Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'impegno significativo può migliorare la qualità di vita per i residenti viventi assistiti con demenza

Le comunità viventi assistite possono migliorare la qualità di vita per i residenti con demenza avvicinandosi come persone e tentando di includere tutti i residenti nelle attività, secondo uno studio piombo da un ricercatore di gerontologia di Georgia State University.

“L'attività tipica che programma„ a molti residenze viventi assistite può lasciare la gente con demenza sulle attività collaterali, secondo lo studio, “impegno significativo fra i residenti viventi assistiti con demenza: I riusciti approcci,„ hanno pubblicato nel giornale di gerontologia applicata.

Lo studio ha trovato che i tasti a migliorare la qualità di vita per i residenti con demenza stanno familiarizz conare loro come persone, incontrando la gente “dove sono,„ che nel momento con la gente ed osservante tutte le interazioni con i residenti come opportunità di connettere.

Lo studio, in base alle interviste ed alle visite d'osservazione condotte nel 2019, offre i risultati iniziali come componente di un progetto quinquennale che è costituito un fondo per dall'istituto nazionale su invecchiamento agli istituti della sanità nazionali.

COVID-19 evidenzia l'importanza dell'impegno significativo per ognuno, particolarmente per le persone che vivono con la demenza. Facendo le cose che sono piacevoli e stante impegnate nel limite del possibile e desiderabile sono significative per qualità di vita e qualità dell'assistenza.„

Candace Kemp, il professor, istituto di gerontologia di Georgia State University e ricercatore del principio dello studio

I ricercatori hanno condotto le interviste e le osservazioni che comprendono 33 hanno assistito i residenti viventi con i tipi varianti di demenze ed i livelli di abilità funzionale. Rappresentano una diversità del genere, età, corsa ed origine etnica ed ambienti socioeconomici.

I ricercatori hanno trovato che attivamente “ascoltare ed osservare le indicazioni verbali e non verbali erano tasti al connettere e ad incontrare i residenti alle loro proprie condizioni.„ I ricercatori hanno invitato i badante a provare ad includere tutti i residenti nelle attività ed a non supporre che la gente con demenza non può trarre giovamento semplicemente dalle attività perché non possono potere rispondere come altri residenti.

La ricerca ha implicazioni nell'era COVID-19, che ha limitato le visite dalla famiglia ed amici a molti impianti viventi assistiti ed attività e riunione di gruppo limitate per i pasti. Un maggior fuoco sull'impegno significativo con i residenti “promessa delle tenute per stampare in offset gli effetti negativi del sociale che distanziano per i residenti e per la diminuzione della cura partner lo sforzo,„ i ricercatori ha scritto.

I co-author includono i ricercatori dall'istituto e dall'Emory University della gerontologia dello stato della Georgia.

Il progetto in corso, “l'impegno e la qualità di vita significativi fra i residenti viventi assistiti con demenza,„ include i ricercatori dallo stato e Emory University della Georgia che lavorano con i residenti ed i loro partner di cura nelle comunità assistere-viventi e case di personale-cura nella zona di Atlanta.

Il progetto supporta la pianificazione del Alzheimer nazionale per migliorare la qualità ed il contributo di cura alle persone che vivono con la demenza ed i loro partner di cura.

Source:
Journal reference:

Kemp, C.L., et al. (2021) Meaningful Engagement Among Assisted Living Residents With Dementia: Successful Approaches. Journal of Applied Gerontology. doi.org/10.1177/0733464821996866.