Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La combinazione di vaccino delle cellule del tumore e di terapia del controllo crea l'efficace risposta immunitaria

Una strategia vaccino personale delle cellule del tumore che mira agli oncogeni di Myc combinati con la terapia del controllo crea un'efficace risposta immunitaria che oltrepassa la selezione dell'antigene ed il privilegio immune, secondo uno studio preclinico per il neuroblastoma ed il melanoma. Il modello di neuroblastoma ha mostrato una maturazione con la sopravvivenza a lungo termine, ricercatori di 75% all'ospedale nazionale dei bambini trovato.

Myc è una famiglia dei geni regolatori e proto-oncogeni che contribuiscono a gestire la crescita e la differenziazione delle cellule nell'organismo. Quando Myc subisce una mutazione ad un oncogene, può promuovere la crescita della cellula tumorale. Gli oncogeni di Myc sono diregolarizzati in 70% di tutti i cancri umani.

Le mutazioni di Myc, come l'amplificazione di c-MYC e di MYCN, sono associate con soppressione immune ospite nei tumori di neuroblastoma e del melanoma, secondo lo studio pubblicato nel giornale per immunoterapia di Cancro.

“Paradossalmente, da una prospettiva immunotherapeutic, una mancanza di risposta immunitaria può offrire un'opportunità di mirare a quei tumori [melanoma e neuroblastoma] che sarebbe meno resistente ad immunità ospite che presuppone che l'immunità cellulare potente possa essere generata contro il tumore,„ ha detto Wu et al.

I risultati suggeriscono che piccoli inibitori della molecola--I-BET726 e JQ1--sopprima la proliferazione cellulare incontrollata di Myc e migliori la risposta immunitaria contro le celle del tumore stesse, permettendo al loro uso come vaccino delle cellule del tumore. La combinazione di vaccino delle cellule e di terapie disponibili che tengono le risposte immunitarie nell'assegno, anche conosciuta come la terapia dell'inibitore del controllo, può contribuire ad informare un vaccino terapeutico personale del tumore in futuro.

Il lavoro è preclinico e sebbene abbiamo veduto le risposte eccellenti in questi modelli, dobbiamo determinare se questo egualmente sarà efficace in esseri umani. A questo fine abbiamo iniziato la prova di laboratorio in cellule umane. La nostra speranza finale è di tradurre questi risultati di scienza di base all'applicazione clinica.„

Xiaofang Wu, scienziato del personale III a sceicco Zayed Institute per innovazione chirurgica pediatrica e autore principale

C'è un'esigenza di terapie più efficaci per il neuroblastoma ed il melanoma, date il risultato difficile dei pazienti che avvertono la malattia ad alto rischio o avanzata con i metodi tradizionali della chemioterapia. Mentre il campo ha sviluppato i vaccini del tumore ed alle le terapie basate a immune, il c-MYC e MYCN sembrano proteggere il tumore da una risposta immunitaria, in modo da eludono spesso la maturazione.

I ricercatori hanno avvertito che entrambi i modelli hanno indotto i risultati differenti potenti di tiraggio ma di immunità, in modo da significa che questo vaccino terapeutico novello è più efficace nel modello di neuroblastoma del mouse che nel modello del melanoma. Il modello di neuroblastoma ha provocato una maturazione notevole di 75% e significativamente ha migliorato la sopravvivenza a lungo termine malgrado una più grande sfida iniziale del tumore.

“Al contrario, il tumore del melanoma ha guadagnato la resistenza adattabile che è associata con uno squilibrio fra la crescita delle cellule del tumore e l'uccisione citotossica e così il vaccino non riuscito per sradicare il tumore,„ ha detto Wu et al. “malgrado gli effetti immuni potenti dal vaccino, altre molecole immunosopressive dovrà essere mirato a per vedere gli effetti completi del protocollo vaccino nel modello del melanoma.„

Lo studio propone una struttura che potrebbe essere tradotta per i vaccini paziente-specifici terapeutici per i tumori MYCN-ampliati di neuroblastoma resistenti alle terapie disponibili.

Per capire il ruolo esatto di c-Myc e dell'amplificazione di MYCN e la loro associazione con soppressione immune, i ricercatori hanno esaminato 21 campione umano di neuroblastoma--la maggior parte con la malattia metastatica--e 324 campioni del melanoma in cui soltanto 30 sono stati categorizzati come MYC ampliato. Sulla base della capacità dell'oncogene per sopprimere la risposta immunitaria, i ricercatori hanno combinato gli inibitori del controllo con le molecole farmacologiche--I-BET726 e JQ1--per mirare agli oncogeni di Myc nei modelli di neuroblastoma e del melanoma del mouse. Egualmente hanno provato ad effetti delle dosi, delle combinazioni della droga e dei tempi differenti di incubazione su proliferazione delle cellule del tumore, su differenziazione e sull'alterazione del gene.

Source:
Journal reference:

Wu, X., et al. (2021) MYC oncogene is associated with suppression of tumor immunity and targeting Myc induces tumor cell immunogenicity for therapeutic whole cell vaccination. Journal for ImmunoTherapy of Cancer. doi.org/10.1136/jitc-2020-001388.