B.1.526

Il B.1.526 in primo luogo è stato individuato nel novembre 2020, ma da ora a gennaio 2021, ha compreso 5% i genoma ordinati nelle vicinanze di New York ed aumentati da ora a metà febbraio a 12,3%.

Parecchie versioni di B.1.526 sono emerso con parecchie mutazioni sul dominio dell'ricevitore-associazione della proteina della punta. Una versione della variante B.1.526 ha una mutazione di E484K - la stessa compartecipe da B.1.351 e da P1, che l'organizzazione mondiale della sanità ha categorizzato come varianti di preoccupazione. Un'altra versione manca di E484K ma ha una mutazione di S477N sulla proteina della punta, che aumenta l'affinità per il ricevitore ACE2.

Entrambe le versioni hanno sia la mutazione di D614G che A701V e L5F, T95I e D253G - mutazioni non osservate nelle varianti precedentemente riferite.

La struttura di dominio della proteina della punta SARS-CoV-2 è indicata sopra. NTD, dominio di Nterminal; RBD, dominio dell
La struttura di dominio della proteina della punta SARS-CoV-2 è indicata sopra. NTD, dominio del N-terminale; RBD, dominio dell'ricevitore-associazione; RBM, motivo dell'ricevitore-associazione; SD1 sottodominio 1; SD2, sottodominio 2; FP, peptide di fusione; HR1, ripetizione 1 del heptad; HR2, ripetizione 2 del heptad; Il TM, regione del transmembrane; IC, dominio intracellulare. La posizione delle mutazioni nelle due proteine della punta B.1.526 diagrammed sotto con le mutazioni di distinzione di S477N e di E484K in stampato in neretto.

Sieri convalescenti contro B.1.526

I ricercatori hanno costruito i vettori di espressione della proteina della punta affinchè entrambe le versioni B.1.526 crino i virus lentiviral del reporter degli pseudotypes per studiare le proteine della punta B.1.526. Facendo uso dell'analisi del immunoblot, hanno trovato che proteine della punta B.1.526 erano in celle transfected 293T. Entrambi erano ai livelli di virion simili alla proteina della punta di D614G più comune nello sforzo originale trovato a Wuhan.

Il punto seguente era di provare come gli efficaci sieri convalescenti sarebbero stati nella neutralizzazione delle entrambe le varianti B.1.526. I sieri convalescenti sono stati raccolti dalle persone infettate con SARS-CoV-2 prima dell'aprile 2020 ed hanno avuti qualsiasi B.1.526, D614G e le mutazioni di E484K sul coronavirus chiodano le proteine.

I risultati hanno mostrato che la variante B.1.526 con la mutazione di S477N ha avuta titoli di neutralizzazione simili a SARS-CoV-2 con la mutazione di D614G. Con la variante B.1.526 con una mutazione di E484K, i sieri convalescenti hanno prodotto una diminuzione modesta dalla volta 3,8.

La posizione delle mutazioni variabili della proteina della punta B.1.526 è indicata sulla struttura 3D della proteina trimeric della punta. Una regione di RBD è indicata per semplicità. I 484 (rosso) e 477 residui dell
La posizione delle mutazioni variabili della proteina della punta B.1.526 è indicata sulla struttura 3D della proteina trimeric della punta. Una regione di RBD è indicata per semplicità. I 484 (rosso) e 477 residui dell'amminoacido (del blu) sono indicati.

da anticorpi indotti da vaccino contro B.1.526

Il gruppo di ricerca ha riunito i titoli di neutralizzazione del siero dalle persone vaccinate con il vaccino di Pfizer-BioNTech mRNA o il vaccino di Moderna mRNA. Hanno trovato gli anticorpi prodotti vaccino di Pfizer che efficacemente hanno neutralizzato D614G e la variante B.1.1.7. Tuttavia, c'era una diminuzione di 3,4 volte nella neutralizzazione della variante B.1.351.

Una volta affrontati contro la variante B.1.526 con la mutazione di S477N, hanno trovato i titoli di neutralizzazione di livello comparabili con il D614G. Sebbene i titoli di neutralizzazione con E484K B.1.526 siano più bassi dalla volta 3,6. Sia B.1.526 che le varianti B.1351 hanno le mutazioni di E484K, che la nota dei ricercatori coincide con una simile diminuzione nei titoli di neutralizzazione. L'attività di neutralizzazione con il vaccino di Moderna ha mostrato i risultati comparabili.

Terapia dell'anticorpo monoclonale contro B.1.526

Gli anticorpi monoclonali hanno neutralizzato le varianti B.1.526 senza perdita di titolo ed hanno neutralizzato il B.1.526 con la mutazione di S477N con un alto titolo. Sebbene, la terapia sia volta 12 meno attivo una volta esposta al B.1.526 con la mutazione di E484K. “Il cocktail che forma la terapia di REGN COV2 potente ha neutralizzato le varianti della punta B.1.526 malgrado la perdita parziale di attività di neutralizzazione contro la versione di E484K di B.1.526.„

Sulla base dei risultati, la variante B.1.526 è altamente improbabile da eludere gli anticorpi di neutralizzazione prodotti dalla terapia dell'anticorpo vaccino o monoclonale.

Avviso *Important

il bioRxiv pubblica i rapporti scientifici preliminari che pari-non sono esaminati e, pertanto, non dovrebbero essere considerati conclusivi, guida la pratica clinica/comportamento correlato con la salute, o trattato come informazioni stabilite.

Journal reference:
Jocelyn Solis-Moreira

Written by

Jocelyn Solis-Moreira

Jocelyn Solis-Moreira graduated with a Bachelor's in Integrative Neuroscience, where she then pursued graduate research looking at the long-term effects of adolescent binge drinking on the brain's neurochemistry in adulthood.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Solis-Moreira, Jocelyn. (2021, March 28). i vaccini del mRNA e gli anticorpi monoclonali proteggono dalla nuova variante NYC-B.1.526. News-Medical. Retrieved on September 20, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20210328/mRNA-vaccines-and-monoclonal-antibodies-protect-against-new-NYC-B1526-variant.aspx.

  • MLA

    Solis-Moreira, Jocelyn. "i vaccini del mRNA e gli anticorpi monoclonali proteggono dalla nuova variante NYC-B.1.526". News-Medical. 20 September 2021. <https://www.news-medical.net/news/20210328/mRNA-vaccines-and-monoclonal-antibodies-protect-against-new-NYC-B1526-variant.aspx>.

  • Chicago

    Solis-Moreira, Jocelyn. "i vaccini del mRNA e gli anticorpi monoclonali proteggono dalla nuova variante NYC-B.1.526". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20210328/mRNA-vaccines-and-monoclonal-antibodies-protect-against-new-NYC-B1526-variant.aspx. (accessed September 20, 2021).

  • Harvard

    Solis-Moreira, Jocelyn. 2021. i vaccini del mRNA e gli anticorpi monoclonali proteggono dalla nuova variante NYC-B.1.526. News-Medical, viewed 20 September 2021, https://www.news-medical.net/news/20210328/mRNA-vaccines-and-monoclonal-antibodies-protect-against-new-NYC-B1526-variant.aspx.